Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Sardinia: natale
Visualizzazione post con etichetta natale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta natale. Mostra tutti i post

venerdì 2 dicembre 2016

Le più belli frasi di Natale di Papa Francesco



Papa Francesco a suo modo è un Pontefice rivoluzionario che all'interno della chiesa cattolica ha portato una ventata di aria fresca. Questa sua prerogativa è riconducibile anche nelle sue frasi di Natale, ricordandoci quale dovrebbe essere la vera essenza di questa festività. Ovviamente è lecito non cadere nello scontato, ma dovremo fare di questa ricorrenza un momento speciale che possa rimanere indelebile nei nostri cuori per sempre. Come dice lo stesso Papa Francesco dovremo cercare di assomigliare di più ai pastori di Betlemme, dove in quella notte i loro occhi furono illuminati dallo stupore e meraviglia.

Ecco alcune frasi di Natale donate dal Santo Padre
  • Tu sei la notte di Natale quando umile e cosciente ricevi nel silenzio della notte il Salvatore del mondo; 
  • Tu sei sorriso di confidenza nella pace interiore di un Natale perenne che stabilisce il regno dentro di te;
  • Un buon Natale a tutti coloro che assomigliano al Natale;
  • Questo Bambino nasce nella povertà del mondo, perché per Lui e la sua famiglia non c’è posto in albergo. Trova riparo e sostegno in una stalla eppure, da questo nulla, emerge la luce della gloria di Dio;
  • La gioia del Natale è una gioia speciale; ma è una gioia che non è solo per il giorno di Natale, è per tutta la vita del cristiano. 
  • È la persona il vero Natale;
  • Il Natale di solito è una festa rumorosa: ci farebbe bene un po’ di silenzio per ascoltare la voce dell Amore.

giovedì 1 dicembre 2016

Il Rosso di Babbo Natale: l'ha deciso la natura non la Coca Cola



Perché il vestito di Babbo Natale è di colore rosso? Bella domanda, secondo molti la grande rivelazione è una sola, perché l'ha deciso la Coca Cola nei suoi spot natalizi. Bene, questa volta voglio fare il bastian contro i nemici del capitalismo e della multinazionale americana. Qualche mese fa ho guardato un film che consiglio 'Miracolo di una notte d'inverno': Nikolas è un abile intagliatore di legno, ogni anno a Natale lascia in anonimato un regalo ai bambini del suo villaggio in Lapponia. Col tempo decide di portare i doni anche in altri paesi limitrofi, per farlo, però, ha bisogno di alcune renne che acquista da una allevatrice. La donna ricorda a Nikolas di indossare almeno un capello di colore rosso affinché le renne gli possano dare ascolto, evidentemente questo colore è una sorta di segnale per questo genere di animali. Potrei quindi terminare qua il mio post, perché mi sembra una spiegazione abbastanza plausibile. D'altronde come viene rappresentato Babbo Natale? Seduto in una slitta trainata da renne e non cavalli o buoi; probabilmente con altri animali, l'abbigliamento di Santa Claus poteva essere benissimo anche di un altro colore tipo verde.

Babbo Natalo era bianco e rosso prima della Coca Cola

Non voglio dilungarmi sull'origine di Babbo Natale, c'è già Wikipedia per questo. Vorrei invece soffermarmi sulla leggenda che vorrebbe Papà Natale vestito di Rosso per volere di una multinazionale americana. Prima che l'odiata Coca -Cola lo impiegasse nella sua famosa pubblicità del 1931 creata da Haddon Sundblom, ebbene esistono altri esempi di inizio 900' di Babbo Natale vestito in bianco e rosso.







Ovviamente c'è stato un periodo di sovrapposizione durante il quale il moderno personaggio di Babbo Natale coesisteva con altre figure e personaggi natalizi. Tuttavia, quel periodo era prima dell'era della Coca-Cola. Come osservato in un articolo pubblicato nel 1927 dal New York Times, la figura di Babbo Natale era identica a quella dei nostri tempi. L'articolo scriveva: Un Babbo Natale standardizzato appare ai bambini con i vestiti rossi, il cappuccio e la barbona bianca. Il sacco pieno di giocattoli, le guancione e il naso rosso.

