Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: lavoro
Visualizzazione post con etichetta lavoro. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta lavoro. Mostra tutti i post

venerdì 27 novembre 2015

L'era del "fai da te"


Sei una persona creativa, hai mille hobby da casa e sei sempre in cerca di nuovi interessi? Il fai da te ti salverà! Nell’era del self-made man infatti, riuscire ad essere completamente autonomi anche nel privato, ossia liberi da qualsiasi onere a carico altrui, rappresenterebbe la vera svolta, comportando un mutamento radicale nelle nostre economie. Attraverso quest’ articolo scopriremo come il “fai da te” oggi sia associato sempre meno al bricolage e molto più a temi quali: riciclo creativo, cittadinanza attiva, opere di falegnameria, giardinaggio, idraulica e prestazioni tecniche analoghe.

Il segreto è fare affidamento solo su se stessi

Non si tratta soltanto d’impiegare in modi diversi il proprio tempo libero allo scopo di allontanare la noia, tutt’ al più di utilizzarlo al meglio sfruttando le proprie capacità. “Fai da te” oggi significa essere in grado di aggiustare la lavatrice o la lavastoviglie affidandosi unicamente alle proprie possibilità. E’ risaputo che coltivare hobby da casa sia una prerogativa dell’essere umano moderno e che questo tipo di attività venga già considerata molto appagante da milioni di persone. Secondo tale ragionamento dunque, risolvere un problema consapevolmente ma sopratutto allo scopo di svagarsi, condurrebbe alla massima soddisfazione.

Il “fai da te” per le vecchie generazioni

I nostri nonni non avrebbero avuto bisogno del “fai da te” se l’espressione all’epoca fosse già esistita. O ancora meglio, abituati a far tutto sin da piccoli, non ne avrebbero proprio colto il senso: a causa dell’assenza di tempo libero infatti, nè il bricolage, nè il giardinaggio o qualsiasi altra attività annoverabile nella lista dei classici hobby da casa, sarebbe potuta essere considerata uno svago reale.

Oggi tutto ciò che è “extra” potrebbe essere considerato un passatempo

I tempi moderni impongono però altri standard, rendendo la figura dello specialista quasi indispensabile in alcuni casi. Se non vi fossero specifici addetti all’assistenza tecnica ad esempio (o elementi sostituibili all’interno di ogni strumento elettronico componibile), saremmo costretti a riparare autonomamente ogni cosa, dagli elettrodomestici alle lampadine, dall’ impianto elettrico alle tubature di casa. Ed e’ così che tutto “l’extra”, ossia quel genere di mansioni che normalmente non ricadrebbero nel decalogo quotidiano dell’impiegato medio, diventa un passatempo. Un diversivo allo stress ed il tram tram di tutti i giorni, che però a differenza di questi ultimi, avrà i suoi risvolti utili. Si pensi all’elettronica e simili. Nell’era del progresso e dell’ hi-tech, restare totalmente a digiuno del settore con il rischio di farsi facilmente raggirare, non costituisce di certo una scelta lungimirante . Un appassionato di elettronica tenderà invece ad approfondire la conoscenza degli strumenti a lui sottoposti, divenendo sempre più in grado di muoversi autonomamente nel campo e di scegliere quindi la soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Ma quali sono i veri hobby da casa annoverabili nel “Fai da te”?

Il “fai da te” può essere dunque considerato alla stregua di un passatempo, nel momento in cui l’atto pratico comporti un qualche tipo di divertimento o gratificazione personale. Volendo essere precisi dunque, lettura, cucina, pittura e découpage, per quanto ritenuti da sempre hobby da casa a tutti gli effetti, non dovrebbero essere inclusi nella categoria. “Fai da te” è invece costruire un tavolino da salotto con il legno delle cassette della frutta, creare un centrotavola con materiali riciclati, riparare l’impianto idraulico o quello elettrico, ricavare capi d’abbigliamento nuovi da tessuti usati grazie ad una meticolosa opera di taglio e cucito.

Tutti gli hobby da casa generalmente connessi al Fai da te, richiedono una discreta manualità. In compenso occorreranno dosi ridotte di creatività, trattandosi in prevalenza di procedimenti tecnici. L’universo femminile può vantare una lunga tradizione legata al fai da te, in particolare per quel che riguarda le prestazioni inerenti le faccende domestiche. Non sarebbe dunque così avventato affermare che nell’era del fai da te la donna si trovi già un passo avanti.



mercoledì 21 ottobre 2015

L’avvocato nella società moderna





Uno dei mestieri più ambiti che fa registrare un numero molto elevato di studenti iscritti alla facoltà di giurisprudenza, è il mestiere dell’avvocato. Per definizione, l’avvocato è un libero professionista, il quale svolgerà l’attività giudiziale e stragiudiziale. Questo sta a significare che un avvocato, rappresenterà la difesa di un cliente in giudizio, offrendo consulenze periodiche, stesure di pareri, redazioni di contratti complessi e altro ancora.

Come fare per diventare avvocato

Come per molti altri mestieri, diventare un avvocato non è per niente semplice. Come abbiamo già detto, bisognerà ottenere una laurea in giurisprudenza con tanto di specializzazioni in caso si volesse approfondire un particolare ramo del mestiere; ad esempio se una categoria di clienti si appellasse ad un avvocato per delle gare d’appalto Roma, l’avvocato in questione dovrà essere specializzato prettamente nel ramo delle gare d’appalto o altrimenti non potrà avere quella tipologia di potenziali clienti.

La laurea però non basta, in quanto per diventare degli avvocati, bisognerà compiere la pratica forense per ben due anni in uno studio legale già formato ed avviato. Se invece si frequenta una scuola di specializzazione, tale pratica durerà solamente un anno. Una volta compiuta la parte pratica, per ottenere il titolo bisognerà sostenere un esame di Stato.

L’esame è utile e necessario per l’iscrizione negli albi degli avvocati, essenziale se si vuole avere diritto al titolo. Questo viene svolto in forma di esame completo, ossia in delle prove che si differenziano in tra il teorico, il pratico, lo scritto e la prova orale. Dunque, andiamo a vedere ora come avverrà questo esame molto temuto da tutti gli studenti che vogliono diventare degli avvocati a pieni titoli.

