Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: top
Visualizzazione post con etichetta top. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta top. Mostra tutti i post

lunedì 2 luglio 2018

INSTAGRAM, I 10 INFLUENCER più pagati

Soldi, sempre soldi! Ma quali sono i 10 Influencer che guadagnano di più su Instagram. La risposta è arrivata dopo aver visto una iconografica creata da Stampaprint , basandosi sullo studio effettuato da Blogmeter, che ci ha mostrato i dieci nababbi del famoso social network. Con grande stupore, ma neanche troppo, è presente anche una fashion blogger italiana.

INSTAGRAM e i suoi 10 Influencer più ricchi

 Nato inizialmente per condividere le proprie foto, ormai instagram è diventato un potente vettore pubblicitario per brand e utenti. È noto come alcuni marchi utilizzano la popolarità dei più celebri influencer per fare pubblicità ai loro prodotti, che possono variare in qualsiasi categoria. Allo stesso modo, anche le piccole realtà locali hanno iniziato ad aprire un profilo su Instagram e pubblicizzare agli utenti le proprie specialità. Un business che continua a crescere in maniera vertiginosa, e che negli Usa ha generato 570 milioni di dollari. Anche in Italia i commercianti, artisti, ristoranti e quant'altro hanno compreso le immense potenzialità di Instagram. Bene a questo punto non ci resta che mostravi questa fatidica Top Ten

1) Huda Kattan: La sua avventura è iniziata nel 2010 con l'apertura di un blog. Tre anni più tardi il grande salto, aprendo un marchio tutto suo, che ha come prodotto delle ciglia finte. Un suo post sponsorizzato costa circa 180.000 mila dollari.

2) Cameron Dallas: Seguitissimo su Instagram, attualmente è ambasciatore di Dolce&Gabbana.

3) Jennifer Sleter: Al terzo podio troviamo Jennifer Selter, che può vantare 12 milioni di follower.

4) Nash Grier: Un suo post sponsorizzato costa all'incirca 13 mila dollari. La sua popolarità è arrivata grazie ai suoi sketch comici su YouTube.

5) Zoe Sugg: Fashion Blogger, percepisce circa 13 mila dollari per un post sponsorizzato.

6) Chiara Ferragni: Nella top ten degli influencer più ricchi di Instagram troviamo anche Chiara Ferragni, che può vantare 13 milioni di follower. Il suo marchio personale è The Blonde Salad.

7) Julie Sarinana: Anche Julie non se la passa affatto male: la sua parcella ammonta a 10 mila dollari per un post pubblicizzato.

8) Aimee Song: Attualmente vanta oltre 4,5 milioni di seguaci su Instagram. 

9) Danielle Bernstein: Un cognome che evoca sangue blu? Quello che sappiamo che guadagna 7 mila dollari a pubblicità.

10) Liz Eswein: Al decimo posto chiude questa speciale top ten, Liz Eswein, fotografa che vive a New York.  Per vedere la sua immagine nel proprio brand è necessario sborsare 6 mila dollari. Mica male!

Se l'articolo ti è sembrato interessante, condividilo!

domenica 6 aprile 2014

5 persone dichiarate erroneamente morte

La storia ci racconta di errori banali, altre volte inspiegabili.  Non di rado su Internet si leggono di risvegli di uomini dalla bara o dall'obitorio. Allacciandomi a questi incredibili episodi vorrei parlarti di  5 persone dichiarate erroneamente morte. Vediamo chi sono, cosa fanno e se sono dei vampiri.  Scherzo.

1 - Delimar Vera Cuevas - Nel 1997 la casa della famiglie Cuevas fu distrutta da un incendio, al suo interno c'era la loro piccolina di 10 giorni che stava dormendo. La famiglia fu informata dai vigili del fuoco di non aver ritrovato il corpo del neonato ... '' aspetta prima di dire qualcos'altro, ti comunico che questa è una storia a lieto fine''
Sei anni più tardi, la madre di Delimar, Luzaida Cuevas, accompagnò a una festa di compleanno una sua bambina, il suo sguardo fu catturato da un'altra bambina che aveva  una sorprendente somiglianza con i suoi due figli. Sapendo che il corpo di Delimar non era mai stato trovato,  si avvicinò a quella bambina riuscendo a prenderle qualche capello con una scusa banale, tipo che aveva un pezzo chewing in testa. La donna portò i capelli ad analizzare e sorprendentemente il Dna rivelò l'impossibile, quella bimba era sua figlia Delimar Vera Cuevas.
L'incendio fu organizzato da una donna per rapire la figlia di Luzaida. Tra l'altro quando la mamma cercò di salvare Delimar durante l'incendio la sua culla era vuota, e la finestra della camera era misteriosamente aperta. Tutto questo non di certo opera di un neonato di 10 giorni. Eppure la polizia aveva dichiarato la bambina morta nel rogo, trovando più tardi dei frammenti d'ossa, ma  poi rivelatosi non di essere umano. Potete leggere la sua storia anche su: Little Girl Lost: The Delimar Vera Story



