Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: musica
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

sabato 23 gennaio 2021

Max Pezzali: le 15 Canzoni più Significative e Belle del Cantautore

Con le sue canzoni Max Pezzali è stato un simbolo di una intera generazione, specialmente quella degli anni 90'. I suoi testi, racconti di vita quotidiana, degli ultimi o di quegli 'sfigati' che come la gran parte dei ragazzi sognavano la bella del gruppo, che quasi sempre preferiva il fighetto di turno. Scegliere 15 canzoni solamente del buon Max nella sua quasi trentennale carriera è limitativo, ma ritengo che alcuni delle sue hits abbaino un sapore particolare, colorate da testi importanti, anzi oserei dire dei veri capolavori.

Le 15 Canzoni più Significative e Belle di Max Pezzali

1) Con un Deca (Album 'Hanno ucciso l'Uomo Ragno): Negli anni 90, nel gergo giovanile si indicava la banconota delle 10 mila lire, che riportata alle 10€ attuali non è sufficiente neanche per invitare una pizza. La città di cui parla il testo è sicuramente Pavia, città natale del cantautore.


2) Come mai (Album 'Nord Sud Ovest Est): Chi almeno una volta nella vita non ha cantato sotto la doccia questa canzone?. Il testo rappresenta quello di cui noi tutti abbiamo vissuto, l'essere innamorati. L'amore che rende speciali, per alcuni filosofi deboli e ti lascia quasi in stato di ipnosi aspettando che lei ti invii un messaggio.


3) Nord Sud Ovest Est (Album 'Nord Sud Ovest Est): Un viaggio che il cantautore compie per ritrovare la sua amata, un viaggio dove sarà prova anche per la ricerca di se stesso!


4) Weekend (Nord Sud Ovest Est): Altra hits sfornata all'interno di questo mitico album. Weekend narra la noia che un weekend può dare a dei ragazzi che vivono in una piccola città. Giri in centro per vedere le solite facce.


5) Ti sento vivere ( Album 'La donna il sogno & il grande incubo'): Canzone dall'amore introspettivo. Un amore di un ragazzo che non ha il coraggio a comunicare il suo sentimento a colei. Ogni discorso sempre tu, ogni momento di sento sempre più.

6) Io ci sarò (Album Gli anni'): Altro cavallo di battaglia degli 883, pubblicato nella raccolta Gli anni. Se tu ci sarai, io ci sarò. Il brano fu eseguito il 21 luglio 1998 a Milano per il concerto in Piazza Duomo



7) Gli anni (Album 'La donna il sogno & il grande incubo'): Una delle canzoni più famose di Max Pezzali. Gli anni raccontano la nostalgia per il mito della giovinezza di quegli anni, trascorsa tra i successi del grande Real Madrid, le puntate della serie TV Happy Days con il divertente Ralph Malph e la sua compagnia di amici scanzonati. Il tema assoluto è la nostalgia di un tempo che non tornerà, di amici che hanno preso differenti strade.


8) Finalmente tu (Album 'La dura legge del Gol'): Canzone alla quale sono molto legato, portata al successo da Fiorello nel Festival di Sanremo del 1995. La versione cantata da Max è nettamente più corta 2'45. Testo coinvolgente.


9) Nessun Rimpianto: (Album 'La dura legge del Gol): Un amore finito, un amore che continua a tormentarti. Come dice il testo 'Solo che non va proprio così, ore spese a guardare gli ultimi'.


10) Se Tornerai (Album 'La dura legge del Gol):  La canzone è dedicata ad un amico di vecchia data di Max, stroncato dalla droga.


11) Grazie Mille (Album 'Grazie Mille'): Un vero inno alla Vita. Per ogni giorno, ogni istante che sto vivendo grazie mille!


12) Nient'altro che Noi ((Album 'Grazie Mille'): Dedicata per colei che quotidianamente ci regala un'infinità di emozioni. Vissuto accanto al proprio amore, perché al mondo mi ha dato cosi tanto, quando siamo Nient'altro che Noi


13) Eccoti ( Album 'Il mondo insieme a Te'): Quando pensi che tutto sia perduto, ecco il miracolo, quell'amore che aspettavi da tanto tempo. 'Sei il primo pensiero che al mattino mi sveglia, l'ultimo desiderio che la notte mi culla'.


14) Il mio secondo tempo (Album 'Terraferma'): Canzone ispirata alla nascita Hilo, il figlio di Max.


15) L'Universo Tranne Noi ( Album 'Max 20'): Singolo estratto dall'album Max 20. Il testo racconta di un vecchio amore incontrato per caso,

sabato 16 gennaio 2021

Le 20 Canzoni dei Green Day che hanno fatto Storia

Quali sono le 20 migliori canzoni dei Green Day? Beh difficile dirlo, ma ce ne sono alcune che hanno fatto storia suddivise in più di 12 album pubblicati dalla band. Basta pensare Dookie o American Idiot - album carichi di successi, suonati e cantati da centinai di gruppi. Fatevi un giro su You Tube, digitate: Green Day Cover per rendervi conto quante persone abbiamo pubblicato un video dove interpretano una delle loro canzoni. Senza ulteriori indugi vediamo di eleggere le 20 canzoni dei Giorni Verdi che sono entrate a far parte nella storia della Musica.
https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Sven0705
https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Sven0705

1) Basket Case: Una vera Hit uscita nel 1994 dall'album Dookie, terzo album della Band. Il testo della canzone e stesso video rappresenta i disturbi d'ansia e panico che in quel periodo stava attraversando Billie Joe.

2) When I come Around: Per certi versi, forse è anche più cantata della stessa Basket Case.

3) Longview: Nel terzo gradino del podio, ecco un altro singolo tratto da Dookie. Se non erro,Longview fu lanciata prima di Basket Case. Il testo fece scalpore per le tematiche riportate .....

4) Wake me Up When September End: Una ballata stupenda in un grande album come American Idiot, A quanto pare la canzone parla della morte del padre di Billie Joe, per quanto nel video viene raccontata la guerra.

5) Good Riddance (Time Your Life): Estratta all'album Nimroad, Good Riddance si presenta come una canzone intima, minimale e acustica. Tanto per cambiare il testo racconta l'ennesimo amore finito per il frontman della band.

6) Going to Pasalacqua: Siamo quasi alle origini, o perlomeno al primo album 39/Smooth. Canzone energica punk rock con testo prevalentemente adolescenziale di un amore finito.

7) 2000 light Years Away: Correva l'anno 1992 quando uscì il secondo album dei Green Day e il loro singolo 2000 light Years Away. Ricordo ancora un loro concerto del 1994 a Chicago, dove proprio in questa canzone viene accidentalmente tolto il cavo della chitarra di Billie Joe, e lui inizia a infierire contro il cameran.