L’esame di stato

Molti studenti sono spaventati da questo esame di stato in quanto non semplice da passare, dato il numero molto elevato di prove in cui bisogna essere ben preparati. Con una giusta preparazione però sarà possibile passarlo anche con un buon risultato. Si inizia con le prove scritte che saranno tre, svolte su temi prestabiliti dal Ministero della Giustizia. L’oggetto di tali prove, sono la redazione di un parere motivato di una questione regolata dal codice civile, regolata dal codice penale e una di un atto giudiziario.

Le prove orali invece sono due, dove gli aspiranti avvocati, dovranno discutere cinque materie che verranno scelte dal candidato, dove una delle cinque dovrà essere di diritto processuale, mentre le altre varieranno da diritto civile a commerciale, da penale a ecclesiastico eccetera.

martedì 6 ottobre 2015

Lavoro donna Over 40: 10 idee vincenti

Trovare un lavoro al giorno d'oggi non è così semplice, lo è ancora meno per l'universo femminile e per coloro che hanno superato gli over 40.  C'è da dire che negli ultimi tempi il governo e le stesse regioni hanno concesso dei finanziamenti a favore delle donne che voglio lanciare una propria attività da imprenditrice. Nel caso hai bisogno di qualche consiglio ti invito a continuare a leggere questa guida.


Cercare e inventarsi un lavoro dopo i 40 anni per una donna



Non solo gli uomini ma anche tante donne hanno avuto il merito di svoltare pagina e mettersi in gioco creando un businnes vincente e diventando il boss di altri uomini. Deve essere stata una bella soddisfazione non c'è che dire. Siccome ognuno di noi ha il potere di ritagliarsi il proprio spazio e mostrare al mondo il proprio talento, sono sicuro che anche tu Raffaella, Daniela, Maria, Sabrina, Giovanna e tutte coloro che hanno un nome femminile sotto e sopra i 40 anni potete ancora dire la vostra in campo professionale.

10 idee vincenti per lei per creare un lavoro vincente 

1) Negozio dell'usato per bambini  -  Non solo online, ma anche nella vita reale è fattibile creare un business di nicchia. Di mercatini dell'usato ce ne sono davvero tanti, ma pochi che trattano un prodotto o pochi specifici. 

2) Laboratorio e decorazioni d'interni  - Un lavoro adatto anche per le donne che amano il mondo del legno e il campo delle decorazioni di interni. Non di rado la regione o l'ente incaricato propone dei corsi gratuiti.

3) Avviare un laboratorio artigianale di pasta secca e biologica - Con il crescente numero di persone celiache, la scelta di produrre pasta biologica senza glutine diventa una necessità sempre più ricercata. Grazie ai finanziamenti imprenditoria femminile legge 215/92, non mi sembra affatto un'idea da scartare.

4) Tagesmutter - Un ruolo più adatto per una signora e per colei che ha perso il lavoro a 40 anni ma in genere consono a qualsiasi età. Di cosa si tratta? La parola proviene dal tedesco è significa 'mamma del giorno'. Il lavoro consiste nel badare fino a 5 bambini in strutture idonee o in casa propria. La tagesmutter da una mano alle figlie e alle mamme impegnate.

5) Catering a domicilio - Sei un asso dietro ai fornelli? Ottimo dimostralo anche fuori dalla tua cucina. Per iniziare questa attività hai bisogno di aprire una partita Iva.

6) Aprire un Bed and Breakfast - Possiedi una casa grande, magari con più bagni e camere? Allora potresti pensare di avviare un bed and breakfast. Ricordati che prima di mettere l'annuncio devi presentare al comune la 'Segnalazione certificata inizio attività' in cui verranno comunicati i giorni d'apertura e il listino prezzi. Se l'attività è saltuaria non hai bisogno di aprire la partita Iva.

7) Web Editor - Prima di un lavoro, una vera missione e se hai una forte passione per la scrittura online ci sono molti siti alla ricerca di articolisti. Per onesta intellettuale ti devo comunicare che è difficile diventare ricchi, ma con un po di impegno e alcune strategie avrei l'opportunità di arrivare anche a 500 euro al mese.

8) Stiratrice - Una della mansioni più odiate dalle donne, per fortuna ci sei tu che hai pazienza e stai certa che dopo la prima persona ti cercheranno anche altre mamme lavoratrici.

9) Manicure a domicilio - Fare le unghie e modellare le unghie dei piedi è la tua passione? Bene compra lo stretto necessario e sei pronta per mettere in moto la tua piccola attività.

10) Consulente d'immagine - Per iniziare hai bisogno di frequentare un corso, basta digitare online 'corso consulente d'immagine' né troverei quanti né vuoi. In buona sostanza di cosa si tratta: la consulente d'immagine è quella figura professionale che fornisce ai suoi clienti un consulto per migliorare appunto la propria immagine: vestiti, look. Un lavoro che ti vedrà a contatto con donne in carriera e facoltose!


Se ti è piaciuto questo post condividilo su Facebook e Twitter, infine ti chiedo di fare G+. Per me vuol dire tanto!

Gianluca Scintu

domenica 27 settembre 2015

10 idee originali per mettersi in proprio a qualsiasi età



Hai deciso di dire basta a un lavoro che non ti soddisfa a livello professionale? Ma sei matto qualcuno potrebbe dirti di lasciare un posto fisso a tempi d'oggi? Tu invece hai un chiodo fisso, quello di trovare la tua strada e coltivare le tue passioni. Bene, ti auguro che possa realizzare i tuoi sogni, Nel caso hai bisogno di un nuovo input: ecco 10 idee originali per mettersi in proprio a qualsiasi età compreso a 40 anni e oltre se hai perso il lavoro!

Taxi per animali  - Ami gli amici a 4 zampe, possiedi un'utilitaria? Ottimo. Perché non creare un nuovo lavoro come quello di diventare tassista per gli animali. Disponibilità 24 ore al giorno, ma con un interessante tariffario: 45 euro all'ora e 100 in notturna. D'altronde meno concorrenza più il prezzo sale!

Aprire un'insalateria - Adatto sopratutto se abiti in una grande città, quindi c'è la possibilità di aprire un'attività di nicchia.  Per chi è interessato www.insalatiera.it

Meccanico a domicilio - Una professione che non dovrebbe conoscere periodi di magra se fatta con professionalità e correttezza . Stessa cose per la bici.

T-shirt -Ti piace disegnare? Ci sono tante persone che amano essere originali e indossare dei capi unici. La maglietta in questo campo è un trend che non conosce rivali.

Apicoltore - Per iniziare hai bisogno di un budget ridotto con 100 euro puoi acquistare alcuni telaini. Oltre al miele si possono produrre un sacco di cose: cera, polline e gelatina reale. Digita su Google 'acquistare api' vedi cosa esce!

