Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: halloween
Visualizzazione post con etichetta halloween. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta halloween. Mostra tutti i post

venerdì 8 ottobre 2021

Su Mortu Mortu / Is Animeddas: Tradizione di Halloween in Sardegna



 Ho già parlato in un precedente articolo delle tradizioni ad Halloween in Sardegna. Oggi provo a entrare ancor più nello specifico parlando di una tradizione che si perde nella notte dei tempi denominata ''Su mortu mortu''.

Prima però lasciami fare una mia piccola considerazione: molte persone, quelle più bacchettone associano la festa di Halloween a un rito diabolico e satanico. Mentre invece abbiamo potuto appurare che tale festa ha origine pagane, dediti ad onorare la natura e la madre terra.

Ma torniamo a ciò che ci interessa la cultura: La festa Su Mortu Mortu è conosciuta in Sardegna anche con il nome di Is Animeddas, Su Prugatoriu o Is Panixeddas, a seconda della zona dell'isola. Questo per farti capire che la Sardegna al suo interno associa differenti micro - realtà, la stessa lingua sarda cambia da nord a sud con marcate differenze di pronuncia e parole.

Ad ogni modo, Su Mortu Mortu è una tradizione antichissima, forse nata nello stesso periodo di Samhain, poiché presenta molte analogie.

Come erroneamente si è scritto è detto in qualche servizio alla Tv: Is Animeddas non è un inizio di Carnevale in Sardegna, se pur affascinante e antico quanto Halloween. Is Animeddas e su Mortu sono connesse al regno dei morti a quelle giornate che in ottobre e novembre le ore di luce si fanno inesorabilmente più corte e il buio domina sovrano.

Il regno dei morti è il buio per antonomasia e gli antichi sardi in questa giornate desideravano avere un contatto con i propri cari defunti. La riverenza nei confronti delle anime, pur malas (cattive) o bonas (buone) è una tradizione o meglio un culto antichissimo in Sardegna, difficile da scomparire.

Già in epoca nuragica, gli abitanti dell'isola credevano che la morte non era la fine della vita, ma un percorso per accedere a un viaggio o meglio a un'esperienza spirituale dopo la vita terrena. I nuragici erano convinti che le anime dei defunti svolgessero una vita similare a quella precedente terrena, ma in un'altra dimensione - forse parallela. 

 Lo stesso scrittore Giuseppe Calvia (1893) disse “…che tutti i giorni i morti passeggiano per il paese ed attendono, come quando erano in vita, alle proprie occupazioni. Alcune persone hanno la virtù di vederli…”.

 Il desiderio che si provava nel rivedere anche per un attimo i propri defunti era comprensibile. Ecco perciò subentrare una persona dotata di particolare sensibilità, in genere una donna, conoscitrice dei segreti di come parlare con i defunti. È proprio a partire dagli ultimi giorni di ottobre e inizio di novembre, per le anime ultraterrene quel confine che separa il regno dei vivi con quelli dei morti è ancor più facilmente valicabile.

L'Isola di Sardegna celebrava quelle giornate particolari con riti arcani: is animeddas,  is mortus,  sos mortos, o  su mortu mortu. La tradizione isolana ne è ancora certa: il 31 ottobre si apre quel portone a noi invisibile, lasciando uscire le anime dei defunti che si dirigono in luoghi ai quali sono ancora profondamente legati: abitazioni e proprietà.

Fino a metà degli anni 50 del 1900,  la notte del 31 di ottobre ed il 1 di novembre era tradizione celebrare in Sardegna i morti con una cena frugale: i defunti si sarebbero sfamati con gli odori della tavola apparecchiata in loro onore, con alimenti tipo fave, piatto tipico per i morti.

Una volta che anche l'ultima fiamma del cammino si sarebbe spenta, la cenere e i carboni di quella notte venivano conservati affinché proteggessero la famiglia. La cenere fu anche simbolo di ringraziamento alla madre terra, che ancora generosa diede l'ultimo raccolto, essenziale prima della stagione invernale.