Se poi si vuole essere ancor più precisi: nel 1923 un'altra marca di bibite gasate la White Rock rappresentava Santa Claus vestito di rosso e bianco con un bicchiere di bibita gasata in mano. Questo il link originale. Se proprio vi sta antipatica la coca col, c'è sempre una buona birra made in Italy! Alla prossima ciao.


mercoledì 30 novembre 2016

24 post per 24 giorni che parlano del Natale



Da domani 1° dicembre fino al 24 dicembre cercherò di scrivere un post al giorno che parla del Natale💓. Gli argomenti saranno tutti correlati alla festività che amo ancora di più. Si parlerà di film natalizi, viaggi in posti nordici, tradizioni di altri popoli a Natale e curiosità. Mi auguro che questa piccola rubrica possa interessare a tante persone che come me amano la magia del Natale. Poi come se non bastasse le luminarie nelle vie centrali della mia città mi ricordano che tutto è pronto per la grande attesa!
Sarà un successo o forse no? Poco importa, posso dire che proverò a trasmettere la mia passione verso questa festa che va al di là dell'aspetto religioso. È come un'emozione immensa desiderosa di abbracciare grandi e piccini. Il Natale, uno stato d'animo, un sogno senza fine. Enjoy!☺☺

martedì 8 novembre 2016

Canzoni di Natale? No, grazie

Tra un mese esatto, l'8 dicembre entrerà ufficialmente il periodo che ci accompagnerà al Natale😃, e per quanto a qualcuno possa dare fastidio rimane ancora la festa più importante in Italia. Eppure, come l'anno scorso sto iniziando a leggere alcuni post dove qualche ben pensante preferirebbe abolire le canzoni di Natale specialmente nelle scuole🙊 per rispetto di altre culture.



                               Il Natale da cancellare

A mio modesto parere trovo tutto ciò sopra ogni logica e abbastanza fastidioso: se non credete al Natale, non festeggiatelo nessuno vi obbliga, ma rispettate coloro che ancora amano questa festa e le sue tradizioni. Non c'è l'ho con nessun straniero, il mio discorso è al cospetto di quegli italiani radical chic, nati per odiare tutto ciò a che fare con la patria e di italiano. Essi destano la chiesa, di conseguenza anche il Natale; cercate invece di riconoscere il Natale come un momento di gioia di aggregazione con i propri cari, e ricordate il Natale è la festa dei bambini, l'unica in grado di far sognare anche i grandi. Ditemi che male c'è insegnare nelle scuole delle canzoni di Natale, hanno per caso un significato politico, incitano al razzismo? Non mi sembra, anzi tutto il contrario😶. 
Chi arriva nel nostro paese dovrebbe adeguarsi alle nostre tradizione è come un ospite quando va a vivere per qualche tempo in un'altra casa. Voi ben pensanti che amate la cultura e credete di essere più doti di altri, spesso non lo dimostrate affatto, siete chiusi nel vostro egocentrismo e odio impedendo a un altro connazionale di celebrare una festa come il Natale. Perciò d'ora in poi quando sarà Natale e ogni festa comandata se avete un po di coerenza andate a lavorare.

lunedì 11 gennaio 2016

Mi manca il Natale

Mi manca il Natale o forse l'idea di trascorrere le festività natalizie come se fossi dentro in una di quelle card con alberi di Natale, neve, bambini felici dove il tempo sembra essersi fermato. Perché dico questo? Probabilmente perché l'ultimo Natale non l'ho sentito colorato come in quelli passati. Eppure le vie della città erano splendidamente decorate: luci e figure a tema testimoniavano ancora l'appartenenza di noi occidentali nei confronti di questa festività.



Credo che una delle componenti che ha influito maggiormente sull'apatia di molte persone a quest'ultimo Natale è stata l'ondata di questo caldo anomalo che ha cancellato l'atmosfera magica che contraddistingue questa festività. Un Natale con il caldo mi ha fatto pensare alla città di Los Angels, troppo fredda (a livello umano). Mi manca la magia della vigilia di Natale quando la serata sembrava interminabile, non come questa volta volta che appena seduto a tavola già l'attesa era rivolta al 31 dicembre e gli auguri di Capodanno

domenica 10 gennaio 2016

11 cose da sapere che accadono nel mondo a Natale

Archiviate da poco le festività natalizie, in questa guida andremo a vedere 11 cose da sapere che accadono nel mondo a Natale. Un post forse che sarebbe dovuto uscire qualche settimana fa, ma come si dice 'meglio tardi che mai', nei confronti di Uun Natale 2015 snobbato da molte persone che hanno preferito la Befana al buon Babbo Natale.

                       Curiosità del Natale lontane da noi

1  - Negli Stati Uniti il Natale fino al 1836 era considerata una festa illegale perché risalente ad antichi riti pagani.