Investigatore privato - L'Italia il paese dell'amore e delle corna, un mercato in continua crescita nel nostro territorio. Un investigatore privato riesce a portare a casa anche 3500 euro al mese. www.agenzieinvestigative.info

Amico in affitto -  Detto così sembra una cosa abbastanza triste, ma ricordati che viviamo nell'era dei social network dove le persone si sentono sempre più sole. In cosa consisterebbe questa strana attività? Offrire compagnia per qualsiasi cosa:  da una cena, passeggiata o un film al cinema. Non si sa mai che poi nasca davvero una bella amicizia. Tariffa 15€ all'ora. Info, rentafriend.com

Coltivare zafferano  - Torniamo alla nostra madre terra, il nuovo business nei campi è la coltivazione dello zafferano che quando è purissimo può essere pagato anche 3500 euro al chilo. Mi viene voglia di intraprendere io stesso questa attività.

Calzolaio/ Sarto  -  Dopo qualche giorno avrai già dei clienti che avranno bisogno dei tuoi servigi.

Ebay e altre e- commerce - Se sei un creativo e hai la fortuna di riuscire a realizzare degli oggetti originali con poco. Bene è arrivato il momento che la tua passione diventi anche un business.





martedì 22 settembre 2015

Disoccupati a 40 anni e over 45: 5 idee per un nuovo lavoro e link utili



Negli ultimi tempi trovarsi disoccupati a 40 anni e purtroppo un luogo comune. Quindi reinventarsi un lavoro non è cosi semplice, ma allo stesso tempo esistono alcune idee per mettersi di nuovo in gioco. Come si dice accendi la mente, lascia da parte i pensieri negativi e credi sempre in te stesso. Perché ho scelto il tema 40 anni e Over 45, poiché questa è un'eta in cui tante persone hanno una famiglia e dei figli e più di altri sentono il dovere di aiutare i propri cari. Prima di continuare con la nostra lista vorrei ricordare che sul web sono nati dei portali dedicati proprio agli Over 40 che hanno perso un lavoro. Tra i più noti, se ancora non li hai ancora visitati te ne segnalo due:
  •  Associazione Lavoro Over 40 
  • ATDL Over 40
5 idee per un nuovo lavoro a 40 e Over 45  

1) Agricoltura - Sembra alquanto scontato come suggerimento, eppure negli ultimi tempi 'il ritorno nei campi' è sempre più in auge. Nel 2014 il settore dell'agricoltura ha fatto registrare un +3,6%. Tra le figure più richieste: taglia legna, trattorista, addetto alla vendita diretta dei prodotti e potatore. Meglio ancora avere un pezzo di terra e iniziare un nuovo progetto come quello della viticoltura.

2) Pizzaiolo  - Altra figura che non conosce crisi. Ovviamente prima dovu seguire un corso.

3) Blog di nicchia - Hai una forte passione per qualcosa in particolare? Perché non aprire un blog e condividere con gli altri del tuo sapere? Con il tempo potrebbe diventare una vera attività, grazie alla pubblicità di Google Adsense, ancora meglio attraverso la vendita di info - prodotti, video tutorial ed ebook. Ricorda che le persone veramente interessate sono disposte a pagare pur di risolvere il proprio problema.

4) Tagesmutter - Un ruolo più adatto per una signora e per colei che ha perso il lavoro a 40 anni ma in genere consono a qualsiasi età. Di cosa si tratta? La parola proviene dal tedesco è significa 'mamma del giorno'. Il lavoro consiste di badare fino a 5 bambini in strutture idonee o in casa propria. La tagesmutter da una mano alle figlie e alle mamme impegnate.

5) Riparare e tutto fare - Se hai la fortuna di essere portato ad aggiustare ogni cosa, bene non lasciarti scappare l'occasione di mettere un annuncio su Internet o in qualche negozio facendo sapere al mondo intero della tua manualità a riuscire a riparare e cambiare le cose. Per riparare si intende dagli elettrodomestici fino ad aggiustare una crepa in un muro.

mercoledì 14 maggio 2014

Formazione e lavoro: psicologia del lavoro

psicologia del lavoro
Intraprendere una carriera universitaria comporta un grande investimento, sia in termini di tempo che di denaro. Per questo è importante scegliere con attenzione il percorso che si vuole seguire, di modo che questo possa garantire un lavoro al termine degli studi. La formazione triennale non è quasi mai sufficiente a soddisfare i requisiti richiesti per una buona occupazione, qualsiasi strada si voglia intraprendere.

Di conseguenza la scelta della specializzazione è determinante al fine di inserirsi al meglio nel settore in cui si intende lavorare. Psicologia è una di queste, infatti al termine dei primi tre anni è necessario operare una scelta più mirata. Le opzioni sono tante, ma non tutte hanno la stessa possibilità di assicurare un futuro impiego di una certa caratura. Tra le specialistiche che ultimamente riescono ancora ad offrire delle buone probabilità di inserimento nelle aziende c'è Psicologia del lavoro.

Questo indirizzo consente di operare nel campo della gestione e dello sviluppo delle risorse umane. Grazie alle università telematiche come Unicusano, è inoltre possibile iscriversi ai corsi seguendo le lezioni comodamente online. Per accedere a tutte le informazioni necessarie all'iscrizione al corso di laurea in Scienze Psicologiche del Lavoro è 
sufficiente visitare questa pagina.

L'ammissione al corso di laurea richiede il superamento di un test di idoneità, valutando le conoscenze dello studente in campo matematico, fisico/chimico/biologico, socio-antropologico, epistemologico oltre alle eventuali abilità espressive, logiche e numeriche. Nel caso non si riuscisse a passare il test in modo pienamente soddisfacente esiste la possibilità di essere comunque ammessi al corso, anche se sullo studente graveranno alcuni obblighi formativi extra.

Lo psicologo del lavoro è a tutti gli effetti un professionista, perciò dopo aver compiuto il ciclo di studi sarà necessario sostenere l'esame di Stato e registrarsi all'Albo. Per svolgere questa professione è inoltre richiesta la conoscenza di almeno una lingua straniera, oltre ad una buona dimestichezza con le tecnologie informatiche.

Il suo ruolo all'interno dell'azienda è quello di gestire, sviluppare, acquisire e selezionare il personale. Inoltre cerca di capire le caratteristiche attitudinali, sociali, intellettuali e motivazionali dei soggetti analizzati, tramite una serie di test o colloqui orali. Si occupa di esprimere una valutazione sia sul personale già sotto contratto che sui nuovi candidati, e redige un profilo accurato per ognuno di essi.

