Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: social
Visualizzazione post con etichetta social. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta social. Mostra tutti i post

domenica 28 aprile 2013

CINQUE NUOVI TIPI DI ANSIA DA QUANDO ESISTE INTERNET


La nostra generazione appartiene a quel 1% della razza umana che ha conosciuto il telefono, e che non  avuto il bisogno al contrario del 99% delle persone da quando l'uomo è presente sulla terra, di dover comunicare  di fronte a un altro individuo. 

 Anzi con l'avvento di Internet da 20 anni a questa parte, le persone si conosco  attraverso due schermi anche senza essersi mai incontrate, guardarsi direttamente negli occhi è storia passata.  I nostri avi se potessero resuscitare direbbero ''Che diavoleria è questa?'' E' opera del maligno? Forse in parte si.


Ma c'è di meglio, o forse peggio a seconda dei punti di vista, da quando internet è presente nelle nostre vite l'uomo deve fare i conti con cinque nuovi tipi di ansia e paure. 

5- Al quinto posto: il panico per aver inviato un file personale alle persona sbagliata o per  non essercene accorti. Addio privacy, un errore che potrebbe costarci caro, anche nell'ambito delle  nostre stesse  relazioni personali. E' dire che la differenza l'ha fatta solo premendo un tasto.

4- In quarta posizione: l'impulso irresistibile di cliccare in link sospetti. Questa è un'altra pecca di noi internauti, più siamo di fronte a collegamenti strani, più una voglia irrefrenabile ci assale nel pigiare e seguire dei collegamenti che potrebbero portare dei virus al nostro PC o mettere allo scoperto le nostre informazioni personali.

3-  Quante volte ci siamo fatti questa domanda forse ''Stanno parlando di me in un forum o su Facebook?'' Questo tipo di paranoia è stata definita come ansia da Social Media. Purtroppo in certi tipi di siti quale proprio Facebook, in genere un utente si registra con il proprio nome. Ecco che  allora  gli altri ci osservano e ci giudicano per cosa postiamo, per il nostro stato e altre sottigliezze.  Ovviamente la critica nei nostri confronti verrà fatta in chat privata con altre persone e sarai sempre l'ultimo a sapere. La cosa paradossale magari che nello stesso momento quel nostro falso amico metterà mi piace a un nostro post. Geniale non credete?

2-  Dimenticare di cancellare la nostra cronologia  lasciando visibile i siti che abbiamo visitato.  Ognuno di noi ha almeno uno scheletro nell'armadio,  internet può essere paragonato a un guardaroba dove è quasi impossibile, non aver visionato e nascosto un sito porno ''pietra miliare nell'universo del  web.''  Tutto questo però, può essere fonte di vero imbarazzo se condividiamo il computer con il nostro partner e si imbatte nei meandri della nostra navigazione cibernetica. Forse potrebbe non dirci nulla, ma state sicuri che il rapporto potrebbe cambiare, specialmente se il sito visitato non è soltanto un portale con video per adulti, ma molto di più, un sito di incontri e web cam erotiche.  In questo caso davvero difficile sarebbe trovare una scusa, è come averla tradita.

1-  Shock di diventare famosi su Internet.  Nel web basta davvero poco  per avere il nostro momento di celebrità, una foto che ci ritrae condivisa da altri nostri amici e amici di amici, il gioco è fatto. Ma per chi è un comune mortale, tutto questo potrebbe essere scioccante, anche perché nel momento che uno inizia ad abituarsi a questo fuoco di paglia, la settima dopo tutti se ne sono già dimenticati. E Internet è già alla ricerca di un altro perfetto sconosciuto da far diventare famoso.



foto: via[terrorbyte]

giovedì 6 settembre 2012

Il classic english humor colpisce ancora: Ecco il videogioco di Harry Hot


Save Harry è il nome del videogioco che sta contagiando il Regno Unito. Il gioco è  prodotto dalla  Gamesonly.com, un'azienda giovane che ritrae il Principe nudo alle prese con le sue avventure scandalose senza corona in testa, ma con altri gioielli reali in bella vista. Il protagonista del gioco ha la presenza di Harry  e il suo intento è quello di riuscire a pervenire all'uscita di sicurezza tanto sospirata. Si può vedere l'anteprima su You Tube sul canale della Gamesonly.

lunedì 3 settembre 2012

Sapete quali sono le 10 persone più intelligenti al mondo? Ecco la lista

Il 50% della popolazione umana ha un punteggio intellettivo compreso tra 90 e 110, ma il 2,5% supera questo punteggio toccando il 130%, lo 0,50 è considerato un genio superando il 140% . Dunque chi sarebbero questi 10 nomi illustri?