2 -  Ogni Natale Santa Claus riceve 1 milione di lettere da parte dei bambini di tutto il mondo. Il suo codice postale è 'Hoh Oho, Polo Nord, Canada.

3 - In base alle statistiche di Facebook il maggior numero di separazioni avviene nelle settimane che precedono il Natale.

4 - Durante le festività natalizia vengono venduti 28 set di Lego al secondo.

5 -  A novembre i norvegesi pagano metà delle imposte per avere più soldi a Natale.

6 - Il prosciutto di Natale è un piatto di origine pagana, fu approvato dalla chiesa cattolica come 'conversione sincera' dell'ebraismo.

7 -  In alcuni paesi del nord Europa i bambini ricevono i regali il 6 dicembre invece del giorno di Natale.

8 -  Ogni anno almeno 200 alberi di Natale prendono fuoco negli Usa.

9-  In Giappone è tradizione andare al KFC la vigilia di Natale.

10 -  In Nuova Zelanda è vietato trasmettere alla Tv pubblicità sul Natale

11 - Gli inglesi preferiscono dire Happy Christmas, perché nel 19° secolo la parola Merry era usata come sinonimo di insano.

mercoledì 23 dicembre 2015

Le 8 tradizioni più assurde a Natale fuori dall'Italia

Se credi di aver già visto tantissime stranezze nel corso della tua vita, beh aspetta un attimo, ti invito a leggere le 8 tradizioni natalizie più assurde a Natale fuori dall'Italia. Sinceramente non chiedermi il motivo, succede e basta, forse perché l'essere umano è una cosa astratta che ama fare delle cose senza un'apparente motivazione!



8 - Lancio delle scarpe con i tacchi  - Nella Repubblica Ceca le ragazze single lanciano le proprie scarpe il giorno di Natale, tra l'altro con le spalle rivolte verso la porta. Se la scarpa resterà in direzione dell'uscio di casa, allora vorrà dire che entro l'anno prossimo ella non sarà più single ma sposata.

7 -  Giappone cena al KFC la notte di Natale -  Già sapere che esistono dei KFC in Giappone suona abbastanza strano, poi venire a conoscenza che i giapponesi per la viglia di Natale vanno a mangiare il pollo al KFC ti lascia senza parole. A quanto sembra, il famoso take away tra il 24 e 25 vende qualcosa come 240.000 polli fritti. Molti giapponesi lasciano il loro nome per non rimanere senza chicken.

6 - Finlandia: dormire nel pavimento il 24 dicembre- È noto come il freddo abbia il potere di far venire sonno alle persone: in Finlandia in concomitanza della Vigilia di Natale molti finlandesi amano dormire sul pavimento. Vuoi sapere il motivo? Perché secondo le popolazioni locali la notte del 24 dicembre i morti utilizzano il letto dei loro cari; una sorta di Halloween in pratica.

5  - Pattini a rotelle in Venezuela -  La vigilia di Natale i bambini vanno a dormire con una corda legata al loro alluce, l'altro pezzo di corda pende fuori dalla finestra. La mattina del 25 per andare a messa mettono i pattini a rotelle.

4- Ucraina: albero di Natale decorato con le ragnatele  -  Le ragnatele sono un must delle decorazioni natalizie in Ucraina. La tradizione è stata presa da un antico racconto popolare in cui una donna era troppo povera per avere delle decorazioni da appendere nel suo albero di Natale. La mattina seguente quelle ragnatele diventarono degli splendidi fili d'oro.

3 -  Nascondere le scope in Norvegia -  La vigilia di Natale le donne in Norvegia nascondono la loro scopa perché hanno paura che vengano rubate, magari dalla Befana.

2 -  Galles: la celebrazione del teschio di cavallo. Il Mari Lwyd è una stranissima tradizione che si celebra a Natale in Galles, in particolare nelle contee del Glemorgan e Gwent. Il rito consiste di far girare un teschio di cavallo per le strade.

1 - Fucile d'assalto in Arizona -  Ogni Natale lo Scottsdale Gun Club ospita l'evento "Babbo Natale e mitragliatrici". Così le persone si siedono in braccio a Santa Claus e scelgono il loro fucile d'assalto.

foto wikipedia.org - https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en


7 film cinici sul Natale

In prossimità delle festività più importanti è possibile trovare in molti blog dei suggerimenti che riguardano le più belle canzoni, film o libri da leggere a tema con quella festa; poiché manca davvero poco a Natale 2015 prendo la palla al balzo scrivendo un post un po atipico e controcorrente 7 film cinici sul Natale. Già perché non tutte le pellicole natalizie devono per forza rappresentare il solito cliché con la neve e la famiglia felice. Se anche tu ti senti stanco di vedere tutti gli anni i soliti film tipo: Miracolo nella 34 esima strada, A Christmas Carol, ti invito a continuare a leggere questa lista.