Una nota di rilievo anche per i bambini sardi che proprio in quella notte arcana, camminavano per le vie del paese mascherati di stracci, bussando di porta in porta, e domandano secondo una frase che poteva cambiare da zona in zona dei frutti di stagione, in cambio alle offerte delle anime che vagavano nel purgatorio.

In conclusione, ma quale trick o treat in America. In Sardegna, questa tradizione ha origine probabilmente prima della scoperta fatta da Cristoforo Colombo!

giovedì 24 ottobre 2019

Speciale Halloween: 6 film muti Horror che non ti faranno dormire

Tra una settimana esatta festeggeremo Halloween 2019, e non poteva mancare uno speciale per la notte del 31 ottobre, dove, per chi vorrà, potrà prendere spunto dai miei consigli e organizzarsi una nottata Horror all'insegna di film che superano anche 1 secolo dalla loro uscita. Parlo di film muti, ma che a livello di suspense non hanno nulla da invidiare a quelli dei nostri giorni. Andiamo a scoprire quali sono!

6 film muti Horror che non ti faranno dormire 

1) The Execution of Mary Stuart (1895): Mentre la maggior parte dei primi cineasti sceglievano di girare eventi che appartenevano alla vita di tutti i giorni, Thomas Edison desiderava offrire al pubblico molto di più: mostrare l'esecuzione di Maria Stuarda: la regina viene portata davanti al ceppo d'esecuzione e fatta inginocchiare e dopo avervi poggiato il collo, il boia alza la scure e si prepara a colpire. Il filmato dura 60 secondi

L'Inferno (1911): Quattro anni più tardi l'Italia dichiarava guerra all'Austria, ma prima nel 1911, diretto da Francesco Bertolini usciva nei saloni adibiti a cinema il film l'Inferno. Della durata di 68 minuti, la trama narra con fedeltà la prima cantica della Divina Commedia. L'Inferno fu il primo film a ottenere l'iscrizione nel pubblico registro delle opere protette; e fu anche il primo in assoluto a a beneficiare di un nuovo tipo di business, quello del noleggio per zone e paesi esteri. Assoluto capolavoro da vedere in una notte mistica come quella del 31 ottobre.

L'Uomo che ride (1928): Quella smorfia artificiale di Gwynplaine ha dato il via ad altre smorfie malefiche di famosi clown fino ad arrivare a Joker. L'uomo che ride prende spunto dal romanzo omonimo di Victor Hugo.











Una pagina di Follia (1926): Film muto giapponese del 1926, ed è considerato un capolavoro dell'avanguardia cinematografica giapponese della metà degli anni Venti.















Belfagor (1927): Belfagor è un film del 1927 diretto dal regista Henri Desfontaines e scritto da Arthur Bernède, autore del romanzo dal quale è tratto. Della durata di quasi 4 ore, è diviso in 4 episodi che potevano essere proiettati in serate differenti.









Nosferatu Il Vampiro (1922): Per finire non poteva mancare questo capolavoro diretto da Friedrich Wilhelm Murnau. Considerato uno dei capisaldi del cinema horror ed espressionista Per fortuna, dopo le denuncia degli eredi di Stoker, fu ritrovata una copia clandestina e il film è potuto sopravvivere ed arrivare ai giorni nostri.

lunedì 15 ottobre 2018

Racconti di Halloween: sei Reali storie horror da narrare la Notte delle Streghe

Racconti di Halloween


Tra meno di 13 giorni, milioni di persone festeggeranno Halloween 2019. Quale migliore occasione, se non quella del 31 ottobre, per raccontare alcuni aneddoti e storie horror da far rabbrividire anche i più coraggiosi. Qualora siete a corto di idee, vi invitiamo a continuare a leggere il nostro articolo.