1) Judit Polgár, la migliore giocatrice donna mai esistita della storia degli scacchi
2) Christopher Hirata, fisico della NASA da bambino era un  prodigio
3) Terrence Tao, il più giovane professore  dell’università UCLA
4) James Woods, attore pluripremiato che ha lasciato senza rimpianti il MIT di Boston dopo aver seminato risultati eccezionali
5) Stephen W. Hawking, il celebre matematico, fisico e cosmologo bloccato dall’atrofia muscolare progressiva
6) Kim Ung-Yong il suo IQ da 210 punti è il più alto mai registrato
7) Paul Allen, co-fondatore di Microsoft
8) Rick Rosner, autore televisivo (ma nella vita ha fatto di tutto)
9) Garry Kasparov, il miglior scacchista della storia
10) Sir Andrew Wiles, matematico britannico


mercoledì 15 febbraio 2012

Ecco il Twitter della Santanché: che afferma Spaccarotella non è un assassino

L'ex sottosegretario ha scritto sul suo profilo twitter: "Gli uomini delle forze dell'ordine anche se sbagliano non sono mai assassini". Un ovvio riferimento alla condanna di Spaccarotella per l'omicidio di Gabriele Sandri.

Daniela Santanchè difende le forze dell’ordine, che a suo parere non devono essere chiamati assassini

mercoledì 28 settembre 2011

Facebook decide di entrare in politica: pro destra Repubblicana

Facebook entra in politica, anche un social network vuole entrare nelle grazie tra i signori che comandano a Washington. Facebook sosterrà dunque i suoi amici nella campagna alle elezioni del 2012 a colpi di milioni di dollari, «Political Action Committee» è questo il nome di azione politica repubblicana di vecchio stile.

Si legge in nota di Facebook - "I nostri impiegati avranno modo di far sentire la loro voce forte e chiara nel dibattito politico, aiutando i candidati che condividono i nostri obiettivi, che vogliono promuovere il valore dell'innovazione e dare alla gente il potere di vivere in un mondo piu' aperto e connesso''

Questa affermazione sembrerebbe democratica, ma come ogni tresca politica, ci sono sempre i propri interessi come scopo principale.

Anche google 4 anni fa decise di schierarsi con il primo candidato nero alle primarie democratiche. Credo che il tempo del nerd dedito solo a rivoluzionare il web sia cosa passata, ora questi talenti americani stanno imparando anche a diventare abili nei rapporti interpersonali e trovare favoritismi nel mondo politico.

sabato 24 settembre 2011

Facebook: una vera calamità per farsi lasciare

Facebook ti aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita.
Questa è la frase celebre del social network più famoso al mondo, ma io la cambierei così:
Facebook ti aiuta a farti lasciare e perdere il posto di lavoro se non si è bravi con le parole.
Facebook è diventato il nostro confessore personale, un social network che conosce i nostri più profondi segreti. La gente posta frasi senza pensare a quello che sta scrivendo, dall'altra parte dello schermo ecco nascere delle imcompresioni.

Non di rado leggo sul web di persone che vengono licenziate dall'azienda di appartenenza perché lasciano dei commenti alquanto non prolifici per la loro carriera o lavoro, post tipo" Il mio lavoro è noioso o inutile" Di solito l'utente in questo caso fa 2 errori: quello di avere usato facebook nelle ore di lavoro ( perché queste affermazioni avvengono sempre sul posto dove si lavora), e non considerare che l'azienda controllo i profili dei suoi dipendenti.

Ma facebook è ottimo anche per farsi lasciare dal proprio partner , basta anche una sola parola capita male e il gioco è fatto. Eppure è noto che anche in chatt non sempre le parole vengono interpretate per il loro vero significato. Ciò che contraddistingue il mondo reale da quello virtuale è l'espressione del viso e la sua mimica, mentre si parla, neanche una webcam ha questo impatto come di 2 persone che parlano dal vivo.

Che dire Facebook un mondo fatto anche di gelosia, bisogna stare attenti cosa si posta sul proprio profilo, essere imparziali quando commentiamo una foto, perché il partner o l'amico avranno sempre da ridire. Sembra quasi per assurdo non ci sia libertà di pensiero per non offendere qualcuno e poi doversi scusare.