1 - Babbo Bastardo -  Willie e Marcos sono una coppia specializzata in furti presso i grandi magazzini durante il periodo natalizio. I due compari vengono ingaggiati come Babbo Natale (Willie) e Elfo (Marcos) in un centro commerciale. C'è solo un problema: Willie è sempre ubriaco anche quando veste i panni di Santa Claus.

2 - Gremlins-  Diretto da Joe Dante, il film quando uscì ebbe un grande successo. Billy riceve per Natale un mogwai di nome Gizmo, un misterioso animaletto che il padre, un folle inventore, ha comprato in una bancarella di Chinatown. Billy dovrà rispettare alcune regole tra le quali: mai fare bagnar il mostriciattolo. 

3 - Pranzo di Natale -  Tre sorelle non hanno molte occasioni per frequentarsi se non per le vacanze di Natale. Ma come spesso accade inizieranno da subito i primi dissapori già con la preparazione del pranzo di Natale.

4  - Brian di Nazareth - Una sorta di parodia sulla nascita e vita di Gesù. Anche Brian è nato lo stesso giorno di Gesù in una capanna accanto alla grotta del bambinello.

5 - Nightmare Before Christmas  - Film d'animazione di Tim Burton, non so neanche perché l'ho voluto mettere in questa lista. Ma mi è sembrato doveroso farlo, forse perché all'interno della pellicola viene evidenziata la contrapposizione della città tetra di Halloween con quella del Natale.

6 - Eyes Wide Shut - Diretto da Kubrick vede come protagonisti l'ex coppia Tom Cruise e Nicole Kidman interpretare dei personaggi di poca virtù che presenziano a una sontuosa festa pre natalizia.

7 - Go - Una notte da dimenticare - Tre ragazzi lavorano nello stesso supermercato la vigilia di Natale, ognuno con delle vite difficili e poca voglia di festeggiare il Natale in serenità.

martedì 23 dicembre 2014

I 5 migliori siti di Babbo Natale

Anche Babbo Natale va a passo con i tempi, quindi non dovete essere sorpresi di trovarlo online. Se avete intenzione di mandargli un email o siete curiosi di assistere al percorso che domani Santa Claus farà con le sue renne, ti elenco I 5 migliori siti di Babbo Natale.

1) NORAD Tracks Santa: Google Earth in 3D segue il viaggio di Babbo Natale in tutto il mondo, Il grande evento ha inizio alle 14 del pomeriggio ore italiane. Non dimenticate di collegarvi

2) Portablenortpole.com: Un sito dove Santa Claus risponde in streaming ai bambini. Voi stessi potete creare un video all'interno del sito in 3  semplici steps.

3) San Nicola ci parla di Babbo Natale: Se amate le storie e leggende di Natale.  Il Sito St. Nicholas è il più culturale tra tutti quelli dedicati a Babbo Natale.

4) Santatracker: Negli ultimi anni è diventato sicuramente  il sito più visitato di Babbo Natale. L'anno scorso migliaia di persone ( io compreso) si sono connesse per assistere al viaggio di Santa Claus intorno al mondo. All'interno del portale potete visitare il villaggio di Babbo Natale. Ogni giorno ci sono giochi nuovi. Per esempio nella sezione translate si ha l'opportunità di ascoltare Buon Natale, Auguri e Buon Anno in tutte le lingue del mondo! Wesołych Świąt i szczęśliwego Nowego Roku ( auguri in polacco).

5) Santa Claus live: Anche in versione in italiano. Potete mandare una lettera o incontrare Babbo Natale  a questo indirizzo: Joulupukin Kammari, Joulupukin Pajakylä, Joulumaantie 1, 96930 Rovaniemi

domenica 21 dicembre 2014

Santa Claus nell'est Europa: ecco tutti i nomi

Santa Claus ( Babbo Natale) nell'est Europa è chiamato  in vari modi, e ogni paese ha una storia diversa da raccontare per il vecchio Papa Natale. Per alcuni, la figura di Santa Claus è connessa direttamente  alla leggenda di San Nicola, che come da tradizione arriva il 5 o il  6 dicembre per regalare dolci ai bambini. Altri invece aspettano qualche settimana più tardi, il 24 dicembre. Ma l'uomo barbuto che con il suo sacco scende dal cammino non si chiama Santa Claus: egli è nominato Grandfather Frost or Baby Jesus (Nonno Gelo o Gesù Bambino). Mentre altri bambini dovranno aspettare il giorno di Capodanno per scartare i loro doni. Di seguito ecco tutti i nomi  Santa Claus nell'est Europa:

Russia: Ded Moroz (Nonno Gelo), è un signore anziano di stazza imponente accompagnato da una bella fanciulla fatta di neve chiamata Snegurochka. La loro dimora è al nord della Russia, Veliky Ustyug.