Sei storie spaventose da leggere a Halloween

  • Il numero della morte: All'inizio del 2000, in Bulgaria fu rilasciato un numero telefonico alquanto anomalo, lo 0888 - 888 -888. Tre dei loro possessori morirono in modo terribile: il primo utente si ammalò e morì di una forma rara di tumore, altri due sotto una pioggia di proiettili. Dopo questi fatti, il governo bulgaro decise di ritirarlo nel 2007.
  • L'uomo con due facce: Secondo alcune cronache di fine ottocento, un uomo di nome Edward Mordake possedeva un viso gemello situato nella zona della nuca. Il fratello di Edward non poteva mangiare o parlare, tuttavia riusciva a muovere gli occhi in modo naturale, a piangere e a ridere. In più di una circostanza, Edward supplicò i dottori di rimuovere il suo 'gemello cattivo', ma nessun dottore ebbe il coraggio di provare. Disperato da quell'ospite diabolico, Mordake morì suicida all'età di 23 anni.
  • Due gambe sono troppe: Fin da piccolo, Boyer desiderava avere una gamba sola. I medici lo convinsero a desistere ma, all'età di 68 anni, la sua insana passione divenne una vera ossessione: l'uomo prese una pistola facendo fuoco contro la gamba. Dopo 12 giorni di ospedale gli fu amputato l'arto, e Boyer visse il resto della sua esistenza felice con una gamba sola.
  • L'uomo verdeRaymond Robinson era denominato 'l'uomo verde'. Robinson rimase gravemente sfigurato a causa di una scarica elettrica, e il suo volto assunse un colore cadaverico simile al verdognolo. Umiliato e deriso usciva soltanto a notte fonda per non incontrare alcun passante.
  • Ospite nell'armadio: In Giappone, un uomo decise di installare delle telecamere nella propria abitazione per i continui furti di oggetti e cibo all'interno della casa. Il giorno successivo visionando i video della notte precedente, riuscì a scorgere la figura di donna intenta a rubare dei soldi e mangiare del cibo, per poi tornare nell'armadio. Dopo alcune ricerche, la polizia affermò che l'intrusa abitava in quel mobile da almeno un anno.
  • Morte apparente: Pensare di essere sepolti vivi è qualcosa di terrificante e sconvolgente. La sfortunata di turno è una donna russa di 61 anni dichiarata morta dai dottori per ben due volte. Dopo 72 ore di morte apparente, la malcapitata si risvegliò dal suo torpore, a pochi minuti dalla sua cremazione. Ancora più angosciante è la storia di un bambino brasiliano di 2 anni morto a causa di una polmonite. Il corpo del piccolo venne messo dentro una bara aperta, in modo che i familiari potessero vegliarlo fino alla messa funebre. Nel mezzo della notte, il fanciullo si mise seduto sulla bara chiedendo alla madre un bicchiere d'acqua. Nessuno ebbe il coraggio di muoversi, tuttavia, dopo qualche secondo, il bambino si ricoricò sulla cassa, questa volta però, per riprendere il suo sonno eterno.

venerdì 13 ottobre 2017

10 curiosità su Halloween che in pochi conoscono



 Halloween, la notte delle streghe dove tutto è possibile. Si narra che in questa notte gli spiriti dei nostri cari ma anche quelli malvagi possono ricongiungersi con il mondo dei vivi. Negli ultimi tempi,  questa ricorrenza ha perso il suo vero significato diventando una sorta di carnevalata all'americana. Ma c'è chi ancora come il sottoscritto ama il suo lato poetico e ancestrale! Una domanda: Sei sicuro di conoscere quasi tutto su Halloween? Se la risposta è negativa, ti invito a continuare a leggere questo articolo, perché ho intenzione di elencare 10 curiosità che riguardano la notte più tetra dell'anno!
10 curiosità su Halloween che in pochi conoscono

1) Maschera: L'usanza di mascherarsi ad Halloween ha origini molto antiche, e risale ai Celti. I Celti credevano che durante la notte tra il 31 ottobre il primo novembre gli spiriti dei morti potessero tornare nelle loro case.Temendo per loro incolumità decisero di indossare delle maschere spaventose per cacciare i morti.

2) Significato: Il significato della parola Halloween deriva dallo scozzese All Hallow's Eve, che tradotto significa: ' Notte degli Spiriti Sacri'; per i cattolici vigilia di Ognissanti.





3) La Samhainofobia: Ebbene si esiste anche questo genere di fobia: non si riferisce alla notte di Samahain ma bensì alla paura delle streghe e fantasmi.







