Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu

lunedì 11 luglio 2022

La cremazione è immorale?

Secondo voi cremare un defunto è un atto immorale? Alcuni sono convinti che la cremazione disonori la salma e la persona stessa. La chiesa stessa la riconduce a una pratica pagana, quindi lontana dalla parola di Dio. Nei tempi biblici era costumanza che i defunti venissero sepolti: l'esempio più famoso è quello di Gesù o di Lazzaro, resuscitato dallo stesso nazareno, ma ancor prima nei tempi dell'Antico Testamento, Abramo seppellì sua moglie Sara in una caverna.


La cremazione è un peccato mortale?

Nell'età medioevale vigeva la tradizione che la cremazione veniva imposta a coloro che nella vita terrena avevano trascorso un'esistenza lontana dalle leggi di Dio, ma forse la chiesa dimentica che lei stessa bruciò migliaia di persone vive. 

Nel 1300, il Papa fu costretto ad accettare la cremazione per un unico motivo, per paura di essere contagiato di peste bubbonica. La cremazione è sempre stata una pratica molto diffusa in Asia; in Europa solo a partire dal 19° secolo divenne legale, ma più che altro per ragioni igenico - sanitarie. La chiesa è sempre stata contraria, per loro poteva alimentare delle campagne anticristiane che ricordavano i  corpi dei martiri bruciati dai pagani.

Ai giorni d'oggi, la santa sede ha affermato che l'incenerimento è una modalità di sepoltura rispettosa del cadavere, allo stesso modo dell'inumazione. Il fuoco ha il potere di distruggere in poche ore un corpo umano, ciò che il corso naturale impiega in molto più tempo a compiere. Se esiste un'anima non credo, che il fuoco possa bruciare lo stesso spirito.

 Ad ogni modo, la religione cattolica ci esorta a lasciar perdere questa pratica perché troppo simile a una religiosità new wave, che crede a una fusione cosmica e impersonale, lontana dal credo cristiano. Cospargere le ceneri dei nostri cari al vento, nel mare o in un bosco è sbagliato, perché ci allontana da Dio. 

La chiesa raccomanda la sepoltura con tutti i suoi crismi: la tomba del defunto deve essere corredata dal nome e cognome, foto dell'estinto e al suo interno devono esserci le spoglie mortali, perché il legame affettivo con i nostri cari deve rimanere saldo come quando era in vita. Affidare la salma alla terra ha un valore simbolico e morale. 

Dal rovescio della medaglia è un processo lugubre: un corpo inerme divorato dai vermi. Ma i dati parlano chiaro, sempre più persone decidono nella cremazione dei propri cari, forse anche per questioni economiche. Non per altro, molti comuni hanno difficoltà oggettive nel reperire nuovi terreni per uso a campo santo. Sinceramente trovo alquanto triste vedere dei loculi alti come una sorta di palazzo, preferisco la cremazione a questa triste moda. Voi cosa né pensate? 




Chiese sempre più vuote e processioni fantasma



Pensavo che si trattasse di qualche caso sporadico, invece una tendenza che si fa sempre più allarmante, a cosa mi sto rivolgendo? Parlo delle chiese con sempre meno persone e processioni fantasma. Quali sono le ragioni a indurre una persona ad essere così fredda verso la religione cristiana?

 Forse i numerosi scandali di preti coinvolti in casi di prostituzione e minori, oppure vedere alcuni sacerdoti predicare la povertà e l'accoglienza, ma loro poi in prima persona vivono da nababbi, hanno possedimenti e le porte le mantengono ben sigillate di notte e in altre ore per i pellegrini. Insomma, tutto questo potrebbe essere sufficiente per spiegare il totale menefreghismo verso la religione.

Eppure è stato abbastanza malinconico vedere la statua della Madonna con pochi fedeli al seguito in processione, stessa cosa alcuni mesi dopo con la statua di un santo. Tutto ciò merita perlomeno un momento di riflessione: l'uomo dell'era digitale e quello occidentale non hanno bisogno di Dio, anzi in troppi cercano di gettare fango e boicottare la religione cristiana, sono quei nazi -finti buonisti  e pseudo intellettuali che godono nel vedere i crocefissi tolti dai muri della scuola, magari di cancellare per sempre il Natale dal nostro calendario. 