Repubblica Ceca: Nel precedente articolo avevo parlato delle tradizioni natalizie in Repubblica Ceca. Chi consegna i regali è Ježíšek (Gesù Bambino).

Ungheria: Mikulás (Nicholas), Télapó (uomo vecchio dell'inverno), Jézuska o Kis Jezus (Gesù Bambino). Sono loro le tre figure incaricate a consegnare i doni ai bambini. Ma ognuno in tre periodi precisi invernali: Mikulás (Nicholas) 6 dicembre. Télapó durante le vacanze invernali. Jézuska o Kis Jezus la vigilia di Natale.

Croazia: Come in altri paesi dell'est Europa anche in Croazia per le feste di Natale ci sono tre personaggi che rappresentano le varie fasi dell'inverno:
Sveti Nikola (San Nicola) riempie le calze con dolcetti il 6 dicembre. Djed Mraz (Nonno Gelo) il Babbo Natale croato. Djed Božičnjak (Nonno Natale). Arriva il giorno di Santa Lucia.

Polonia: Mikulaj a volte si vede il giorno di San Nicola e la vigilia di Natale. In alcune regioni, invece è Gwiazdor a portare i regali ai bambini.

Bosnia: Il nome di Babbo Natale in Bosnia è Djeda Mraz ( Nonno del freddo)

Bulgaria: (Dyado Koleda - Babbo Natale) Дядо Мраз (Dyado Mraz - Nonno Gelo)

Albania: Babagjyshi i Krishtlindjeve (Nonno Natale). Babadimri (Nonno Inverno)

Lituania: Senis Saltis (Uomo Vecchio del Freddo) Kalėdų Senelis (Babbo Natale)

Macedonia: Dedo Mraz ( Nonno gelo)

Slovacchia: Come per la Repubblica Ceca puoi leggere l'articolo '' Come si celebra il Natale in Slovacchia e Repubblica Ceca. Mikulas .Ježiško. Dedo Mraz (Nonno inverno).

Slovenia: Sveti Nikola (Saint Nicholas) Dedak Mraz (Grandfather Frost)

Romania: Moş Crăciun (Babbo Natale). Moş Nicolae (Padre Nicholas). Moş Gerilă (Nonno Gelo).

Serbia: Deda Mraz - (Nonno Gelo) Božić Bata - (Fratello Natale )

Ucraina: Svyatyy Mykolay. ( San Nicola) Did Moroz - (Nonno Gelo).

LettoniaZiemassvētku vecītis (Babbo Natale

Estonia: Jõuluvana (Babbo Natale)


venerdì 19 dicembre 2014

Come si celebra il Natale in Slovacchia e Repubblica Ceca

Come si festeggia il Natale in Slovacchia o nella vicina Repubblica Ceca? Vediamolo insieme prendendo spunto un articolo tratto dal famoso blog about.com.


Tradizioni natalizie in Slovacchia

Ovviamente  le tradizioni natalizie in Slovacchia sono accomunate a quelle della Repubblica Ceca. Natale in Slovacchia cade il 25 dicembre come negli altri paesi di religione cattolica e protestante. Tra gli eventi da non perdere: il mercatino natalizio di Bratislava che rimane aperto nella capitale, tutto il mese di dicembre.

Vigilia di Natale

In genere gli slovacchi aspettano la vigilia di Natale per addobbare il loro albero. Un occasione per riunire tutta la famiglia e mangiare dolci (wafer). Il menù del cenone prevede la carpa di Natale cucinata assieme ad altri alimenti tradizionali slovacchi. A mezzanotte Ježiško (Gesù Bambino), porta i regali ai bambini e li mette sotto l'albero. Immancabile anche la figura di Babbo Natale che in Slovacchia viene chiamato  Dedo Mraz ( Padre gelo). Di solito famiglia e parenti trascorrono insieme anche il giorno di Santo Stefano.