4) Rapa: La zucca è il simbolo per eccellenza per la festività di Halloween, eppure in origine gli irlandesi e scozzesi intagliavano le rape per farne lanterne per le anime del purgatorio. Nel 1800, quando queste popolazioni si trasferirono in massa nel Nord America iniziarono a usare la zucca originaria del posto, disponibile in quantità molto elevate.

5) Arancione - Nero e Viola: Tre colori non casuali: Arancione riflette i colori dell'autunno e il tempo in cui gli agricoltori raccoglievano i loro prodotti dalla terra. Il nero è il colore del buio, delle giornate sempre più corte. Il nero è il colore della morte e dei pagani che governavano il mondo dei morti. Il viola è da sempre un colore associato alla magia, alla superstizione e l'arcano.



6) Gatti neri e pipistrelli: Altri simboli di Halloween sono i gatti neri e pipistrelli, da sempre connessi alla magia e alle streghe.









7) Commercio: Dopo il Natale, Halloween è la festa più costosa. Nel 2016, gli americano hanno speso 6 miliardi di dollari in caramelle, costumi e decorazioni.





8) Nuovo anno per i Wiccan: La festa di Samhain, tutt'oggi coincide con il capodanno per la religione Wicca.





9) Dolcetto o Scherzetto: La pratica si rifà al tardo medievale, quando la gente povera per la commemorazione di Ognissanti (il 1º novembre) chiedeva l'elemosina in cambia di preghiere per i loro defunti.


10) Luna piena: La notte di Halloween è povera di lune piene, l'ultima risale al 2001, ancor prima nel 1955. Per vedere un'altra luna piena per la notte di Halloween dovremo aspettare al 2020.

giovedì 27 ottobre 2016

12 tradizioni a Halloween in giro per il mondo

Negli ultimi anni Halloween ha sempre più valenza anche in Italia. Ma come viene celebrato in altri paesi del mondo? Sicuramente ciò che accomuna tutte le nazioni sono le celebrazioni che legano quel passaggio sottile tra la vita e la morte: dall'Irlanda ad Haiti, fino a passare dalla Sardegna alla Scozia.

12 tradizioni a Halloween in giro per il mondo


1) Sardegna  - In Sardegna Halloween non è un evento sconosciuto, anzi si pensa che sia nato 1500 anni prima della scoperta dell'America. A quel tempo era pratica già diffusa intagliare per la notte del 31 delle zucche. La gente del posto li chiamava 'Concas de Mortu', teste dei morti.

2 - Messico - Dìa de lo Muertos: Il 1° e il 2° novembre, la gente in Messico celebra la giornata dedicata ai morti. Le persone si travestono come i loro antenati costruendo altari privati chiamati 'ofrendas' dove lasciano dei doni per i loro cari: da teschi di zucchero a tequila.

3 -  Cina - Il festival del fantasma affamato: Questo festival viene celebrato in Cina e Hong Kong per un mese intero dove vengono organizzate delle sfilate, banchetti di cibo per i morti e spettacoli per richiamare i defunti.

4 - Scozia e Irlanda - Samhain: Ci vorrebbe un intero post per descrivere l'importanza storica di questa ricorrenza. Si pensa che Halloween ha origine proprio da Samhain, la festa dei celti in onore dell'arrivo dell'inverno.

5 - Haiti - Fed Gede: Il festival degli antenati è una celebrazione Voodoo che viene praticata ad Haiti e in altre parti del mondo come a New Orleans. Un rito prevalentemente esoterico, in cui la notte del 31 ottobre gli abitanti del posto si recano verso i luoghi di sepoltura dei loro antenati. Per entrare meglio in contatto con le entità molti bevono rum infuso con del peperoncino.

6) Irlanda del Nord - Banks of Foyle - Se è credenza che in Irlanda è nato Halloween, in concomitanza nella vicina Irlanda del Nord è tradizione organizzare il carnevale di Halloween più importante e grande al mondo a tema ovviamente horror.