8): Stuck with Me: Dopo il successo mondiale di Dookie, per i Giorni Verdi non era facile riconfermarsi, eppure è riuscito a vendere 8 milioni di dischi. Riguardo alla canzone, la lirica parla di un tormento interiore di Amstrong.

9) Walking Contradiction: Non sapevo in che posizione metterla, ma questa canzone, se pur scanzonata ha il suo perché. Peccato che la band non la proponga quasi mai nei concerti.

10) She: Una delle canzoni alla quale sono più legato: tre gli accordi principali - ma il ritornello ti entra in testa e quando la impari la vorresti sempre suonare. Per la cronaca, si trova in Dookie.

11) Waiting: Singolo estratto dal sesto album Warning. Album che si contrappone a tutti gli altri come cambio di stile e venature Pop. Questo cambio è stato necessario per la pubblicazione di American Idiot.

12) Minority: Una canzone di protesta contro la Moral Majority - l'organizzazione conservatrice statunitense.

13) Macy's Day Parade: Ma quanto è bella questa canzone? Non siete d'accordo. Tratta sempre dall'album Warning, il tema principale è la tendenza della società moderna di preferire il materialismo alle emozioni.

14) 21 Guns: Pubblicato il 25 Maggio del 2009, diventò un vero tormentone come del resto tutto l'album. La canzone rappresenta il patriottismo e il saluto a 21 colpi che viene normalmente fatto per i militari caduti.

15) Holiday: Con American Idiot, i Green Day hanno fatto intendere quale fosse il loro pensiero politico. Holiday contiene alcune parole che accusano il presidente, a quel tempo, George W. Bush, di essere un fascista.

16) Jesus of Suburbia: Tratto da America Idiot, con i suoi 9:05, una delle canzoni più lunghe dei Green Day. Presto divenne l'inno americano degli idioti.

17) Boulevard of Broken: Secondo singolo estratto da America Idiot, è stato il pezzo più fortunato e ascoltato dell'album. Il testo cita per la prima volta Jimmy, di cui si parlerà più esplicitamente nel singolo "St. Jimmy"; egli è un ragazzo che si trova in un periodo di confusione psicologica, di tristezza e solitudine.

18) American Idiot: La canzone è considerata una polemica verso il presidente degli Stati Uniti George W. Bush e verso la sua politica che, secondo loro, è basata sui media e l'alienazione.

19) Church On Sunday: In puro stile Green Day, per il resto andata in chiesa la domenica!

20) ST. Jimmy: Jimmy è uno dei personaggi del Green Day creato per raccontare la loro storia. Il ragazzo è dipendente dal mondo perverso.

venerdì 6 novembre 2020

26 anni senza Kurt Cobain: 8 cose che hanno cambiato la sua vita per sempre

Sembra incredibile eppure sono trascorsi già 26 anni dalla scomparsa di Kurt Cobain. Ogni tanto mi chiedo quale sarebbe stato il cammino artistico di Kurtd. Sono certo che negli anni 2000 avrebbe iniziato un percorso musicale da solo, scrivendo musica più intima in stile songwriter. Purtroppo le circostanze hanno voluto che questo non accadesse, è noi suoi ancora affezionati fans possiamo soltanto fare delle supposizioni. Dal rovescio della medaglia, si vocifera che Kurt avesse già pronto un album solista. Se questo fosse vero sarebbe giusto che il possessore o chi ha un demo lo condividesse con il resto della community. La musica è mezzo potentissimo di comunicazione, non è possibile nasconderla o chiuderla a chiave, perché si ha timore di parlare di quell'artista.

Te ne sei andato troppo in fretta, ricordo ancora era gennaio del 1990 quando ordinai da un catalogo Bleach. Comprai quell'album senza sapere chi fossero i Nirvana, ma probabilmente era già tutto scritto che sarebbero diventati il mio gruppo preferito. A quei tempi ero un adolescente che cercava la sua via di fuga, spesso riuscivo a trovarla grazie alla musica. Poi l'illuminazione con la musica dei Nirvana, con quella voce incredibile del suo leader che ti entrava dentro, impossibile da farne a meno. Ma non conoscevo nulla al riguardo della vita di Kurt, solo dopo Nevermind ho iniziato a comprare dei libri su di lui, il suo diario e altro ancora. Ho iniziato a comprendere che i suoi testi non era soltanto un inchiostro buttato su un foglio bianco: erano un varco che conduceva al dolore, alla frustrazione e rabbia di aver visto i suoi genitori separarsi, dall'impotenza di subire del bullismo dentro una classe. Solo in mezzo agli altri, innamorato e felice di aver trovato una ragazza, ma allo stesso tempo con la paure dell'abbandono. Una vita al limite sopratutto a livello mentale - eri troppo avanti per gli altri. We love You Kurtd!

8 passi fondamentali della vita di Kurt Cobain

1) Nel 1974 a 7 anni per il suo compleanno gli fu regalata la sua prima chitarra. Magari senza quel dono, Kurt avrebbe preferito un altro strumento e non avrebbe in seguito scritto canzoni.

2) Il divorzio dei suoi genitori fu un trauma per il giovane Kurtd, una ferita mai emarginata, che l'ha portata a dire life suck.

3) Senza la sua prima ragazza Tracy Marander, forse Kurt non avrebbe trovato un'ancora di salvezza e recuperato quell'amore che gli fu escluso sin da bambino.

4) Il matrimonio con Courtney Love è stato la rovina della sua carriera e della sua esistenza.

5) L'amico immaginario Boddah è stato una costante nella vita di Kurt, fino al suo ultimo giorno. Bodday fosse un alieno?

6) Roger Buzz Osborne dei Melvins ha plasmato lo stile musicale di Kurt. Buzz, un vero mentore per Cobain.

7) I Fecal Matter, la prima band di Kurt, l'embrione dei Nirvana.

8) Nel 1986 l'incontro con Krist Novoselic segnò la vita di entrambi.





giovedì 19 gennaio 2017

Festival di Sanremo: canzoni che meritavano di vincere dal 92 al 2016


Tra meno di un mese torna Sanremo, il festival della canzone italiana: uno dei programmi televisivi più odiati a detta di tanti, ma che stranamente in ogni edizione riesce sempre a raggiungere ascolti record. Ad ogni modo, il mio post non vuole parlare dello share di Sanremo ma delle canzoni che secondo me meritavano di vincere il Festival dal 1990 al 2016. Come sempre, è solito lasciare giudizi contrari tutte le volte che viene decretata la canzone vincitrice. In effetti, certe volte anch'io mi sono chiesto come mai quella canzone non fosse arrivata prima ... 

 Festival di Sanremo 1990: Vincitori della categoria Campioni furono i Pooh con Uomini Soli. Devo dire che sono d'accordo con il verdetto, anche se Vattene amore di Amedeo Minghi&Mietta aveva una marcia in più.