Come si festeggia il Natale Repubblica Ceca

Specialmente a Praga per la festa più bella dell'anno i cechi e turisti hanno la possibilità di assistare a moltissimi eventi collaterali: vedere il bellissimo albero di Natale situato nella Città Vecchia della capitale,il mercato natalizio di Praga famoso in tutta Europa, e andare a pattinare sul ghiaccio nella città vecchia. Come in Slovacchia per la cena della vigilia si usa mangiare la carpa che viene tenuta viva nella vasca da bagno prima della cottura.

Vigilia di Natale 

L'albero di Natale è un momento molto importante per le famiglie della Repubblica Ceca. A differenza di altri paesi, i cechi addobbano il loro album ancora in modo tradizionale con dolci e frutta. A Natale nella Repubblica Ceca è Gesù Bambino (Ježíšek) piuttosto che Babbo Natale incaricato a portare i regali ai bambini. La leggenda vuole che Gesù Bambino abita in montagna, nella città di Boží Dar. Allo scoccare di un campanellino i bambini tornano nella stanza dove è stato addobbato l'albero per scartare i loro doni. Prima però il 6 dicembre è St. Mikulas, o San Nicola che regala qualche balocco ai più piccoli. La vigilia di Natale e il giorno della natività culmina con la messa di mezzanotte, e pranzo con la famiglia riunita.

mercoledì 17 dicembre 2014

Cosa mangiavano a Natale nel Medioevo e altre tradizioni

A sette giorni dal Natale oggi voglio parlarti di come veniva festeggiato, e sopratutto cosa mangiavano nel Medioevo! Scopriremo se il modo di celebrare la festa più bella dell'anno è cambiata nel corso dei secoli, oppure se ancora ci portiamo dentro molto delle tradizioni medievali! Dal ceppo natalizio di origine pagana ai dolci!

Come  mangiavano a Natale nel Medioevo

Anche gli antichi inglesi, come gli stessi celti e popoli del nord usavano preparare dolci e altre ricette per il solstizio di inverno che si verifica  12 giorni a cavallo tra il 25 dicembre e il 6 gennaio (12 giorni). Non potevano mancare le bevande calde (di solito una miscela di birra, miele e spezie) bevuta da una grande brocca per brindare assieme a parenti e amici '"Drinc Hael' ( bere e stare insieme). Poi si mangiava il Mince pies una tortina ripiena di cannella, chiodi di garofano e noce moscata. Si diceva che veniva preparata in onore dei tre doni dati a Gesù bambino dai Magi. Ovviamente, il piatto principale almeno a Natale era la carne. Piatti a base di selvaggina possibilmente con carne e cuore di cervo, anche il cervello andava bene. Mentre il signore mangiava esclusivamente tagli prescelti. L'agnello o il maialetto entreranno a fare parte della cucina a Natale solo qualche secolo più tardi. Ma sicuramente è un piatto più radicato nella nostra cultura ( specialmente sud Italia) che nord Europa. In epoca vittoriana il budino di Natale si è evoluto da quello medievale denominato frumenty. A proposito d'Italia uno dei dolci che rappresenta il nostro Natale è il panettone. Il pane dolce Milanese è stato inventato da Messer Ughetto degli Atellani, un falconiere che abitava nella Contrada delle Grazie a Milano nel 1400. La storia narra che l'uomo si era innamorato della figlia di un fornaio Adalgisa. Ughetto si fece assumere dal padre della giovane e in suo onore invento un nuovo dolce

Tradizioni medievali a Natale


  • Albero di Natale - Da sempre l''albero rappresenta la vita, il simbolo più importante di ogni cultura pagana. La quercia in particolare, è stata venerato dai Druidi. Nell'antica Roma i romani pensavano che gli alberi sempreverdi potessero avere dei poteri speciali, e venivano utilizzati per la decorazione a simboleggiare il ritorno della vita in primavera. Per i vichinghi: abeti e frassini  erano dei porta fortuna. Natale. Poi ecco il primo albero di Natale risalente al XVI secolo decorato in Germania con fiori di carta.
  • Divertimento -  Specialmente la viglia di Natale, le famiglie si riunivano intorno al fuoco dove il capo famiglia raccontava storie tramandate dai loro nonni. 

sabato 13 dicembre 2014

Come si celebra il Natale in Germania: mercatini natalizi, buon cibo e tanto altro

Hai deciso di trascorrere le vacanze di Natale in Germania? Allora ti invito a continuare a leggere il post su come si celebra il Natale in Germania, alla scoperta di meravigliosi mercatini di Natale, festival invernali che fanno parte delle tradizioni più importanti di questa bellissima terra.