7 - Corea del Sud - Chuseok: Letteralmente potrebbe essere tradotto come 'festa del raccolto', anche per Samhain i celti festeggiavano i raccolti e il ritorno delle greggi al villaggio. I sud coreani, inoltre, rendono omaggio ai loro antenati.

8-  Usa - Scordatevi che Halloween è nato negli Usa, il merito degli americani è stato quello di rendere questa festa commerciale. Furono i loro avi, scozzesi e irlandesi arrivati nel 19° a importare questa festa.

9 - Nepal - Gai Jatra - Conosciuto anche come il 'festival delle mucche'. L'evento al contrario degli altri, si celebra tra agosto e settembre in commemorazione dei propri cari morti in quell'anno. La mucca aiuterà il defunto a trovare il viaggio verso l'aldilà.

10 - Philippines -  Pangangaluluwâ:  Il 1° novembre i bambini bussano di porta in porta cantando canzoni in cambio di qualche dolce.

11 - Polonia - Zaduszki: È il giorno dei morti per i polacchi, che si celebra il 1° novembre. I parenti dei defunti posano sulla tombe dei propri cari fiori, dolci e piccoli doni.

12 - Giappone -  Per Halloween i giapponesi si travestono con degli esilaranti costumi che hanno poco da spartire con l'horror e oscurità di questa ricorrenza. L'evento, invece, legato alla spiritualità e in onore dei defunti è con il festival buddista chiamato Obon che dura tre giorni, la sua data varia tra la metà di luglio e agosto.

giovedì 20 ottobre 2016

Otto canzoni da ascoltare la notte di Halloween

A partire da oggi fino al 31 ottobre parlerò esclusivamente di Halloween, una festa che amo particolarmente, ma dal punto di vista celtico e pagano, poco dal lato consumistico americano. Il post che voglio tratta le più belle canzoni di Halloween. Devo dire che non è stato difficile stilare un elenco, ovviamente ognuno è libero di avere le proprie preferenze.

Otto canzoni da ascoltare la notte di Halloween


La notte del 31 ottobre è una notte differente dalle altre, già da piccolo pur non conoscendo Halloween sentivo nell'aria qualcosa di magico e misterioso. 

1 - Thriller: Thriller è una canzone di Michael Jackson, prodotta da Quincy Jones, pubblicata tra il 12 novembre 1983 e il 23 gennaio del 1984 negli Usa. Singolo contenuto nell'omonimo album ritenuto il disco più venduto nella storia della musica, con una stima di oltre 115 milioni di copie all'attivo. Il video ha delle ambientazioni horror, volute dallo stesso artista dopo aver visto il film Un lupo americano a Londra di John Landis.

2 - Halloween: canzone scritta dai tedeschi degli Helloween. Il singolo è contenuto nell'album Keeper of the Seven Keyes Part I. Il video è stato girato in un bosco, presumibilmente pensando alla notte di Halloween.

3 - Black Sabbath - Difficile lasciare fuori da questa lista i Black Sabbath. La canzone che ho scelto prende il nome dallo stesso album, primo della band inglese. Un album come altri lavori dei Sabbath che ha avuto una forte influenza nelle band venute dopo. Il suono cupo e lento ci porta attraverso i meandri oscuri dentro un vero sabba: convegno delle streghe con il demonio.

4 - The Black Widow  - È considerato come uno dei dischi più rappresentativi del rock. Forse il migliore di Alice Cooper:incubi e deliri di un giovane, perfetti per la notte delle streghe.

5 - Ghostbusters -Scritta da Ray Parker Jr, come tema principale del film omonimo.  Il video mostra Ray Parker cantare, e una ragazza spaventata in una casa stregata fatta con dei neon colorati.

6 - Werewolves of London - È una canzone rock composta da Warren Zevon, pianista e cantautore più irriverenti e geniali della sua epoca.

7 -This Halloween: Meritava le prime posizioni. Il brano è stato scritto dal compositore Danny Elfman per la colonna sonora del film Nightmare Before Christmas, prodotto da Tim Burton. Siamo di fronte alla canzone più rappresentativa della festa di Halloween.