 Festival di Sanremo 1991: Primo Riccardo Cocciante con Se Stiamo insieme, secondo Spalle al muro, terzo Masini 'Perché lo fai'. Fu una grande edizione quella del 91, canzoni che avrebbero potuto vincere in altre edizioni - come Spunta la luna dal monte (Bertoli&Tazenda), ma anche Oggi un Dio non ho (Raf).

 Canzoni che meritavano di vincere Sanremo dal 90 al 2016

1) Festival di Sanremo 1992: Vinse Barbarossa con 'Portami a ballare', bellissimo il testo, ma secondo me doveva trionfare 'Gli uomini non cambiano' interpretata da Mia Martini. Un'esibizione straordinaria, una voce unica. Immensa.

2) Festival di Sanremo 1993: La canzone vincitrice fu Mistero (Enrico Ruggeri). Grande Enrico, ma 'Non so più a chi credere di Biagio Antonacci', malgrado arrivò solo ottavo, per mio conto era la canzone più bella di quell'edizione.

3) Festival di Sanremo 1994: Vittoria a dir poco immeritata con Passerà (Aleandro Baldi). Secondo, Signor Tenente (Faletti). Terzo e quarto non mi interessano, arrivo alla quinta posizione 'Cinque giorni -Michele Zarrillo'. Performance incredibile di Zarrilo e canzone meravigliosa. Infatti, Cinque giorni è ancora un evergreen, Passerà è passata proprio.

4) Festival di Sanremo 1995: Giorgia e la sua Come saprei non si discutono, ma Finalmente tu interpreta da Fiorello aveva un'altra marcia. Per me la musica è emozione non unicamente note cantate alla perfezione. Vorrei ricordare anche un'altra canzone che non arrivò neanche in finale Padre e padrone di Giò di Tonno.

5) Festival di Sanremo 1996: Vorrei incontrarti fra cent'anni (Ron&Tosca), preferivo di gran lunga 'E la mia vita - Albano'.

6) Festival di Sanremo 1997 - A sorpresa vinsero i Jalisse con Fiume di parole, dal giorno dopo sono spariti e ho sentito che si esibiscono negli autogrill. Chi, invece avrebbe meritato la medaglia d'oro era sicuramente 'E dimmi che non vuoi morire - Patty Pravo'.

7) Festival di Sanremo 1998: Altro Festival del voto scontato: canzone vincitrice 'Senza te o con te - Annalisa Minetti', vincitrice anche nella categoria giovane. A mio parere, invece, la vittoria doveva essere di Lisa con Sempre.

8) Festival di Sanremo 1999: Ancora un'altra donna nel gradino più alto di Sanremo 'Anna Oxa - Senza Pietà'. Preferivo di gran lunga Lo Zaino -  Stadio'

9) Festival di Sanremo 2000: Il primo artista o meglio band a trionfare nella prima edizione del secondo millennio del Festival di Sanremo furono 'La piccola Orchestra Avion Travel con Sentimento'. Mai piaciuta, mi spiace, secondo il mio modesto parere meritava 'Gigi d'Alessio - Non dirgli mai', arrivato addirittura decimo.

10)  Festival di Sanremo 2001: Luce (Elisa) o Di sole e d'azzurro (Giorgia) meritavano entrambe.

11) Festival di Sanremo 2002: Dopo vari secondi posti e piazzamenti i Mattia Bazar trionfano con Messaggio d'amore. Però un'altra canzone mi ha regalato brividi 'Tracce di te - Francesco Renga'.

12) Festival di Sanremo 2003: Una delle edizioni più brutte a livello di canzoni.

13) Festival di Sanremo 2004: Altra edizione secondo me non eccezionale. Vinse Masini con L'uomo volante'. Sei la mia vita di Mario Rosini, molto più toccante.

14) Festival di Sanremo 2005: Vittoria ineccepibile di Francesco Renga con Angelo.

15) Festival di Sanremo 2006: Dopo I bambini fanno oohh, Povia si conferma vincendo il 56 esimo Festival di Sanremo con la canzone Vorrei avere il becco.

16) Festival di Sanremo 2007: Ti regalerò una rosa - Simone Cristicchi

17) Festival di Sanremo 2008: Non l'ho seguito abbastanza, comunque ha vinto il grande Giò di Tonno assieme a Lola Ponce.

18) Festival di Sanremo 2009: Dal 2009 con la vittoria di Marco Carta 'La forza mia' è iniziato lo strapotere dei talent anche a Sanremo. Io avrei scelto senz'altro Luca era gay di Povia.

19) Festival di Sanremo 2010: Amici ancora sulla vetta del Festival 'Con tutte le volte che', interpretata da Valerio Scanu. Molto meglio Mengoni  -Credimi ancora. Il secondo posto Pupo e Filberto di Savoia, stendiamo un velo pietoso!

20) Festival di Sanremo 2011: Giusta la vittoria di Roberto Vecchioni con Chiamami ancora amore.

21) Festival di Sanremo 2012: Il talent di Maria de Filippi fa tris con il successo di Emma Non è l'inferno, ma al contrario delle altre due canzoni di Carta e Scanu, questa vittoria la trova più meritata.

22) Festival di Sanremo 2013: Marco Mengoni con l'essenziale vince il 63 esimo Festival della canzone italiana. Nulla da dire.

23) Festival di Sanremo 2014: È Arisa con la canzone Controvento a salire sul trono del 64 esimo Festiva di Sanremo.

24) Festival di Sanremo 2015: Sappiamo tutti chi ha vinto, il trio il Volo con Grande amore, ma preferivo di gran lunga la canzone di Chiara - Straordinario, piazzatasi solamente al quinto posto.

25) Festival di Sanremo 2016: Un po a sorpresq trionfano gli Stadio, vittoria meritata per la carriera e per la canzone proposta.

martedì 12 gennaio 2016

In memoria di David Bowie: 10 singoli capolavoro

La notizia del giorno è sicuramente la morte di David Bowie: artista a 360° che si è spento all'età di 69 anni anni, l'8 gennaio aveva festeggiato il suo compleanno e l'uscita dell'album Blackstar. Scrivere una biografia sarebbe superfluo, poiché ci sono persone più esperte di me per farlo, cercherò in suo onore di elencare quelle che secondo me sono i 10 singoli capolavoro composti dal Duca Bianco.



10 - Space Oddity: Come disse lo stesso Bowie, la composizione del brano fu ispirata probabilmente grazie alla visione del film di fantascienza diretto da Stanley Kubrick '2001 Odissea nello spazio'. L'artista collega questa pellicola come a un senso di isolamento, alienazione e solitudine.