Tra le sue funzioni c'è anche quella di fornire assistenza ai singoli individui circa le scelte da intraprendere, attività meglio identificata come '
career consulting'. Queste possono aver bisogno di suggerimenti su come migliorare la propria posizione lavorativa, o come modificarla in modo funzionale alle esigenze del momento.

Uno campi di analisi principale è la valutazione dello stress da lavoro. Il suo giudizio influirà sulle scelte aziendali riguardo il carico di lavoro da affidare a ogni impiegato e sulle eventuali implicazioni che le procedure adottate avranno sui dipendenti. L'obiettivo dell'azienda è quello di mantenere alta la produttività senza affaticare eccessivamente il suo personale, fornendogli quotidianamente gli stimoli adatti senza ledere l'equilibrio psico-fisico.

Un professionista in questo campo, oltre ai requisiti inerenti il titolo di studio, deve avere una naturale predisposizione all'ascolto, all'analisi delle informazioni recepite e una grande dote comunicativa. Senza questi elementi, tra l'altro essenziali per qualsiasi tipo di psicologo, sarà difficile svolgere al meglio la professione.

domenica 1 dicembre 2013

Germania: Cercasi lavapiatti, si candidano in 250 dall'Italia con quasi 13mila visualizzazioni

In tempo di crisi anche un lavoro come lavapiatti nella fredda Germania è diventato oro. Così è accaduto qualche giorno fa che un annuncio di un ristorante tedesco che cercava un aiuto cuoco-lavapiatti, abbia avuto un boom di visualizzazioni (13 mila)  dai nostri connazionali, e ben 250 persone hanno inviato la propria candidatura.

L'annuncio è stato postato su Kijiji il portale in versione italiana offerto da eBay. Inoltre è da considerarsi un vero record se pensiamo che il lavoro prevede il trasferimento in Germania. Forse molti giovani  stanchi di questa disoccupazione record che ogni mese non da segnali di ripresa,  preferiscono anche un lavoro di sacrificio all'estero pur di avere una occupazione.

Le candidature sono pervenute ugualmente sia da uomini e donne, con esperienze passate nel settore del turismo. Probabilmente l'offerta è stata ancor più allettante poiché nell'annuncio c'era vitto e alloggio compreso per la figura del lavapiatti.

martedì 12 novembre 2013

Io non avrò mai una pensione

Io non avrò mai una pensione, è uno dei pensieri che dopo i trent'anni hanno iniziato a navigare nella mia mente, probabilmente anche nella testa di altri miei coetanei. Quindi non raggiungere questo traguardo provoca insicurezza e apatia nello stesso tempo, apatia perché nessun politico provvede a questo problema.

Non si tratta neanche di attendere magari qualche anno in più, quello che occorre è rinascere 50 anni fa. Allora il medioevo non è così tanto lontano? Le previsioni non prospettano nulla di buono nel 2020 in Italia l'età del pensionamento diverrà il più alto d'Europa a 66 anni e 11 mesi per uomini e donne.

Quello che mi rode è conoscere che certe persone anche di mia conoscenza prendono la pensione con pochi anni di contributi versati perché fatta negli d'oro 70' e 80' dove tutto era possibile. Anni in cui per un voto dato regalavano o inventavano all'amico un lavoro d'ufficio al comune o alla provincia.  Poi ci sono quelli che i contribuiti gli hanno  versati per davvero, ma sono peggio degli invisibili, e dovranno campare con 500 euro al mese. Facendo due conti perciò perché lavorare, quando avrò 65 anni chiederò la pensione sociale.

Io appartengo alla classifica delle pensioni in carta stagnola dove non ci sarà scritto neppure il mio nome. Poi c'è un'altra categoria che non sopporto quei professionisti che già con la pensione continuano a esercitare il mestiere. Ma basta lasciate spazio a chi deve iniziare un lavoro. 

Molti giovani ( ma parlo già di 35 anni), tirano avanti grazie alle pensioni dei nonni e genitori, in pratica vengono aiutati economicamente per finire il mese. Ma quando i loro affetti verranno a mancare? Non oso pensarci perché mi sento coinvolto in primis, la disperazione sarà doppia. Un giorno ai miei nipoti racconterò'' C'era una volta un ragazzo che non aveva scritto e pensato - Io non avrò mai una pensione''.

venerdì 8 novembre 2013

Le migliori 35 città negli Usa per i giovani, San Francisco il top

Da una  recente statistica è stata resa nota una classifica delle  migliori 35 città  negli Usa per i giovani e under 40. Una classifica voluta per incentivare i ragazzi a essere dipendenti perché anche negli Usa il 36 per cento  di età compresa tra 18 e 31 anni  attualmente vivono a casa con mamma e papà.

In questa carrellata che vedremo a breve, non manca neanche la possibilità di trovare un lavoro in poco tempo. La cosa strana che tra le big city compare solo New York al  25 esimo posto, di Los Angels neanche l'ombra.

Le migliori 35 città  negli Usa per i giovani- Di seguito nello specifico vedremo la e prime 5 realtà

  1. Portland: La più grande città dell'Oregon detiene  il primo posto in questa speciale classifica grazie al suo ottimo mercato del lavoro, i servizi a basso costo e una vivace scena musicale per i giovani e appassionati. Inoltre è famosa per la sua attitudine imprenditoriale, ottimo trampolino di lancio per i giovani  che hanno un'idea da sviluppare.
  2. Austin:  La città del Texas  è rimasta fedele al suo moto ''"Keep Austin Strano'', conosciuta nel mondo per la sua musica live, Austin ha mantenuto la sua economicità, nonostante la sua crescente popolarità. Ottima la rete di servizi pubblici, cibo economico, birra a buon mercato, incredibile percentuale di coffee-shop, e oasi  di single fanno di Austin un vero paradiso. ''Mi  viene  voglia di trasferirmi''!
  3. San Francisco: Una delle città più belle americane, gli stipendi sono i più alti rispetto alla media nazionale (79.000 dollari). La disoccupazione è relativamente bassa e il trasporto pubblico non è costoso. San Francisco è conosciuta  per la sua arte e la scena culinaria. Interessante anche la scena musicale.
  4. Seattle:  Anche se l'affitto non è sempre un affare a Seattle, il mercato del lavoro della città è incredibilmente facile da trovare. Cibo economico messicano e cinese, eccellente trasporto pubblico e chilometri di piste ciclabili protette. E se siete alla ricerca di un amore, la città del grunge potrebbe essere il posto giusto per trovarlo: Seattle è uscita come terza città per numero dei single su Facebook.
  5. Minneapolis: Potrebbe essere fredda come il Polo Nord  per più della metà dell'anno, ma se riuscite a sopravvivere qui agli inverni, il resto della tua vita potrebbe regalarti delle belle soddisfazioni.  Minneapolis è un luogo perfetto per gli spostamenti su due ruote.