1 - Mercatini di Natale tradizionali: Da Berlino alla Sassonia alla regione di Brema, in quasi tutte le città tedesche potrai visitare un mercatino di Natale. All'inizio nel 15° secolo erano delle vere e proprie fiere invernali. La città di Dresda ha il più antico mercatino di Natale della Germania, che risale al 1434. Ma ben presto i mercati sono diventati una tradizione natalizia, e un ottimo modo per celebrare la festa più bella dell'anno. Nelle bancarelle dislocate nelle piazze della città potrai trovare: decorazioni natalizie fatte a mano, gustare dell'ottima gastronomia locale, il tutto arricchito da canti di Natale e  bere vino caldo speziato. Tra i piatti migliori devi assaggiare:

  • Lebkuchen - biscotti di pan di zenzero
  • Glühwein – vin brulè
  • Nürnberger Rostbratwürste - piccole salsicce
  • Stollen - Pane tradizionale tedesco di Natale con frutta secca, noci, spezie e zucchero a velo
  • Bratäpfel - mele cotte
  • Gebrannte Mandeln - mandorle tostate
  • Maronen - caldarroste
  • Marzipanbrot -  marzapane

2 - Albero di Natale: L'usanza in Germania di addobbare un albero a Natale  risale al  16 ° secolo.  Inizialmente il 24 dicembre i piccoli abeti venivano decorati con mele, noci, e fiori di carta. Si narra che fu la chiesa riformista di Martin Lutero a mettere per primo le candele sul suo albero di Natale.

3 - Ghirlande: Un altro simbolo tradizionale del Natale tedesco è la ghirlanda o corona d'avvento. Per le 4 settimane che precedono il 25 dicembre, le famiglie inseriscono una candela. La corona di Avvento è stato inventata da Johann Hinrich Wichern, un pastore tedesco, fondatore di un orfanotrofio ad Amburgo nel 1833.

4 - Vigilia di Natale: Il 24 dicembre per molti è la notte più magica dell'anno. In Germania i bambini  i solito aspettano proprio la vigilia di Natale per vedere illuminato il loro albero. La notte vengono scambiati i regali, e molte persone vanno alla messa di Natale. La cena tradizionale è chiamata Weihnachtsgans, a base di oca, servita di solito con gnocchi e cavolo rosso.

5 - Natale Santo Stefano: Il 25 dicembre e il 26: negozi e uffici sono chiusi. Le persone vanno  a visitare gli amici e parenti, oppure guardano film di Natale. Immancabile le mangiate abbondanti.

giovedì 5 dicembre 2013

Le più belle idee regalo per lei

Natale è ormai vicinissimo e bisogna assolutamente cominciare a farsi venire in mente qualche idea regalo per le nostre lei, siano esse amiche, sorelle, mamme, nonne o fidanzate! Se non sapete cosa inventarvi, perché ormai avete esaurito la scorta d’idee, ecco qualche consiglio per voi.

Borse, vestiti, accessori, magari anche un gioiello casual può essere il regalo perfetto per le vostre amiche o per vostra sorella. Ma anche un bel profumo! Chi meglio di voi, che conosce così bene i suoi gusti e cosa le sta meglio addosso? E naturalmente, per tutte le appasionate di bellezza e make up, le idee regalo per Natale di questo tipo sono infallibili.
Se invece quella che volete regalare è un’esperienza, il biglietto per un concerto o per uno spettacolo potrebbe essere un’idea originale e sorprendente, che unisce il regalo a un bel momento trascorso insieme.

Se siete alla ricerca di un’idea romantica per la vostra lei, allora lasciate libero spazio alla fantasia: un giro in mongolfiera, un weekend a sorpresa (vi potete far raggiungere all’aeroporto, dove l’aspetterete con i bagagli già pronti), oppure un’escursione in elicottero potrebbero essere alcune idee per un regalo davvero indimenticabile.
Nel caso in cui a ricevere un regalo è la vostra mamma, qualcosa di più sobrio e prezioso sarà probabilmente la soluzione migliore. Un gioiello, come ad esempio un ciondolo d’argento, o una bella spilla possono essere dei bellissimi regali, preziosi e simbolici, magari legati a qualche ricordo o a qualche vecchio momento passato insieme. Se invece la vostra mamma è particolarmente dinamica ed estrosa, potete pensare a qualche “gioiello” hi-tech, come un nuovo telefonino per tenersi in contatto con voi via chat, oppure un i-Pad con qualche applicazione già scaricata da voi ad hoc.