9 -  Fashion: Uno dei singoli che si trova nell'album Scary Monsters (and super creeps). La canzone ha nel suo sound un incredibile mix di funk/reggae. Per qualcuno potrebbe non meritare questa classifica, per me tutto il contrario.

8 - Golden Years: Inserito nell'album Station to Station, tra le note è possibile ascoltare quella vena malinconia che rappresentava l'animo di David Bowie.

7 - Young Americans  - A metà degli anni 70' Bowie iniziò a interessarsi sempre più della musica soul. Per quanto riguarda il testo, le parole comprendono dei chiari riferimenti alla moderna storia americana: il maccartismo, la lotta per i diritti civili dei neri .

6  - Ashes to Ashes -  Altro singolo estratto dall'album Scary Monsters (and super creeps). A parte per il suo grande sound, la canzone divenne celebre per l'innovativo video musicale.

5 - Startman  -  Startman ha il potere di contagiare chiunque ha la voglia di ascoltarlo, impossibile non amare questa canzone e la sua melodia.

4 - Life on Mars - La vita è su Marte chi può dirlo! Life on Mars è ritenuta da tutti come una delle canzoni simboli di Bowie.

3 -  Let's Dance - Singolo estratto dall'omonimo album, uno dei brani più commerciali di David Bowie ma che ebbe il pregio di far conoscere i lavori precedenti degli anni 70' a una nuova fetta di pubblico.

2 - Fame  - Uno dei maggiori successi del Duca Bianco negli Stati Uniti. La canzone era una sorte di frecciata al management di Bowie con il quale l'artista voleva rescindere il contratto.

1  - Heroes - Se non la composizione più celebre poco ci manca, scritta in un momento in cui l'artista era caduto in una profonda crisi e depressione. Viveva a Los Angels distrutto dalla cocaina e dall'alcool. Lo stesso Elton John e John Lennon (suoi amici) erano certi che Bowie sarebbe stato prossimo alla morte. Poi la decisione di trasferirsi a Berlino e la lenta risalita a livello umano e professionale dove comporrà il brano 'Heroes' insieme a Brian Eno. Heroes è il grido disperato del poeta romantico in un mondo ormai allo sfascio. David  implora la sua ragazza a non andarsene e a non scegliere strade più facili e immorali.

David Bowie non è stato il mio artista preferito, poiché arrivo da altre sonorità degli anni 90', ma ho sempre apprezzato la sua innovazione e dote di sperimentare che gli ha permesso di creare dei veri capolavori che hanno fatto la storia della musica.




martedì 5 gennaio 2016

14 cantanti e musicisti famosi morti nel 2015

Dopo aver scritto dei 58 attori deceduti l'anno scorso, oggi vedremo 14 cantanti e musicisti famosi morti nel 2015. L'ultimo di questa lista Lemmy Kilmister, storico cantante/bassista dei Motorhead. Qualche settimana prima a inizio dicembre ci ha lasciati Scott Weiland, cantante degli Stone Temple Pilots.



1 - Lemmy Kilmister - (28 Dicembre 2015) - Morto all'età di 70 anni, solo alcuni giorni prima gli fu diagnosticato un male incurabile. Nella sua carriera ha venduto 30 milioni di dischi.

2 - Scott Weiland - (Bloomington 11 dicembre 2015) - Trovato senza vita nel suo tour bus nel Minnesota, come si sospettava, l'autopsia ha confermato che Weiland è morto a causa di un mix di alcol e droghe.

3 - Phil Taylor - (11 Novembre 2015) Per 14 anni è stato il batterista dei Motorhead. Morto a seguito di una lunga malattia.

4 - Tommy Overstreet - (2 Novembre 2015) Countryman, morto all'età di 78 anni.

5 - Steve Mackay (11 Ottobre 2015) - Sassofonista di Iggy e gli Stooges, deceduto a causa di una aggressiva setticemia.

6-  Carey Lander - (11 Ottobre 2015) - Tastierista della band Camera Obscura. Carey ci ha lasciato alla giovane età di 33 anni. Nel 2011 le fu diagnosticato un cancro alle gambe.

7 - Billy Joe Royal -  (6 Ottobre 2015) -  Country song writer, tra i suoi più grandi successi 'Down in the Boondocks',  I Knew You When, I've Got to Be Somebody e Hush, portato al successo anni dopo dai Deep Purlple.

8 - Gary Richrath - (13 Settembre 2015) -  Chitarrista e cantante della Band Reo SpeddWagon.

9 -  Sean Price - (7 Agosto 2015) - Morto nel sonno ha militato in formazioni hip - hop tra cui: Heltah Skeltah.

10 - Lynn Anderson (31 luglio 2015) Cantautrice  di country è deceduta a seguito di una polmonite all'età di 67 anni.

11 -  Chris Squire (28 Giugno 2015) Storico chitarrista della band progressive gli Yes. Squire è morto a seguito di una rara forma di leucemia.

12 - James Horner (22 Giugno 2015) Celebre compositore di Hollywood, Horner è l'autore della colonna sonora Titanic. Ha composto circa 100 film collaborando con famosi registi, tra cui Ron Howard e James Cameron. Il 22 giugno dell'anno scorso è morto all'età di 61 anni pilotando il suo aereo monomotore.

13 - B.B King (14 Maggio 2015) Leggenda del blues.

14 - Perce Sledge (14 Aprile 2015) Tra i suoi successi 'When a man loves a woman'.

Un grazie a tutti per la vostra musica che ci avete regalato!

Ps: Non ho inserito Pino Daniele e Mango perché il post indica artisti stranieri. Non perché i nostri due cantanti hanno meno pregi.
Attribution: Photograph by Rama, Wikimedia Commons, Cc-by-sa-2.0-fr

sabato 26 dicembre 2015

Le 13 canzoni di Zucchero più belle di sempre


Lo scorso 25 settembre Zucchero ha festeggiato i 60 anni di età così mi è sembrato giusto rendere omaggio ad uno dei cantautori italiani più apprezzati all'estero. Negli oltre quattro decenni di carriera artistica Adelmo Fornaciari ha pubblicato 24 album tra cui 14 in studio. Ovviamente tra le centinaia di canzoni scritte da Zucchero, come per ogni artista, ognuno di noi ha le proprie preferenze. Le 13 canzoni di Zucchero più belle di sempre: perché tredici e non dieci qualcuno potrebbe dire? Perché 10 mi sembrava limitativo nei confronti della  immensa collezione di canzoni composte dall'artista emiliano. Ovvio anche il numero 13 lascerà sicuramente fuori alcune hit.


Ad ogni modo c'è un merito che universalmente viene riconosciuto a Zucchero è quello di aver trapiantato anche in Italia il blues dal lontano Missisipi in versione più scanzonata. Tra le sue peculiarità: una voce calda come il whisky.