Per vedere la lista completa potete seguire questo link.

foto: via[wikimedia]

martedì 30 luglio 2013

Il tuo boss sta leggendo i tuoi messaggi privati

Hai paura che il  tuo boss sta leggendo i tuoi messaggi privati? Una preoccupazione che naviga in tanti lavoratori! Con l'avvento di Internet le persone hanno a disposizione migliaia di informazioni al giorno, ma dal rovescio della medaglia per i più curiosi è possibile reperire  informazioni personali  controllando solamente  quei siti che abbiamo visitato, per non parlare dei social network, un vero libro aperto per molti utenti. 

Ecco perché sarebbe opportuno per chi condivide un PC in un luogo pubblico o in un posto di  lavoro cancellare almeno la cronologia.  Come se non bastasse esistono anche altri metodi per reperire materiale, uno strumento particolare chiamato bot, un software dedito alla scansione del testo, per vedere se stai condividendo segreti aziendali o foto osé sul cellulare aziendale, inoltre può controllare la posta elettronica e traffico web.

Come più datori di lavoro aggiungono  sistemi di messaggistica mobile per lavoratori mobili, il controllo dei lavoratori SMS inbox è destinato ad aumentare. Ma è chiaro che tutto questo è illegale in quanto i boss devono ottenere il consenso dei lavoratori per monitorare i testi e altre informazioni elettroniche.

Nel 2010, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha dichiarato che i datori di lavoro potrebbero monitorare i messaggi di testo dei lavoratori, a condizione che ci fosse un "legittimo scopo legato al lavoro." Purtroppo troppe volte il legittimo controllo diventa qualcosa che va oltre la procedura lavorativa.

Gli esperti consigliano sempre, in caso di bisogno di dover effettuare una chiamata, di utilizzare il proprio cellulare e non quello dell'azienda, in quanto i ricercatori hanno detto che datori di lavoro hanno meno probabilità di rintracciare uno smartphone personale (BYOD), dalle frequenze emesse di un telefono aziendale.


foto: via[sxc.hu]

venerdì 5 luglio 2013

Guadagnare 2500 euro al mese come Croupier - Una professione che avanza

Roulette de casinoSempre più giovani sono interessati a diventare un croupier, cioè quella figura distinta che lavora in mezzo ai tavoli dei casinò,  che distribuisce ai clienti le carte o le fish da gioco per la roulette.

Sicuramente per diventare un croupier bisogna avere una forte passione per i casinò, e tutti i giochi  che ne fanno parte. Questo mestiere offre al candidato la possibilità di viaggiare spesso, in quanto il croupier è un lavoro indipendente geograficamente, che può portare a svolgere questa occupazione  in tante città famose e meno note.

Requisiti

Tutti possono diventare un croupier, ma ebbene sapere che ci sono dei requisiti preferenziali: essere abili con la matematica o meglio per il calcolo, un buon inglese parlato, essere di bella presenza, e forse quella  più importante - riuscire a interagire con persone di qualsiasi classe sociale, ed essere bravi a rasserenare quei clienti che hanno perso delle consistenti somme di denaro al gioco.


Corsi di formazione

E' opportuno anche se non obbligatorio svolgere un corso di formazione della durata di 3 o 4 mesi  che insegnerà al candidato tecniche di calcolo veloce e quelle da gioco, migliorare il proprio inglese, e comportamento etico e professionale. Tra le migliori scuole segnaliamo: Centro formazione Crouper con varie sedi in città italiane: come  Padova, Milano e Roma, e prossimamente Cagliari e Catania. In alternativa Courses International la scuola aperta da Christine Chilton.


Opportunità di lavoro

Il croupier è una figura sempre ricercata, sopratutto in quelle nazioni come l'Inghilterra dove la cultura del gioco d'azzardo è radicata nella loro cultura. Ma anche nel nostro paese ci sono svariate possibilità come nella stessa Svizzera. Senza dimenticare che questa mansione può essere svolta  nelle prestigiose navi da crociera. Lo stipendio base è di 1200 euro al mese ma può salire anche a 7 mila euro nei casinò più famosi. In media si può arrivare in poco tempo a guadagnare 2500 euro netti al mese.



foto: inizio articolo: [sxc.hu]

sabato 1 giugno 2013

Cerchi un impiego? Digita tu stesso:Lavora con noi per accedere a centinaia di offerte mirate


La frase: Lavora con noi è  quel termine che in quasi tutti i siti di un'azienda, o magazine online è presente accanto ad altre  voci del sito stesso. Eppure, se noi stessi digitiamo questa combinazione potremo accedere a centinaia di offerte senza visitare blog o portali uno a uno, alla ricerca della fatidica frase per dare un po di speranza chi un lavoro non c'è l'ha più, o non l'ha mai avuto. Quello che voglio dire  che digitare su google Lavora con noi ci consente  di perdere meno  tempo inutilmente.

Dopo aver composto la parola magica google ha trovato  più  di 5 milioni di risultati. Tra i primi 10 risultati al primo posto c'è il portale: lavora con noi. org,  dove al suo interno sono presenti svariate categorie che collegano direttamente le aziende con link al loro portale di lavoro.  Al secondo posto c'è il canale dedicato al recruitment della Rai


Subito sotto ci sono le  Ferrovie dello Stato  e la compagnia telefonica Vodafone    Per chi invece ama essere al contatto con il pubblico ecco il Lavora con noi Ikea, la famosa azienda di mobili svedese. Non mancano le offerte dalla multinazionale Coca Cola


Tra le ricerche correlate da segnale senz'altro: Lavora con noi Poste italiane Oppure perché non provare nella ristorazione come Mc Donal's  una delle aziende che anche in Italia è sempre alla ricerca di nuove figure.  Vorrei segnalare le offerte Enel e la Ferrero

Se invece state cercando una posizione specifica potete digitare Lavora con noi e poi il nome del lavoro desiderato. Lunga è anche lista dei supermarket dalla Conad, Pam, Coop, Carrefour, Auchan e tanti altri.




giovedì 9 maggio 2013

FACEBOOK: ARRIVA LA NUOVA BACHECA LAVORO

Ci sono delle importanti novità per Facebook: la nuovissima bacheca per cercare lavoro e video pubblicitari che porteranno nuovi ricavi alle casse del social network.