2 - Uomo si risveglia durante la sua autopsia - Nel settembre 2007, un uomo venezuelano di nome Carlos Camejo fu coinvolto in un grave incidente d'auto, e dichiarato morto sul posto dai paramedici. L'uomo fu portato in un obitorio vicino per poter essere effettuata l'autopsia. Dopo la prima incisione sul volto i medici notarono qualcosa di strano, vedendo Camejo sanguinare in modo copioso cui le persone senza nessun impulso generalmente non fanno. Pochi istanti dopo, Camejo  si svegliò per il dolore insopportabile della ferita in faccia. 
Qualche attimo più tardi  i medici  erano pronti ad aprire il torace. L'uomo era solo svenuto nell'incidente, e come scrisse qualche cinico riguardo a questa storia '' non c'è niente di più efficace di qualcuno che tenta di tagliarti la faccia per farti svegliare da un sonno profondo''. Sua moglie era stata già avvisata della sua morte, e in seguito vedendolo uscire dall'obitorio più vivo che morto sembrava di assistere a una candid camera. Praticamente per creare suspense non ho detto una cosa: in pratica i paramedici sapevano che l'uomo era vivo ma avevano compilato accidentalmente il modulo sbagliato. Camejo ti autorizzo a dirgli figlio de ....

3 - Sergente americano ripetutamente dichiarato morto - Non è facile essere vivo in America poiché ogni anno erroneamente  la Social Security Administration dichiara morti circa  14.000 persone all'anno. Che cos'è la Social Security  Administration? Te lo devo spiegare io? Praticamente a quanto capito dal signor Wikipedia la SSA è un programma sociale federale degli Usa che si occupa di prevenzione. Ma torniamo al non morto. Jerry Miller è una di quelle 14.000 persone dichiarata morta più volte. Miller è un sergente in pensione che vive in Florida. Nel luglio 2010, fu scioccato nel ricevere una lettera indirizzata a sua moglie dove il Social Security esprimeva sentite condoglianze alla sua famiglia per la sua recente scomparsa. Per non vedere tagliati tra l'altro i benefits Miller è stato costretto a dimostrare che era vivo e vegeto. Ma nel corso degli anni l'uomo ha continuato a ricevere altre lettere dal dipartimento della sua dipartita. Praticamente Miller veniva  scambiato con un certo  Das Wampyr, ma la ciliegina della torta è arrivata quando gli fu chiesto di restituire 94 mila dollari che aveva incassato per la sua morte. Gli sarà venuto davvero un infarto?

4 - Agricoltore dichiarato morto per 19 anni -  Nel 1975, Lal Bihari, un contadino in India decise di chiedere un prestito in banca per mandare avanti la sua attività. Quando gli furono chieste le sue generalità in alcuni documenti ufficiali l'uomo figurava come morto. Lo zio di Bihari aveva corrotto un funzionario del governo dichiarando morto legalmente suo nipote,  in modo che potesse ereditare tutto l'appezzamento terriero della sua famiglia. L'uomo fu riconosciuto ancora vivo dopo 19 anni.




5 - Due giorni sepolto vivo -  Nel 1937 un francese Angelo Hays subì un grave trauma cranico dovuto a un incidente in moto. I medici dichiararono Hays deceduto. Funerale e sepoltura fu fatto velocemente come per nascondere qualcosa. Il caso di Hays fu esaminato dagli investigatori assicurativi i quali e vennero a conoscenza di una polizza di assicurazione del valore di 200.000 franchi sulla morte dell'uomo. La polizia allora iniziò a prendere in considerazione che la morte di Hays era stata premeditata. Dopo 2 giorni decisero di riesumare il corpo di Hays, piccolo particolare il disgraziato era ancora vivo nella tomba. Per fortuna Hays non si accorse di nulla in quanto l'incidente l'aveva lasciato in un coma profondo. La sua ferita alla testa rallentò notevolmente le sue attività metaboliche, richiedendo poco ossigeno che arrivava da quel terreno bagnato, permettendogli di rimanere vivo. In seguito Hays iniziò un recupero, morendo davvero tanti anni dopo  a una veneranda età.

Chi invece è stato dichiarato erroneamente vivo?