                                 Zucchero: il bluesman italiano



Prima di stilare la nostra lista, un po di biografia. Adelmo Fornaciari in arte Zucchero è nato a Reggio Emilia il 25 settembre del 1955. Il suo pregio è quello di essere riuscito a fondere il genere melodico della canzone italiana con un blues melodico e innovativo. Nella sua carriera artistica ha venduto oltre 60 milioni di dischi in tutto il mondo. All'inizio degli anni 70 dopo aver lasciato l'università inizia a intraprendere il cammino musicale formando vari gruppi tra cui i 'Duca, il trio Amici del mare'. Ma è negli anni 80' che Zucchero conosce il successo, benché nel 1982 esordisce al Festival di Sanremo nella categoria giovani classificandosi penultimo con 'Una notte che vola via' prima di Vasco Rossi, ultimo con Vado al massimo!. Nel 1983 pubblica il suo primo album Un po di Zucchero, che però non convince a livello di vendite. Deluso dalle aspettative del suo primo album vola in California per cercare di affinare il suo stile, in questo periodo compone il suo primo vero successo Donne. Poi il resto è diventato storia fino ai giorni d'oggi!

Le 13 canzoni di Zucchero più belle di sempre

Bene dopo aver scritto alcune dovute informazioni, vediamo le migliori hit di Zucchero Fornaciari.

1-  Cosi Celeste - Sesto estratto dell'album Spirito Divino (1995)

2 - Canzone triste/Un piccolo aiuto - Pubblicato nel 1986 , rispettivamente, sono estratti dagli album Rispetto e Zucchero & The Randy Jackson Band

3 -  Diamante -  Singolo scritto in collaborazione con Francesco De Gregori nel 1989, brano inserito nell'album Oro.

4 -  Senza un donna -  Una delle hit più famose di Adelmo Fornaciari, vera poesia a 360°. Consiglio di andare ad ascoltare la versione live all'Arena di Verona, da brividi.

5 -  Come al sole all'improvviso -  Pubblicato nell'album Rispetto del 1986.

6 -  Menta e Rosmarino -  L'ho inserita perché c'è Natalia Estrada; ve la ricordate? Però c'è pure Mietta! Scherzo è molto bella.

7 -  Con le mani  - Il 1987 fu un anno prolifico e di soddisfazioni per Zucchero grazie anche alla  hit Con le mani dal sound blues!

8  - Diavolo in me -  Uno dei singoli più conosciuti all'estero di Zucchero conosciuto anche come I've got the devil in me e A devil in me.

9 - Il Volo - Ti prego no : ti prego non lo sai! Sogno qualcosa di buono che mi illumini il mondo proprio come te. Singolo estratto dall'album Spirito divino (1995).

10  - Overdose d'amore -  Pubblicato esclusivamente per il mercato tedesco inserito nell'album Oro e incenso e mirra.

11-  Per colpa di chi -  Ennesimo singolo estratto dal fortunato album Spirito Divino.

12 -  Ridammi il Sole -  Singolo inserito nel quinto album di Zucchero Miserere, dove si trova la famosa Miserere cantata con Pavarotti.

13 -È un peccato morir - Non è stato facile decidere la 13 esima canzone, perché ho lasciato fuori canzoni come 'Rispetto, Bacco perbacco,  Chocabeck, Baila, Vedo nero. 


foto credit Jeangagnon/ commonwikimedia

martedì 1 dicembre 2015

10 video con musica rilassante che devi ascoltare su You Tube




Ci sono notti che prima di coricarmi mi rifugio su You Tube a caccia di video che contengano musica rilassante per non pensare più a niente. Già, perché per me la musica è un modo di essere, un connubio indescrivibile d'emozioni. Con il tempo la mia ricerca su You Tube si è affinata fin da aprirsi un mondo di 'suoni e immagini' che nella mia mente già aspettavano di essere ascoltati e visti. Mi riferisco alla musica 'che ti fa stare bene', ma correlata di note malinconiche incredibilmente belle.

Sono venuto a conoscenza di grandi musicisti e progetti solitari che hanno voluto condividere all'interno del loro canale composizioni sublimi da avermi lasciato letteralmente ammaliato e in pace con me stesso. Certe musiche, hanno provocato in me un'onda che non poteva essere domata al cospetto di un'emozione indescrivibile mentre ascoltavo e vedevo quei video. Questa sera, in particolare mi ha toccato profondamente, (scoperta quasi per caso): 3 hours of beautiful violin guitar Flute Harp Celtic Music - composizione di un giovane musicista norvegese 'Peter B. Helland'. Bene, al minuto 13 o giù di li i miei occhi si sono soffermati su dell'immagini di animali, quali un ghepardo, elefanti, cavalli e il volo immenso di un aquila, la commozione è stati pari alla musica che rappresentava al meglio quel clip nella canzone 'Post War'. Che dire, la malinconia di vedere alcuni animali scomparire per colpa dell'avidità dell'uomo ha provocato nel sottoscritto un silenzio irreale, ma nel contempo, continuavo a vedere una natura stupefacente, indescrivibile, che nonostante tutto ci vuole ancora bene. È stata un'emozione davvero forte.

10 video che vorrei suggeriti per ritrovare la tua giusta armonia con l'universo. Per fortuna ci sono ancora delle persone generose, le quali amano condividere la propria arte sul web senza nulla in cambio o perlomeno non obbligandoti a fare nessuno acquisto. Per me sono loro i veri artisti, altro che Adele o Taylor Swift e altri che non hanno permesso di mettere uno stralcio di mp3 in nessuna piattaforma di streaming. 

Senza YouTube non avrei mai avuto l'opportunità di scoprire questi straordinari compositori. Ovviamente, grazie ai miei frequenti acquisti di cd in edicola e cataloghi già conoscevo questo genere di musica. Ma qua su You Tube è diverso - perché le immagini e video accompagnano in modo spettacolare la melodia. Bene è arrivato il tempo di inserire la mia lista dei 10 video con musica rilassante che ti consiglio di ascoltare su You Tube. Come sempre,
ognuno poi potrà aggiungere quello che meglio gli piace. Quello che conta e stare bene con se stessi.

Gianluca Scintu.