Molto presto, esattamente a luglio Facebook presenterà  due news entry sul diario:  in primis una bacheca lavoro dove saranno presenti offerte e annunci di lavoro che avrà lo scopo non solo quella di trovare un  incontro tra domanda e offerta nel mercato lavorativo, ma fare una sana ( o forse), scorretta concorrenza a Linkedin , che del lavoro ha creato il suo successo.


Video Pubblicitari sulla home page di Facebook

L'altra novità, ma sinceramente era inevitabile, sarà  quella di inserire video pubblicitari  su Facebook per aumentare i ricavi. Una mossa non di certo azzardata se si pensa che sopratutto i brand  più famosi hanno una dichiarata preferenza nello sfruttare ormai internet che la televisione per fare pubblicità,  un esempio palese è su You Tube o negli stessi blog dove possiamo trovare ogni tipo di campagna pubblicitaria.


Come funzionerà la pubblicità

I video partiranno in automatico nella home page di Facebook ( proprio come quelli implementati su You Tube), qualora l'utente voglia ascoltare l'audio (all'inizio la colonna sonora è disattivata), può attivarla in un secondo momento.  Ma potrebbe esserci  anche degli aspetti negativi da non sottovalutare: molti utenti potrebbero annoiarsi di vedere continuamente della pubblicità sulla home, questo aspetto porterebbe a un calo di visite su Facebook.


Ma l'aspetto più importante del nuovo Facebook, è senz'altro quello presentato all'inizio dell'articolo: la bacheca di ricerca per trovare lavoro, pensate a quanti annunci di lavoro e condivisione di offerte potrebbero esserci con un miliardo di utenti iscritti. Linkedin è avvisato.






martedì 23 aprile 2013

TROVARE LAVORO SU FACEBOOK CON BRANCHOUT E CON UN ANNUNCIO SPONSORIZZATO


Devo dire che questa volta a differenza di Twitter ho avuto maggiori difficoltà a trovare delle informazioni utili su ''Come trovare lavoro su Facebook'' Strano a dirsi, eppure con Twitter, se pur meno famoso del diario era tutto più diretto, su come cercare un impiego. Su Facebook la ricerca è stata più tortuosa, ma alla fine come si dice '' chi la dura la vince''

La prima opzione che voglio proporti si chiama Branchout, una nuova applicazione, e un nuovo social che ricorda Linkedin per le sue caratteristiche. In fase di  registrazione, l'utente autorizza al trattamento dei  dati personali e consente l'applicazione di accedere alle proprie informazioni, come qualunque altra apps. 

 Branchout sfrutta le connessioni degli amici dei tuoi amici. In pratica se tu hai 1000 amici potresti connetterti con 20000 profili di professionisti. Una volta registrati tramite motore di ricerca  interno puoi personalizzarla digitando il nome di  un datore di lavoro o azienda a cui vorresti candidarti. A questo punto Branchout effettua a sua volta una ricerca per verificare se tra i tuoi amici o contatti dei tuoi amici esiste un profilo che lavori per quel determinato soggetto, e da dove possa partire la raccomandazione e la tua notifica all'interesse di quel lavoro.

La seconda possibilità è quella di investire sulla propria immagine e profilo ( lo so, ma se uno non ha soldi come può fare?). Purtroppo qua non ho nessun suggerimento da dare, se non quello di provare a fare questo passo con almeno 100€  e creare un annuncio sponsorizzato che apparirà in home di Facebook. Nell'annuncio mettete una vostra foto, un messaggio chiaro di quello che state cercando. evidenziando due parole Hire me (assumimi).

Altra strategia, sbirciate i profili dei vostri amici (in particolare quelli che  avete perso di vista), controllate e se hanno reso pubblico la loro occupazione, non si sa mai che questi abbiano fatto carriera e possano sfoderare cariche manageriali o agganci in aziende di lavori da te ambiti.

Iscriviti a un gruppo e  diventa fan di quell'azienda che vuoi lavorare, interagisci con l'amministratore del gruppo e chiedigli se puoi mandare il tuo curriculum vitae.  Compila il tuo profilo e non usare nomi falsi o nick inventati, un'azienda quando controlla dei profili su Facebook non ama questo tipo di utente, può pensare di essersi imbattuta al cospetto di una persona poco seria.

Altro consiglio, nel tuo status non far mai riferimenti politici, oppure  se vuoi condividere un tuo pensiero fai in modo che questo sia leggibile solo ai tuoi amici più stretti. Metti mi piace a questa pagina: facebook.trovalavoro  per rimanere aggiornato alle inserzioni e posti vacanti.

Infine anche Facebook come altre aziende quali Google è alla costante ricerca di nuovi profili. Se hai delle capacità e vorresti fare un'esperienza all'estero controllo la pagina ufficiale Careers at Facebook, ci sono tantissimi ruoli vacanti in tutto il mondo. Buona fortuna.





foto: via[info.whatisbluesky]



lunedì 22 aprile 2013

TROVARE LAVORO SU TWITTER E POSTARE IL TUO CURRICULUM IN SOLI 140 CARATTERI

 Ormai da diversi anni la ricerca del lavoro ha avuto un forte mutamento con l'avvento di internet. Sono un lontano ricordo i tempi di quando una persona cercava lavoro bussando di vetrina in vetrina nei negozi della città. Lo stesso ruolo vacante di un lavapiatti, ha il suo annuncio in una bacheca nel  web.

Per non parlare poi dei social network, che oltre essere nati como scopo principale quello di accomunare stessi interessi tra gli utenti (almeno nel caso di Twitter), ora gioca il ruolo importante di consentire agli internauti di poter cercare o mettere annunci lavorativi.

Su Twitter è possibile trovare lavoro e postare il tuo curriculum vitae in soli 140 caratteri.  L'idea è partita da alcuni utenti registrati che in soli 140 caratteri con link ipertestuale hanno richiamato l'attenzione alle risorse umane di varie società.