E non dimentichiamoci delle nonne! Fare un regalo a una nonna è sempre un po’ più difficile, perché le generazioni sono molto diverse, come anche i gusti e le necessità. Un oggetto per la casa sarà sempre apprezzatissimo, o qualche originale utensile da cucina, sempre apprezzato dalle nonne di tutti i tempi.


mercoledì 26 dicembre 2012

John Lewis e il suo pupazzo di neve continua a commuovere il web- video bellissimo

Anche  un pupazzo di neve può avere un cuore e un'anima che vuole e cerca amore . John Lewis, l'ideatore del spot natalizio 2012 continua a commuovere gli utenti di Youtube ogni Natale. Il protagonista il pupazzo di neve parte per un avvincente viaggio solitario e  lascia la sua fidanzata da sola ad aspettarlo. Una storia che  può rappresentare le vicende di uomini in tempo passato che partirono per cercare lavoro, ma che con il cuore affranto, l'amore della loro vita aspettava a migliaia di km di distanza. 

Vedere un pupazzo innamorato che intraprende un lungo viaggio è stato sinceramente emozionante, forse perché tutti noi conosciamo cosa voglia dire amare, e quale profonda nostalgia si cela nel nostro cuore,  di non avere in quell'istante o per un lungo periodo per (lavoro, o altro), colei/u che amiamo ma non è vicino a noi.

Quella lastra di ghiaccio aveva un  cuore, un desiderio un sogno .  Per fortuna il video è a lieto fine, l'amore, è riuscito a sconfiggere la lontananza, e le avversità. I due pupazzi di neve felici  si rincontrano per vivere assieme la magia del Natale.

giovedì 20 dicembre 2012

Christmas countdown 2012 - Un simpatico widget da mettere nel nostro blog

Avete il Natale nel cuore? Vorreste abbellire il vostro blog  con qualche cimelio multimediale natalizio? Christmas countdown 2012 è sicuramente uno di quelli. Per prelevare il codice e copiarlo nel blog dovete andare a questo link codice countdown 2012 Il resto è davvero semplice, scegliete la figura con le immagini animate  che più vi piace: Babbo Natale con le renne, in volo o a terra, il presepe, o il pupazzo di neve.
Nel sito potete trovare nelle categorie  images  foto e cartoline  di Natale!  Più facile di così


Christmas Countdown

giovedì 22 novembre 2012

Guida per il regalo perfetto per lei a Natale

Per quanto il freddo tarda ad arrivare e l'atmosfera sembra ancora più primaverile che invernale, tra 1 mese e 3 giorni sarà Natale.  Tutti, come tradizione vuole a fare i regali negli ultimi giorni prima dell'evento, non sapendo esattamente cosa andare a cercare. Poi quando si tratta di fare un regalo: a una donna o alla propria compagna diventa tutto più difficile, il cervello inizia a elaborare dati e pensare una frase che ci ricorda cosa le piace, di quale siano i suoi interessi. Ma capita che tutto questo per molti sia entrato in un orecchio e uscito dall'altro, a questo punto serve il fattore sorpresa, perché si potrebbe rischiare di fare una brutta figura con qualche regalo indesiderato.

Non esistono tante strategie per fare un regalo in pratica possiamo appigliarci a 2 solamente: farci accompagnare a fare shopping con lei e capire cosa le piace,  ma addio sorpresa, oppure  farle almeno una domanda banale del suo colore preferito, per poterci indirizzare a un oggetto o un vestito di quel colore.

Riuscendo a capire quale sia il suo interesse nascosto allora faremo un figurone, riusciremo a sorprenderla sicuramente.  Io sconsiglio di comprare roba tipo un paio di scarpe per quanto le avete pagate molto, queste sono troppo personali. 

Mentre invece ci sono oggetti, quelli detti evergreen, dove andrete al sicuro. Di seguito  vi segnaliamo quelli che non passeranno mai di moda:

- Una borsa

L'universo femminile ama le borse, un oggetto che è sempre con loro. Per trovare le più trendy  potete fare una ricerca su internet o in siti come ebay, dove troverete sicuramente delle offerte interessanti.

- Un gioiello

Il gioiello permette di scegliere tra una vasta gamma di oggetti: orecchini, collane, ciondoli, anelli.

- Un prodotto di bellezza

Qua  avrete bisogno di maggiori informazioni. Ma potete andare sul sicuro su prodotti classici come un rossetto di Chanel n°5 quello di colore rosso.

Buon shopping!