1 -  3 Hours of Beautiful Violin Guitar Flute Harp Cello Piano Music - Instrumental Music (Peter B. Helland)

2 -  Emotional Dark Music - The Eternal Forest (Brunuhville)

3 - 2 Hours of Emotional Music  (Brunuhville)

4 - Background Music Instrumentals  (Relaxdaily)

5  - 3 HOURS Best Relaxing Music "Romantic Piano" (Meditation Relaxing Music)

6 -  3 HOURS The Best Relaxing Piano Flute Music Ever (Meditation Relaxing Music)


(YellowBrickCinema)


sabato 14 novembre 2015

10 artisti che non hanno voluto aderire a Spotify





Nell'era di Spotify e della musica virtuale in cui il cd fisico sembra avere un piede nella fossa, ci sono ancora degli artisti che preferiscono vendere la propria musica in maniera tradizionale o almeno non utilizzando il servizio di streaming on demand musicale.Nato nel 2006, solo negli ultimi anni Spotify è esploso. Ma perché (ci chiediamo) delle band o artisti preferiscono stare fuori dal nuovo che avanza? Per alcuni è una questione puramente tecnica: il suono all'interno della piattaforma è cupo, io, invece, credo, che il vero problema è sempre lo stesso i soldi. È noto come il portale paga in maniera non equa in base alla notorietà dell'artista o gruppo musicale.

10 artisti che non hanno voluto aderire a Spotify

1 -  Prince - Pochi mesi fa Prince ha deciso di togliere la sua musica da Spotify e ogni altro servizio in streaming, eccetto Tidal. Il team del portale ha così risposto ' L'artista Prince ha richiesto di rimuovere tutte le canzoni dal catalogo. Abbiamo cooperato con la richiesta, nella speranza di poter riascoltare sua musica nel nostro catalogo al più presto possibile' .

2 - The Beatles - Gli scarafaggi o chi per loro ha lasciato la musica on demand solo su iTunes.

3 - Taylor Swift- Nel 2014, Taylor Swift ha tolto le sue canzoni da Spotify con una nota da tipica artista costruita a tavolino 'La musica è arte, e l'arte è una cosa rara, le cose di valore devono essere pagate. La musica non dovrebbe essere libera'.  (Ma torna negli anni 80' anche se sei nata un decennio più tardi).

4 -  Neil Young -  Secondo Nei Young la musica perde della sua consistenza caricata in una piattaforma, per questo ha preferito rimane al vinile.

5 - Pink Flyod  -  Gli attuali membre dei Pink Flyod hanno voluto dire la loro riguardo Spotify, Pandora e altri servizi in streaming. 'Questi servizi dovrebbero pagare gli artisti e il loro lavoro, è una questione di sopravvivenza economica'.

6-  Coldplay - Nel 2014 i Coldplay rifiutarono di rilasciare il loro Ghost Stories su Spotif. Una decisione vincente, poiché hanno raggiunto la prima posizione nella classifica di Billboard.

7 - The Black Keys - Il batterista Patrick Karney è stato abbastanza chiaro al riguardo' Il proprietario di Spotify ha guadagnato qualcosa come 3 miliardi di dollari ed è più ricco di Paul Mc Cartney e non ha mai scritto una canzone'.

8 -  Tool -  La musica dei Tool non è disponibile in nessuna piattaforma musicale.

9 -  Beck Hansen - 'Quello che Spotify mi versa, non mi basta neanche per pagare i musicisti che suonano con me o le persone che lavorano ai miei dischi. C'è qualcosa che non quadra'.

10 - Tom Yorke - Il frontman dei Radiohead nel 2013 lasciò una dichiarazione al riguardo delle piattaforma. 'L'industria musicale sta finendo di morire con Spotify'.

Oltre a questi 10 artisti ce ne sono altri che non hanno accettato di far caricare la loro musica su Spotify. La lista completa puoi trovarla a questo link: 24 Musicians Against Spotify & Other Streaming Services


foto - creative commons

lunedì 19 ottobre 2015

A Barcellona con il Voll-Damm Festival Internacional de Jazz 2015

Barcellona ha appena inaugurato il nuovo appuntamento con il Voll-Damm Festival Internacional de Jazz de Barcelona, il grande festival dedicato all’universo jazzistico contemporaneo, che animerà il capoluogo catalano sino al prossimo 28 novembre.

Voll -Damm Festival 2015: info e data

Si tratta di uno dei maggiori eventi musicali della Spagna, nonché di una delle iniziative più attese e acclamate dagli amanti delle tanto complesse quanto affascinanti sonorità jazz. In particolare, il Voll-Damm si presenta come un festival aperto a tutte le tendenze e tutte le tipologie di ascoltatori, pensato e realizzato per avvicinare il grande pubblico a uno dei generi più significativi della storia della musica. Non stupisce perciò la presenza di band così differenti tra loro, che propongono una miscela di contaminazioni talmente varia da soddisfare sia l’appassionato di jazz più incallito, sia chi è al primo approccio con il genere. Basti pensare alla scorsa edizione, che ha visto esibirsi artisti come Marcus Miller, Kings of Convenience, Wayne Shorter e Jimmy Cobb, fra i tanti..

Anche la 47° edizione vanta una programmazione di primissimo livello, con un centinaio di attività e concerti: per scoprire i grandi nomi che vi attendono, potete scaricare il programma in pdf andando a questo indirizzo. Segnaliamo in particolare la giornata del 3 ottobre al Parc del Centre del Poblenou, “Jazz & Food” in cui la musica sposerà la gastronomia locale in un avvincente connubio di proposte musico-culinarie. L’evento, totalmente gratuito, si svolgerà dalle 11 del mattino alle 11 di sera.

Per il resto, gli spettacoli musicali si terranno in diverse location della città, che includono luoghi come l’Auditorium, il Palazzo della Musica e lo Spazio di Danza e Musica della Generalitat della Catalogna, giusto per fermarci alle sedi principali. Inoltre, ci saranno una serie di iniziative satellite che invaderanno i jazz club e i locali di Barcellona. In luoghi come gli storici Harlem Jazz Club

BARTS Club e Gran Hotel Havana, sarà possibile accedere con il 15% di sconto, presentando all’ingresso il biglietto del festival, che può essere acquistato on line seguendo le indicazioni fornite sul sito della compagnia The Project. Non sono invece presenti riduzioni sugli alloggi, ma è possibile rimediare andando su un sito come Expedia, dove generalmente non si fatica a trovare promozioni convenienti sugli hotel a Barcellona. Se non fosse così, non dimenticate di dare un’occhiata alle piattaforme che permettono di affittare appartamenti (o stanze in appartamenti condivisi) direttamente dai proprietari. 

giovedì 30 ottobre 2014

11 canzoni horror da mettere a un party a Halloween

halloween: 11 canzoni spaventose
Finalmente per i tanti appassionati domani è Halloween  In tutta Italia per la notte delle streghe compreso Roma e Milano sono previsti degli eventi mondani a tema horror. Ma che Halloween sarebbe senza una zucca alla Jack o Lanter e musica di atmosfera tenebrosa magari a un party per il 31 ottobre. Nel caso avete organizzato una festa privata e siete protagonisti alla console per il vostro raduno di amici - zombie vorrei consigliare 11 canzoni spaventose da mettere a un party a Halloween

11 - The Raven - The Alan Parsons Project: Devo essere onesto e ammettere che avevo sentito questa canzone una sola volta prima di iniziare la ricerca per questo elenco di canzoni horror- ma è sicuramente degna di essere inserita. Un omaggio a Edgar Allan Poe, una piacevole alternativa a musiche più pesanti in questa lista.