Il trucco o meglio la tecnica di questi signori è stato quello di inserire gli hashtag al posto giusto, per es #lavoro #stage  ecc. Inoltre un'altra regola è quella di seguire l'azienda che ti interessa per rimanere sempre aggiornato.  Se ancora non l'hai fatto registrati a Linkedln  e twitta il tuo profilo.

In 140 caratteri devi essere bravo a concentrarti in un riassunto delle tue credenziali e interessi,  crea un Video  Vine dove presenterai in soli 6 secondi le tue abilità.  All'interno del tuo profilo su Twitter aggiungi le tue competenze e studi fatti.

Ma Twitter non finisce qua', infatti sono nati dei portali per cercare lavoro. Uno di questi è TwitJobSearch oppure diventa follower di @offertelavoro. Un altro sito che sembra fatto abbastanza bene è Tweetmyjobs Volendo potresti fare anche una ricerca avanzata seguendo questo link.



foto: via[blog.techfetch]

mercoledì 6 marzo 2013

Best job in the world: Guadagnare 80mila euro in 6 mesi per svolgere il miglior lavoro al mondo in Australia

Dopo l'incredibile successo del 2009 dove 35 mila giovani sognarono il posto di lavoro di guardiano presso la Grande Corallina Australiana, un solo fortunato, un ragazzo inglese Ben Southall riuscì in questo straordinario traguardoTourism Australia quest'anno si migliora offrendo sei posti vacanti per 6 mesi a 100 mila dollari ( 80 mila euro).

Quindi pronti a partecipare al concorso e vincere il "Best job in the world?" L'Australia un sogno che può diventare realtà per qualcuno dei già 34.000 mila candidati, speriamo che questa volta almeno un posto possa essere di un nostro connazionale.

Quale tipo di mestiere è possibile candidarsi? Si passa dallo "Specialista del divertimento" nel Galles del Sud (South Wales), "All'esploratore dell'Outback," (Northen Territory), al Guardiano di un parco naturale  (Queensland), "Custode della natura" ( South Australia), Fotografo Trendy (Melbourne), Maestro del gusto (Western Australia).  Che dire più di un lavoro sembra davvero un sogno, un'esperienza fantastica, con un signor stipendio.

Per candidarsi le domande devono essere presentate esclusivamente online:  sul sito  ufficiale www.australia.com/bestjobs  o su Facebook: www.facebook.com/australianworkingholiday.  in base al regolamento il candidato dovrà caricare un video di 30 secondi cercando di convincere la commissione perché dovrebbe essere lui la persona giusta. In seguito dopo 48 ore nella propria casella di posta elettronica si riceveranno tutte le dovute istruzioni per concludere il  processo di candidatura e quello di qualificazione. Il concorso è riservato a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e 30 anni, ovviamente per avere una speranza di essere presi la conoscenza dell'inglese è fondamentale.

Visto l'alto tasso di disoccupazione giovanile che è presente nel nostro paese, in particolare di neo laureati, questo splendido concorso   è un occasione  che vale almeno la pena provare a fare.

Andrew McEvoy, direttore dell'ente del turismo australiano ha presentato entusiasta  a Londra in una conferenza questa nuova edizione: Best job in the world. Il direttore  ha dichiarato  che la campagna del 2009 fu un grande successo, ora in quella del 2013 si è voluto allargare per dare più possibilità ai  numerosi partecipanti.

L'Australia un sogno che può diventare realtà per qualcuno di voi, beato chi ci andrà.


http://www.australia.com/it/best-jobs.aspx
www.facebook.com/australianworkingholiday




foto: via [howorth.com.au]

sabato 2 marzo 2013

Usa: Nel 2013 il farmacista è il lavoro più pagato per le donne

Nonostante il 50 ° anniversario della Equal Pay Act  ( una legge americana del 1963, nata per abolire la disparità salariale tra uomini e donne), le donne continuano a guadagnare meno degli uomini a prescindere da ogni carica ricoperta.

In base al numero di nuovi dati  rilasciati nel mese di febbraio, nel 2012  la differenza  retributiva tra i  due sessi si è  ampliata ancora di più di circa  un punto percentuale. Negli Usa la donna che lavora guadagna in media:  81 centesimi per ogni dollaro guadagnato dagli  uomini.  Ma a patire questo divario salariale sono anche le giovani laureate percependo  1,6%  in meno dello stipendio dei loro colleghi maschi.

Grazie a una ricerca fatta da Forbes, e analizzando i guadagni  settimanali, si è venuto a conoscenza che la figura del farmacista è quella più retribuita per le donne.   Le donne farmaciste  negli Usa guadagnano in media 1.871 dollari a settimana, pari a circa 98 mila dollari l'anno. Questo risulta uno dei pochi lavori dove possiamo vedere una perfetta parità tra i  due sessi.

Nella lista dei  20 migliori posti di lavoro meglio retribuiti  per le donne, nove sono in campo sanitario, tra cui infermiere, terapisti occupazionali, servizi medici e sanitari dirigenti. L'assistenza sanitaria sta avendo  la più rapida crescita nel settore nell'economia degli Stati Uniti ed è saldamente rappresentato  dalle donne.

Al di fuori del campo sanitario, il secondo lavoro meglio pagato per le donne è l'amministratore delegato, con un interessante  guadagno in media di 1.730 dollari a settimana,  circa $ 90.000 all'anno.

Dando uno sguardo invece nelle ultime posizioni:   i peggiori lavori  retribuiti per il gentil sesso sono quelli di preparazione degli alimenti, lavanderia e pulizia, cassiere, bambinaie,  le cameriere e governanti, che guadagnano meno di 400 dollari a settimana.




foto: via: [adesso-online.de]

martedì 12 febbraio 2013

Cina: ha aperto il primo ristorante al mondo dove i camerieri sono dei veri robot

Vi ricordate il film "Io e Caterina" con Alberto Sordi, dove un insolito robot tuttofare sbrigava le  faccende del suo padrone. Bene, in Cina nella città  di Harbin situata al nord del paese, un ristorante  ha pensato bene di assumere del personale altamente specializzato, dei veri  robot.


Dunque un altro nuovo capitolo di intelligenze artificiali , le macchine o i cosiddetti  uomini latta forse  in breve tempo  sostituiranno gli uomini in carne e ossa.  Robot  cordiali che accolgono i clienti con un benvenuto e un arrivederci quando questi vanno via. I robot   amano cucinare, servire e intrattenere  gli ospiti mentre questi incuriositi  cenano.   A quanto pare  lo chef robot è in grado di cucinare dei  primi piatti come: la pasta, e gnocchi di patate, menu di riso, per secondo, patatine fritte.