Siamo quindi di fronte a un vero attacco globale e mediatico contro la religione cristiana, posso comprendere che per secoli abbiamo avuto una chiesa corrotta, ma nel mezzo ci sono stati dei grandi uomini come San Francesco, Padre Pio, ma potrei citarne a centinaia. Quindi non facciamo di tutta un'erba un fascio, ma sopratutto non diamo la colpa a Dio se  all'interno della chiesa ci sono delle mele marce.

Ovviamente ognuno è libero di credere o essere ateo o professare qualsiasi altra religione, il discorso è semplice e lineare: ai giorni d'oggi c'è poco rispetto verso la religione cattolica, una religione bistrattata e sottomessa da altre fedi. In paesi come l'Africa, sapiatelo c'è una vera persecuzione contro i cristiani, ma questo non fa notizia, è più interessante protestare se a scuola alcune maestre preparano assieme ai bambini dei canti natalizi perché potrebbero offendere la sensibilità di altri alunni, ma soprattutto quella delle mamme, poiché ricordatelo bene, il vero problema non sono i bambini ma i grandi; da che mondo il Natale è sempre stata la festa dei bambini!


Ma per molti non è political correty. Come se non bastasse, negli ultimi tempi vedo questo Papa abbastanza distaccato e molto accondiscendete su personaggi contro il cristianesimo. Insomma a prescindere se Dio esiste o meno, perché l'odiate così tanto al punto da desiderare e preferire che religioni tipo l'Islam possano abissare per sempre il cristianesimo nella stessa Italia? Qua non si tratta neanche di credere, si tratta di stessi italiani che vorrebbero cancellare la nostra storia.

domenica 10 luglio 2022

I soldati mercenari più terribili della storia



A scuola avremo di certo sentito parlare dei soldati mercenari, chiamati comunemente come soldati di ventura. Volendo dare una definizione: il soldato di ventura era una persona che prendeva parte a un conflitto in cambio di un compenso economico, ma vedeva di buon occhio anche lasciti di possedimenti terrieri da parte di un nobile o sovrano. 

La loro comparsa risale a migliaia di anni prima di Cristo: tra i primi che vengono citati i Shardana (antichi sardi) che servirono in Egitto nel 1300 a.C il Faraone Ramesse II. Anche i greci per affermare il loro dominio, si appoggiarono a questi uomini armati, divenendo a loro volta soldati di venturache combatterono sotto il comando di Ciro il Giovane di Persia. 

Nel Medioevo, l'utilizzo dei mercenari era molto comune, chiamati comunemente come compagnie di ventura. Presso la Corte bizantina a partire dall'Alto Medioevo troviamo le Guardie Variche di origine scandinava. Alcuni secoli più tardi dobbiamo ricordare i Lanzichenecchi: truppe mercenarie che nel 1527 saccheggiarono Roma.

I soldati Mercenari più terribili della Storia 

1) Shardana: I Shardana furono citati dalle fonti egizie dell II millennio a.c, la loro collocazione è identificata con gli antichi sardi (protosardi). È bene chiarire che dalle attestazioni più antiche, i Shardana probabilmente si chiamavano Sherden o Sereden. Un'iscrizione di Ramsen attesta le loro incursioni e pericolo costante nelle coste egizie. Lo stesso faraone successivamente arruolò questi pirati come guardia personale.

2) Gallowglass: Guerrieri d'élite dei clan norvegesi -gaelici, risiedevano nelle isole occidentali scozzesi e dell'Higlands. Guerriglieri mercenari temibili per la loro ferocia venivano assodati dai signori irlandesi per lotte contro altri clan. Il flusso dei mercenari in Irlanda divenne una tale minaccia che la regina d'Inghilterra Elisabetta I prese delle misure: nel 1571, circa 700 di loro furono giustiziati.