10 - I’m Your Boogie Man - White Zombie: Non mettere Rob Zombie in questo elenco mi sembrava un po dissacrante. Poi la canzone è horror sino all'ultima nota ; per non parlare del video.

9Ghostbusters Theme: Devo dire che questa canzone mi sta un po sulle ball ma è una melodia spensierata - più adatta per i primi minuti della vostra festa di Halloween. Abbastanza perfetta quando gli ospiti stanno arrivando e iniziano a bere i primi drink ( va bene anche una birra). 

8 The Addams Family Theme: Un successo degli anni 60' che non poteva mancare anche nel 2014.

7Welcome to my Nightmare Alice Cooper - Lui assieme a Ozzy è stato il simbolo del rock horror music. Questo brano è tratto dall'album omonimo di Alice Cooper. Si tratta di un concept album in cui ogni canzone descrive il passaggio di un incubo. È il brano di apertura del cd, ottimo per un party  di Halloween.

6 -  This Is Halloween - Marilyn Manson:  Ho scelto di utilizzare la versione di Marilyn Manson perché mi piace molto è, ovviamente, la title track  tratta del brillante film di Tim Burton "The Nightmare Before Christmas"

5 - O Fortuna Carl Orff - Carmina Burana - È il momento di spegnere le luci sta per entrare uno spaventoso manichino creato dalle vostre mani - dovete terrorizzare i vostri ospiti. Questa musica è perfetta.

4 - Tubular Bells - Profondo rosso, Scream, in quale film la suonavano. Bo ma è bestiale .. vuoi vedere che era nel movie più spaventoso di sempre l'Esorcista. Credo che fosse proprio in quello: quando Regan passeggiava per la casa prima di scatenare l'inferno.

3 - Werewolves of London Warren Zevon - Come fa il verso di un lincatropo? Ascolta questa canzone e lo capirai.

2 - Toccata and Fugue in D Minor J S Bach - Vorrei essere in Transilvania  - lasciamo perdere.: Toccata e fuga in re minore, BWV 565 di Bach, è uno dei pezzi di musica classica più famosi. Composto per organo è stata utilizzata in molti movie horror cinema, videogiochi, musica rock, e suonerie per cellulare, ovviamente da utilizzare per la festa di Halloween . Bach era troppo avanti già 300 anni fa. A cosa pensava?

1 -  Thriller - Micheal Jackson-  Questo brano è un cult dannatamente spaventoso nel suo complesso filmato e musica. Sono sicuro che nessuno potrà contestare di avere inserito thriller al primo posto. Poi Micheal Jackson dormiva veramente in una bara per diventare bianco ... battuta infelice!

venerdì 17 ottobre 2014

10 cose da sapere su Andrea Parodi: la voce della Sardegna

Non a caso oggi scrivo un post musicale, un articolo non facile per il sottoscritto perché vuole omaggiare Andrea Parodi scomparso il 17 ottobre del 2006. Un post dicevo che potrebbe diventare banale perché Andrea era la voce della Sardegna, probabilmente anche la voce più bella d'Italia. Una carriera correlata da tanti premi e collaborazioni e voce solista dei Tazenda per 10 anni circa. Quel che è certo che Andrea manca a tutti i sardi e coloro che amano la musica più vera nella sua etnicità!

10 cose da sapere su Andrea Parodi

1 -  Andrea Parodi nasce a Porto Torres da madre sarda e padre savonese il 18 luglio 1955

2 -  Nel 1978 fa parte della band Il sole nero, poi cambiato come  Coro degli Angeli che faranno da supporto a Gianni Morandi dal 1979 sino al 1983 in tutte le tournée del cantautore bolognese

3 - Nel 1988 con Gino Marielli e Gigi Camedda ( anche loro ex Coro degli Angeli), formeranno i Tazenda.

4 -  Nel 1990 assieme ai Tazenda vince il programma di Rai 1 condotto da Pippo Baudo ''Gran Premio''.

5-  Nel 1991 sempre con i Tazenda vince il cantagiro, rimanendo negli annali la sua performance al Festiva di San Remo con la canzone Spunta la luna dal monte

6 - Inizia la sua collaborazione e conoscenza con Fabrizio De André 

7 - Nel 1997 esce dai Tazenda per dedicarsi alla sua carriera solista, con il suo primo cd Abacada, successivamente collabora con Noa e Al Di Meola ( cd live e tour europeo)

8 - Il 2005 è ospite del concerto tributo in onore di Fabrizio De André all'anfiteatro romano di Cagliari dove interpreta Hotel Supramonte.

9 - All'inizio del 2006 torna per la Reunion con i Tazenda ottenendo un grande successo di pubblico nei concerti live di Porto Torres ( 20.000)  e La Maddalena  (15.000), persone; ma sono lampanti i segni che l'artista è malato

10 - In suo onore è stato istituita la Fondazione Andrea Parodi di cui fa parte il progetto che premia ogni anno gli artisti più interessanti di musica prevalentemente etnica.

Il silenzio di un'isola austera ma incredibilmente bella ci ha regalato una voce straordinaria quella di Andrea Parodi '' La voce della Sardegna''.

Ciao Andrea!

martedì 7 ottobre 2014

I 19 migliori album postumi che dovete avere

Torna il nostro spazio dedicato musica. Oggi vorrei proporre un post dal titolo che potrebbe essere antipatico per alcuni fan di artisti che elencherò : i 19 migliori album postumi. Ovviamente quando si tratta di liste e migliori, il tutto è soggettivo. Quindi se qualcuno vuole lasciare nei commenti: il titolo di un album preferito uscito dopo la morte di un cantante, musicista, può farlo. Artisti scomparsi troppo giovani come: Jimi Hendrix, The Notorious BIG,  e Amy Winehouse, la cui compilation album postumo, 'Lioness: Hidden Treasures,' è all'altezza del suo nome.

1 -The Dock of the Bay - Otis Reding: Pubblicato il  23 Febbraio 1968: Redding morì il 10 dicembre 1967. L'album contiene una serie di successi. Rolling Stone l'ha inserito al 161 esimo posto tra i migliori di sempre.









2- The Don Killuminati: The 7 Day Theory: Pubblicato 2 mesi dopo la morte del rapper americano Tupac Shakur avvenuta il 13 settembre 1996, colpito da 5 proiettili, sparati da un auto in corsa.







3-  Pearl - Janis Joplin - Il quarto è ultimo album della cantante uscito l'11 gennaio 1971, l'artista è morta il 4 ottobre del 1970.