Si calcola che in meno di dieci anni  l'uomo potrà vedere  dei veri  androidi  camminare nelle strade. Essi permetteranno  agli anziani di rimanere nelle loro case, offrendo compagnia e assistenza.  Robot che saranno in grado di sostituire la manodopera  o lavorare affianco agli esseri umani nelle fabbriche.

Tornando all'argomento principale, il ristorante può  contare su un totale di 20 robot.  I cyber camerieri e cuoco, sono stati progettati e costruiti da una ditta locale, la Harbin Haohai Società Robot. Ogni robot  è costato circa 47.000 dollari.  

Ovviamente il ristorante, grazie all'impiego di questo particolare personale ha  ottenuto grande attenzione in tutto il mondo, definendo questo progetto  come un grande   piano di marketing per l'esercizio commerciale. I prezzi sono davvero abbordabili per un pasto completo si spende circa 10 dollari. I clienti, fino ad ora, hanno detto di essersi ritenuti soddisfati del servizio.


robot-restaurant-3[2]


A 'waiter' robot holds an empty tray after serving meals to the customers

robot-restaurant-0[6]

foto via [visualnews.com]

lunedì 11 febbraio 2013

Lavorare per Google: un sogno per tanti internauti

Avete mai pensato di cercare lavoro nella società più famosa al mondo Google?  La  Multinazionale è alla costante ricerca di giovani talenti e personale motivato che voglia migliorare le sue aspettative di carriera. Google come sappiamo è il primo motore di ricerca su Internet, fornedo a quasi tutti i  blog e siti, la famosa pubblicità e banner di Adsense.

E' chiaro, che per candidarsi a coprire un ruolo nell'azienda di Mountain View e di tutte le sue succursali sparse nel mondo bisogna essere in possesso di una laurea. Il colosso ha inoltrato un nuovo modo di interagire con i suoi dipendenti, per dirne una, non vedrete mai un programmatore di Google o un tecnico seduto in ufficio di fronte al suo Laptop in giacca e cravatta. Praticamente, la politica di Google è incentivare la creatività del proprio team senza costringerla a quei canoni  alla Fantozzi.

Il colosso del web offre ai propri dipendenti ogni ben di Dio,  all'interno dell'azienda, che questa sia piccola o grande troverete  dei  banchetti sfiziosi per la pausa pranzo o quando uno ha fame, lavanderia, sala giochi, e palestra.  Purtroppo il processo di selezione per lavorare con Google è davvero rigido, questo è dovuto all'alto numero di candidature che la società riceve ogni anno, circa 1 milione.

Lavorare per Google  è sicuramente una cosa unica nel suo genere. Ma quando si ha la fortuna di passare la prima preselezione; cioè che il tuo C.V non è stato cestinato, il candidato dovrà far fronte a domande dell'esaminatore a dir poco assurde, tipo "Cosa faresti se venissi ridotto alla grandezza di una monetina da 5 centesimi e vieni gettato in un frullatore"

Se comunque qualcuno pensa di essere in grado di far parte di un team così vincente non dovrà far altro che visitare la pagina per le opportunità di lavoro di Google. Il colosso di Mountain View infatti accetta le candidature solo attraverso il Recruiting Online.



foto via [graduan2u.com]

venerdì 1 febbraio 2013

Le migliori compagnie per cui lavorare in America

La nota rivista Forbes ha pubblicato un sondaggio preso  da WorkPlace Dynamics che dal 2006 si occupa di mettere in contatto le aziende con  i possibili candidati. Da una intervista fatta a dei  dipendenti di 150 imprese è stata resa nota una speciale classifica: delle migliori aziende per cui lavorare in America.

Nelle prime posizioni troviamo la Quicken Loans Inc con sede a Detroit nel  Michigan, l'azienda si occupa di erogare prestiti e mutui online. E' la terza compagnia più importante finanziatrice al dettaglio degli Stati Uniti. La Quicken Loans In ha al suo attivo ben 8500 dipendenti. A seguire la  Container Store  venditrice di ogni accessorio possibile e  immaginabile  per la casa. L'emporio principale  si trova a   New York,   ma ha  altre  succursali sparse per gli Usa e anche in Italia.  Accanto alla  Container Store, l'Anadarko Petroleum company, che dal nome è ipotizzabile che  si tratti di una compagnia petrolifera. Anadarko Petroleum Corporation ha nel suo organico 4000 dipendenti in tutto il mondo, la società è anche quotata in borsa. Al quarto posto probabilmente con un fatturato inferiore c'è una concessionaria di auto chiamato Park Place a Dallas, in Texas.

Possibile che lavorare in una  piattaforma o una concessionaria di auto è uno dei posti più ambiti degli Stati Uniti? Potrebbe esserlo, visto che le statistiche sono state elaborate  da un campione di 277 mila intervistati che lavorano presso queste compagnie. Un'indagine di mercato secondo Workplace Dynamics è valida quando  i dipendenti intervistati sono stati almeno il 28% del totale del personale di un'azienda, praticamente su 1000 lavoratori di una compagnia almeno 350 saranno quelli a cui verrà fatto il sondaggio.


Quali  tipo di domande WorkplaceDynamics  ha condotto? Claffey il manager di Workplace ha spiegato che l'indagine è  stata relativamente breve, ma completa, il questionario era composto di  22 domande suddivise  in tre categorie: "salute ", "il mio lavoro" e "assunzione"  Per es: una delle domande fatte agli intervistati era questa " Se la società operava  all'interno di  forti valori ed etica" oppure "Se il dipendente ha fiducia nel leader dell'azienda". Tra gli altri questionari le domande erano centrate sulla retribuzione, carriera e formazione professionale.

In seconda fascia tra le migliori aziende per cui lavorare in America: la società di logistica di Jeff Silver:  Coyote , fornitore di servizi di trasporti nel Nord America, con ben 2800 carichi al giorno.  Claffey ha detto che il successo della compagnia è  una politica aziendale focalizzata sulla assunzione di persone intelligenti uscite dal college, a prescindere dallo loro esperienza.

 L'azienda vuole persone di cultura all'interno del proprio organico. Ma a quanto pare la compagnia predilige  assumere amici degli amici che già vi lavorano. Non sara mica con la solita raccomandazione  stile italian job?

1. Quicken Loans
foto via Forbes marchio QuickenLoans


8. Coyote Logistics
foto via Forbes  marchio Coyote Logistics