3) Lanzichenecchi: Forse tra i soldati mercenari più famosi della storia, i Lanzichenecchi venivano arruolati dai Legionari Tedeschi del Sacro Romano Impero. Essi divennero famosi per la loro crudeltà che mostravano contro il nemico e abilità tattica. Tre le loro migliori gesta, il sacco di Roma del 1527 ordinato dall'imperatore Carlo V, che di fatto segnò la fine degli splendori dell'epoca rinascimentale in Italia. I lanzichenecchi, in maggioranza luterani, furono spinti nella loro gesta anche dall'odio verso Roma che consideravano corrotta e papista. Il loro fine era sempre il denaro, in base al ruolo coperto veniva definita la paga tra soldo e doppiosoldo, quest'ultimi erano stati allenati a combattere in prima linea.


4) Mercenari Svizzeri: Apparvero nel Medioevo nel XVI secolo, ed erano delle truppe di fanteria elvetica. Grazie al loro nuovo modo di combattere e all'uso di armi da fuoco segnarono la fine della cavalleria medievale. Il motivo per cui i soldati mercenari si svilupparono sopratutto nei cantoni svizzeri di montagna, è da ricercarsi alla loro grande povertà. I mercenari svizzeri combattevano in quadrati massicci, che ricordavano la falange greca, armati di picca, opponendosi come ricci agli attacchi della cavalleria che nulla poteva.


5) Guardie Variaghe: Guardia reale dell'imperatore bizantino, composta da mercenari norvegesi, svedesi, ma per la maggior parte russi. Tra i soldati più famosi, il futuro re di Norvegia Harald III, che si distinse in diciotto battaglie in terra di Costantinopoli. Durante il suo servizio si scontro contro gli arabi in Sicilia 

venerdì 8 luglio 2022

10 tecnologie antiche indispensabili

Esistono delle tecnologie che apparentemente sembrano essere state scoperte ai nostri tempi, invece risalgono a migliaia di anni, poi migliorate dall'uomo. Ma quali sono queste tecnologie nate prima del Medioevo e dello stesso Impero Romano? 

10 invenzioni tecnologiche che risalgano a migliaia di anni fa

1) Vita Idraulica di Archimede: Attribuito proprio ad Archimede nel 287 a.C, è utilizzato per sollevare un liquido o un materiale granulare o per sfruttare l'energia cinetica associata alla discesa del fluido lungo tale dispositivo.

2) Impianto Idraulico: Probabilmente senza questa scoperta, la civiltà sarebbe ancora agli albori. I primi impieghi della forza dell'acqua risalgono alla Mesopotamia e all'Egitto.

3) Scrittura: Sembra scontato inserire la scrittura in questo elenco, eppure è un atto doveroso: dall'uomo primitivo e i graffiti, che hanno portato al papiro egiziano, per poi arrivare ai manoscritti medievali fino alla stampa.

4) Lacci delle scarpe o stringa: Altra invenzione direi 'geniale'. Difficile determinare con esattezza la sua origine, ma una testimonianza sull'oro uso in Età del Bronzo grazie al ritrovamento di Ötzi, la mummia del Similaun che portava un paio di calzature in cuoio chiuse da un laccio o da stringhe dello stesso materiale.

5) Contachilometri- Odometro: Può sembrare assurdo ma l'odometro è una macchina ideata nell'antica Roma, per misurare la distanza percorsa su una via terrestre mediante i giri di una ruota.

6) Ruota: Secondo alcuni studiosi la ruota è nata in Mesopotamia nel V millennio a.C. Le prime ruote erano dei rudimentali dischi in legno con un foro in mezzo per l'asse, come quelle rappresentate nello Stendardo di Ur (XXV secolo a.C.).

7) Orologio: Il bisogno per l'uomo di misurare il trascorrere del tempo è una necessita che si perde nella notte dei tempi. Il primo orologio costruito fu la Meridiania, un orologio solare.

8) Mulino ad acqua: L'uso del mulino ad acqua, attestato nel Vecchio Continente fin da tempi molto antichi.

9) Calcestruzzo: In latino era denominato come opus caementicium e ha reso possibile la costruzioni di milioni di opere e strutture.