4 - MTV Unplugged in New York - Kurt Cobain ( Nirvana) - I Nirvana registrano il loro prino concerto acustico ufficiale il 18 novembre 1993. L'album uscì quasi un anno dopo il 1° novembre del 1994. Nell'aprile dello stesso anno il leader dei Nirvana Kurt Cobain a soli 27 anni fu trovato morto nella sua villa di Seattle. Tralasciando i dettagli molti pensano a un omicidio.

5 - Live at the Fillmore East - Jimi Hendrix - Un concerto mitico per chi ha avuto la fortuna di vederlo di persona. L'album è uscito il 23 febbraio del 1999 ben 29 anni dalla morte del famoso chitarrista avvenuta il 18 settembre 1970.

6 - From a Basement on the Hill - Ellioth Smith - Smith è stato un grande cantautore made in Usa. Purtroppo la sua vita è stata macchiata dalla piaga della depressione e del bicchiere facile. Morto suicida a 34 anni il 21 ottobre 2003, ma stranamente trovato morto con due coltellate al petto. From a Basement on the Hill è uscito il 19 ottobre 2004.







7 - Life After Death - The Notorius B.I.G -  C'è vita dopo la morte? Bella domanda. Quel che posso dire anche per chi non è un fan del hip hop, gangsta rap, questo è davvero un grande album. Come Tupac Shaku anche Notorius B.I.G ( Christopher George Latore Wallace III) è morto assassinato il 9 marzo 1997. L'album uscì 15 giorni dopo la sua scomparsa.







8-  American V: A Hundred Highways - Johnny Cash: Prima di morire Cash pubblicò qualcosa come 92 album. American V: A Hundred Highways è il 96 uscito il 4 luglio 2006. Il cantautore morì 3 anni prima il 3 settembre 2003.








9 - Genius Loves Company - Ray Charles: Pubblicato il 31 agosto del 2004. Ray Charles è morto il 10 giugno 2004

10 - Sketches for My Sweetheart the Drunk - Jeff Buckley: È il secondo album di Jeff Bucley non concluso dovuto alla sua tragica morte avvenuta per annegamento. Buckley è morto il 29 maggio 1997, il suo corpo fu ritrovato solo il 4 giugno. Uscita dell'album 26 maggio 1998.




11 - The Sky is Crying - Stevie Ray Vaughan and Double Trouble, Stevie Ray Vaughan: L'album uscito il 5 novembre 1991 raccoglie alcune delle migliori registrazione del chitarrista americano. Stevie Ray Vaughan morì  ( 27 agosto 1990) a seguito di un incidente aereo schiantato in una collina causa una forte nebbia. Il corpo dell'artista con quelli di altri membri dell'equipaggio fu trovato la mattina seguente




12 - Grievous Angel - Gram Parsons: Un altro artista che morì  ( 19 settembre 1973 troppo giovane ad appena 26 anni. Country man e poeta a 360°. L'album fu pubblicato nel 1974.

13 -  Closer - Joy Dision, Ian Curtis: Ci sarebbe tanto da raccontare ma mi limito a elencare la data dell'album pubblicato e morte dell'artista inglese: 18 luglio 1980, Ian Curtis ( 18 maggio 1980)

14 -  Lioness: Hidden Treasures - Amy Winehouse:Terzo album postumo della cantante ( 2 dicembre 2011) morta a Londra il 23 luglio 2011.

15 -  Streetcore - Joe Strummer & The Mescaleros: Pubblicato il 21 ottobre2003: Strummer è morto il.22 dicembre 2002): Per i pochi che non lo conoscono  Joe Strummer è stato il cantante e chitarrista della band The Clash




16 - Vulnerable -  Marvin Gaye Released April 22, 1997: Gaye died April 1, 1984. 17 - Mystery Girl Roy Orbison: Released Feb. 7, 1989: Orbison died Dec. 6, 1988 18 -  Don’t Worry About Me
Joey Ramone: 19 febbraio  2002: Ramone died April 15, 2001.  19 - MICHAEL - Michael Jackson
pubblicato Dec. 10, 2010: Jackson died June 25, 2009


Ho cercato di inserire nella lista solo un album per ogni artista, poiché in alcune riviste mettevano anche più lavori postumi degli stessi cantanti. Ad ogni modo sei d'accordo che questi sono i 19 migliori album postumi che dovete avere?








domenica 25 maggio 2014

Le 19 canzoni più allegre di sempre

canzoni allegre
Ecco una lista delle 19 canzoni più allegre di sempre. La musica è cibo per la nostra anima, ascolta una di queste canzoni probabilmente dopo ti sentirai meglio. La musica di solito nasce da uno stato d'animo, definito come "arte del suono'',  che rappresenta emozioni in forme significative attraverso gli elementi di ritmo, melodia, e colori.

Per decenni le canzoni che ti fanno venire voglia di ballare sono state prime nelle  classifiche Billboard. Semplicemente ascoltando la canzone giusta potresti ritrovare il  buon umore! Né avete altre che vi rendono felici? Lasciate il titolo nei commenti.

Le 19 canzoni più allegre di sempre 


1- Happy Days: Sigla del celebre telefilm cult, già l'inizio con il sorriso di Fonzie ti mette buon umore.



2- Higher and Higher "è una canzone R & B originariamente eseguita da Jackie Wilson nel 1967 poi da Rita Cooldige nel 1967

.

The Moonkees - I Believe: Nota in Italia negli anni 60' perché portata al successo da Caterina Caselli Bugiarda '

'


  Pharrell Williams - Happy -  Dopo il tormentone sudcoreano  Gangnam Style, nel 2014 è arrivato Happy.

 

You're the One That I Want - Mitico balletto di Grease

 

If You Wanna Be Happy - Cantata da Jimmy Soul, scritta da Joseph Royster, Carmella Guida and Frank Guida.



Bob McFerrin - Don't worry be happy. Uscita nel 1988 fu la prima canzone a cappella a rimanere primo nella classifica Billboard hot 100 per 2 settimane.




Hall And Oates - You Make My Dreams Come True 



Smash Mouth - All Star - Nel video c'è la partecipazione di Ben Stiller

 

Rock and Roll All Night - Kiss




Happy Together -Turtles  - Significa felici insieme, o innamorati pazzi




Beethoven - Ode to Joy



Deee-lite - Groove is in the heart



Village People - Y:M.C:A: Non c'è tanto da dire o la ami o la odi



Good Day Sunshine - Beatles




Shiny Happy People - REM  - Persone splendenti



Hanson - MMMBop - Vi ricordate di questo tormentone dei 3 fratelli biondissimi



Wake Me Up Before You Go Go - Wham!



U2 - Beautiful Day