Prima di postare qualsiasi frase leggiamola anche 2 o 3 volte, perché c'è sempre qualcuno che ha una scusa pronta per essere la vittima predestinata, ma ovviamente fregandovene di tutto e tutti, allora scrivete pure quello che volete.


venerdì 26 agosto 2011

Calciatori ma cosa avete da lamentarvi? Bravi siete voi il vero sciopero

Anche quest'anno il campionato di calcio italiano inizia tra polemiche e falsi proclami, se la memoria non m'inganna, dovrebbe essere la 3 stagione consecutiva che i calciatori aderiscono allo sciopero per la prima giornata!
Non capisco perché si lamentano, sono dei privilegiati, fanno un lavoro che gli piace e sono ultra pagati, la loro carriera dura sino ai 40 anni, molti smettono anche prima dei 36 e hanno un'avvenire assicurato.
Un operaio che guadagna 800 euro al mese, per 12 ore al giorno spaccandosi la schiena, paga regolarmente le tasse, perché voi no,? Perché dovete arraffarvi tutti quei milioni di euro, senza contare soldi extra, come sponsor e pubblicità!
Condivido il pensiero del Coni che i vostri sono solo interessi personali, lasciando la collettività come una cosa a voi estranea, non date una bella impressione di voi come uomini, il campione è anche fuori dal campo.
Dovreste essere d'esempio, ma l'unico esempio che siete per me è quello da evitare, peccato nel bene e nel male ho sempre seguito il calcio, anche scommettendo le mie 5€ settimanali, ma il calcio italiano ormai è specchio di una nazione: l'Italia ipocrita e finta perbenista, ecco perché quello che preferisco è un calcio meno conosciuto quale quello scozzese e lega inferiore inglese!
Speriamo domenica di vedere il calcio italiano all'opera. Lo sciopero è stato fatto per delle giuste cause, per una parità nel mondo sociale e del lavoro, si sciopera per un sacro-santo diritto, non si sciopera per un vizio, o per avarizia, e egoismo.
Concludo questo mio post con un pensiero ancora del Coni:
"Le regole dello sport sono sovrannazionali e tutti, dirigenti, tecnici e atleti, hanno il sacrosanto dovere di rispettarle. Nessuna disciplina sportiva né i suoi rappresentanti possono ritenersi moralmente e gerarchicamente superiori ad un'altra. Il mondo dello sport, per definizione, è disponibile ad accettare convivenze e mediazioni ma respinge – e continuerà a respingere – ricatti e prevaricazioni che non intimoriscono chi ha per legge l'autorità di disciplina, regolazione e gestione delle attività sportive in Italia".

giovedì 25 agosto 2011

Il famoso gioco The Sims: new entry su Facebook


Il famoso gioco di società The Sim che da 11 anni coinvolge milioni di persone ora diventa protagonista sul social network più famoso del web facebook! Il gioco da la possibilità all'utente di creare un proprio personaggio una propria casa e conoscere nuovi amici.
The Sims è davvero lo specchio della società attuale cioè apparire sempre, nella versione per facebook ci sarà il ricco, il nerd, ogni personaggio che meglio possa rappresentarci, ovviamente ci saranno internauti che presi dal loro avatar, saranno talmente coinvolti da questo viral-game al punto che realtà e mondo virtuale diverrà la stessa cosa!

Potrebbe chiude la bellissima libreria di Nothing Hill


Il signore dispotico della multimedialità in epoca internet con tutti i suoi derivati, sta per fare una nuova importante vittima, la libreria famosa di Nothing Hill a Londra, teatro del film con l'attore Hugh Grant e Julia Roberts!
Ma io non darei la colpa solo agli ebook perché è vero che la vendite di questo prodotto non solo in Europa ma anche in Italia sono aumentate, ma un libro è per sempre il fascino di sfogliare dei fogli stampati è incommensurabile. Il vero problema delle librerie quindi anche quella di Nothing Hills sono le vendite calate inesorabilmente.
Sempre meno gente ha voglia di leggere, sempre meno gente non trova più un'ora alla settimana per se stesso, per curare la propria anima.
Speriamo che qualche persona influente possa rilevare l'attività, visto che i figli del proprietario non sono disposti a continuare l'attività del padre.

mercoledì 24 agosto 2011

Mi piace” di Facebook dichiarato illegale in Germania


Ennesima tegola sulla creatura di Mark Zuckerberg facebook questa volta l'attacco proviene dalla Germania precisamente dal garante della privacy Schleswig-Holstein,che accusa il tasto mi piace come illegale, violando la privacy degli utenti, tutti conosco che i like con il pollice all'insù è una della opzioni più utilizzate dagli utenti su facebook.
Ma ditemi chi non ha mai usato questa opzione per dare consenso ad una frase di un vostro amico o una foto! Di suo il portavoce di facebook ha affermato che i dati degli utenti rimangono archiviati per un tot di 90 giorni, poi vengono cancellati!
Facebook non è nuova a doversi vedere delle accuse che a volte sembrano infondate da un bigottismo che irrita chi vive nella realtà e non ha una mentalità medievale.