10) Medicina: Sebbene la medicina ha avuto la sua massima efficacia con la scoperta dell'antibiotico, i primi Greci sono stati i precursori permettendo alla medicina moderna di svilupparsi.

Se questo articolo ti è sembrato utile, condividilo!

Odio verso Indifferenza

Vi siete mai chiesti qual è il male minore tra l'odio o l'indifferenza, sentimento inteso nei confronti un altro individuo. Due emozioni, se così possono essere catalogate che logorano la stessa persona che li prova. Principalmente entrambi nascono da una sorta di rancore e delusione nei confronti di un altro, nello specifico l'odio può scaturire da un torto subito o ancora peggio da una violenza o dalla perdita di una persona cara per circostanze drammatiche (omicidio, incidenti stradale etc).

Odio verso Indifferenza: qual è il male minore

Partiamo dal presupposto che l'odio è un sentimento ambivalente mentre l'indifferenza è sintomo di totale menefreghismo verso un'altra persona, è come se costui agli occhi dell'indifferente non ha una propria dimensione e collocazione, quindi non ha nessuna considerazione in merito. 

In contrapposizione è chiaro che se il distacco è avvenuto per un amore terminato o una delusione affettiva, questo con il tempo si farà sempre più forte al punto quasi da riuscire a dimenticare il suo nome. Da quando l'uomo è sulla terra, l'umanità si è sempre distinta in base a dei gruppi e idee: razza, religione, affetti ed emozioni, odio e indifferenza.

L'indifferente a 365° gradi non conosce nessuno di questi sentimenti, si estende fino a non considerare niente nessuno, la stessa cosa pur in maniera ridotta nei confronti di una singola persona: non cambi marciapiede se la vedi di fronte a te, fai finta come se non esistesse, punto e basta!

Negli ultimi anni l'indifferenza è stata definita scientificamente con il termine di 'paralizzante psichica': tutte le storie emotive vengono percepite dal soggetto come un potenziale pericolo all'ennesima sofferenza, quindi motivo di grande rischio. 

Ma ciò che più interessa al sottoscritto è quell'indifferenza scaturita da una delusione affettiva -  credo onestamente che in questo caso la delusione non possa far nascere un disinteressamento. Solo con il tempo la persona disillusa inizierà a provare un senso di pace in cui i pensieri finalmente non saranno più concentrati unicamente nella solita direzione.

 L'odio ovviamente è tutt'altra cosa: a quell'individuo continui a pensarci costantemente, anzi qualcuno al tuo interno di incita a vendicarti perché ti senti ferito e umiliato. Ma ebbene tenere a mente che una vendetta è l'inizio di una faida è la conseguenza che ti farà maledire il tuo insano gesto.

giovedì 7 luglio 2022

5 Dei nati il 25 dicembre



La notte tra il 24 e 25 dicembre viene associata da milioni di persone per la nascita di Gesù. Eppure, pochi conoscono che millenni prima dell'avvenuta al mondo del profeta d'Israele, ci sono stati altri dei concepiti lo stesso giorno di Gesù, anche loro da una vergine. Come se non bastasse, morti a 33 anni e maestri di 12 discepoli. Insomma tutto ciò è davvero sorprendente, viene da pensare che nel corso dei secoli le varie religioni hanno copiato la stessa cosa da un'unica fonte. Ma perché tutto questo? La risposta non è ben chiara, quel che è certo è frutto della volontà di qualcuno.

5 Dei nati il 25 dicembre

1) Horus: Horus è una divinità egizia appartenente alla religione dell'antico Egitto, 3000 anni prima di Cristo. Nel corso dei secoli fu venerato sotto molteplici forme. Il suo culto si estese a partire dalla fine della Preistoria fino all'epoca della dominazione romana in Egitto. In base ai racconti nacque il 25 dicembre dalla vergine Isis-meri. A 12 anni fu insegnante prodigio, a 30 battezzato da Anup. Morto in croce poi resuscitato dopo tre giorni.

2) Attis di Frigia: Nato da una vergine il 25 dicembre 1200 a.C

3) Krishna: India 900 a.C, nato dalla vergine Devaki, con una stella premonitrice dall’est, compiva miracoli con i suoi discepoli e dopo la sua morte resuscitò.

4) Dionysus: Nato anch'egli il 25 dicembre da una vergine in Grecia, compiva miracoli come tramutare l’acqua in vino e resuscitare i morti. Chiamato Re dei Re.

Mithra: Una delle divinità più importanti dell'induismo e della religione persiana, fu adorato nelle religioni misteriche a partire dal 1200 a.C. Mitra è una delle divinità solari e dell'onestà. Anche lui era maestro di 12 discepoli e compiva miracoli, e alla sua morte fu sepolto e resuscitò dopo 3 giorni.

I 10 migliori thriller psicologici di tutti i tempi



Il thriller psicologico è probabilmente uno dei generi preferiti da parte dei cinefili: la sua prerogativa è quella di catturare l'attenzione dello spettatore dall'inizio alla fine. Trame intricate correlate da personaggi protagonisti di una psicologia tormentata, con subdoli inganni che all'apparenza sembrano delle normali persone. Nella loro mente, invece, si cela una insana follia e desiderio di fare del male ad altri. Tutto questo potrebbe bastare per tenere incollato una persona di fronte allo schermo.

10 film psicologi che devi vedere

  1. Il silenzio degli innocenti -  Diretto da Jonathan Demme, interpretato da Anthony Hokins e Jodie Foster, è il secondo film basato sulla storia del serial killer Hannibal Lecter. L'American film Institute l'ha inserito al 65^ posto nella classifica dei migliori 100 film di tutti i tempi.
  2. Seven -  Uscito nel 1995, diretto da Davidi Fincher, con Brad Pitt, Morgan Freeman e Kevi Spacey nella veste di attori principali. Tra i riconoscimenti ha vinto un premio Oscar come miglior montaggio.
  3. Memento -  A seguito di un attacco di due uomini che hanno stuprato e ucciso la moglie, Leonard Shaelby (Guy Pearce) non è in grado di ricordare nuove informazioni per più di una quindicina di minuti. Il film è uscito nel 2000.
  4. Il Sesto Senso - Con oltre 672 milioni di dollari, il Sesto Senso è uno dei più grandi incassi di sempre nella storia del cinema.
  5. Shutter Island - La coppia Martin Scorsese e Di Caprio nel 2010 sono protagonisti del capolavoro Shutter Island, ispirato al romanzo L'isola della paura, un bellissimo thriller dello scrittore Dennis Lehane.
  6. Psycho -  Candidato a quattro Oscar è una delle pellicole più conosciute di Alfred Hitchcock che vede come protagonisti: Anthony Perkins, Janet Leigh, John Gavin e Vera Miles.
  7. Nella mente del serial killer - Film del 2004, diretto dal regista Renny Harlin: sette aspiranti tracciatori psicologici sono chiamati a un test finale e vengono mandati su un'isola deserta, ma la simulazione diverrà per alcuni di loro un vortice difficile da uscire, un vicolo cieco.
  8. Shining - Diventato presto un cult - movie, è considerato per molti il miglior film horror - psicologico in assoluto.
  9. Il Collezionista di Ossa - Tratto dall'omonimo romanzo di Jeffery Deaver, il film narra la vicenda di Lincol Rhyme, un astuto criminologo divenuto tetraplegico a seguito di un grave incidente. L'uomo, stanco della propria condizione ha deciso di togliersi la vita con l'aiuto di un suo amico dottore. Ma a seguito di un ritrovamento di un cadavere e degli indizi lasciati dal killer, Rhyme accantona l'idea di morire e decide di prendere nella sua squadra la giovane e talentuosa agente Amelia Donaghy, prima ad aver rinvenuto quel cadavere.
  10. Buried - Sepolto - Un film non adatto per coloro che soffrono di claustrofobia. La trama è incentrata unicamente all'interno di una bara nella quale un operatore civile statunitense è stato sepolto vivo.