8 - Toccate Fuga in Re Minore: La toccata e fuga in Re minore è una delle opere per organo più conosciute al mondo scritta da Johann Sebastian Bach. Utilizzata tantissime volte per scene nei film horror. 


martedì 27 ottobre 2015

Le 10 peggiori maschere di Halloween che ti faranno ridere

Halloween is coming: incredibile è già passato quasi 1 anno da quello del 2014. Così ho deciso di prendere la palla al balzo è scrivere un altro post che riguarda la notte del 31 ottobre. L'articolo si chiama Le 10 peggiori maschere di Halloween che ti faranno ridere. Prima di continuare, ricordo che all'interno dei nomi dei personaggi potete trovare il link che porta alla foto originale e dove potete comprare la maschera.

10 - Bad Pritt: Povero Brad qua assomiglia più a un uomo primitivo che a una star hollywoodiana. Senza contare il colore della pelle.


9 - Barack Obama - Il presidente degli Stati Uniti simile a una sorta di licantropo da museo degli orrori. Chi ha creato questa maschera probabilmente non ha votato per lui.

8 -  James Dean - Conosciuto per il film gioventù bruciata. Non per altro sembra aver appena fatto una plastica facciale.

7 - Marilyn Monroe -  No dai, povera Marilyn, questo è troppo!


6- Elvis - Passiamo da un mito all'altro. Madonna ha la stessa abbronzatura di Brad, invecchiato di 70 anni.


5-  Dawayne Johnson - Ma quale 'The rock' questo assomiglia al Conte Dracula con i denti gialli.

                                                   
4 - Mona Lisa  - Svelato l'arcano mistero la Mona Lisa non è Leonardo da Vinci, ma bensì era una donna con i capelli diradati e stempiata.

3 - Mr Bean - Senza il nome era impossibile capire il personaggio. Sembra un psicopatico e serial killer allo stesso tempo.


2 - Tom Cruise  -  Tom appena uscito da un'esorcismo con Padre Lankaster Merrin.

1 - Jennifer Aniston -  Toh guarda chi si vede pure Platinete, invece è Jennifer Aniston.


venerdì 31 ottobre 2014

I 16 costumi più esilaranti di Halloween per il vostro animale domestico

Halloween va preso come la vita con la giusta ironia. Per questo non ho resistito voglio che anche voi potete vedere: I 16 costumi più esilaranti di Halloween per il vostro animale domestico. Foto al limite dell'impossibile, la risata è garantita. Ho sempre desiderato guardare un cane vestito da suora o un riccio travestito da vampiro.

1 - Foca- Questo costume è proprio adorabile, ma guardate i suoi occhi che chiedono al padrone perché proprio a me?









2 - Yoda -  Prega per la nostra anima!

3 -  Re Leone - Solo perché i gatti domestici condividono dei geni con i leoni non significa che dovremmo farli indossare delle finte criniere per diventare i re della giungla, giusto?








4 -  Freddy Krueger è un tizio inquietante che tormenta i sogni di ignari giovani, li affetta con i suoi artigli . E 'un mistero il motivo per cui si dovrebbe vestire un  cucciolo carino come un personaggio così odioso.








5- La pecora: Ogni cane dentro questo costume si sentirebbe imbarazzato









6 -  Tricheco: Questo Boston Terrier è scioccato e intimorito





7 -  Madre Maria Rover e Sorella Polybark: Dove cavolo è san Francesco, quando c'è bisogno di lui? Vedi foto dell'anteprima




8 -  Batman: Questo chihuahua si vergogna ( giustamente!).










9- Vampiro? Come hanno fatto a mettere il costume a un riccio?

10 - Superdog-  Batman non poteva stare da solo!








11-  Mamma papera: Perché non si ribella quel cane









12 -Umpa Lampa:  Ecco un nuovo dipendente della fabbrica del cioccolato











13 - Aragosta - Non c'è bisogno di avere la capoccia di  Einstein per capire che i gatti e costumi fanno a pugni.





14 - Dorothy del mago di Oz: Io preferisco questa versione











15 - Anni 80' - Prince è tornato












16 - Unicorno Puppy: Questo potrebbe essere il motivo perché gli unicorni si sono estinti.




giovedì 30 ottobre 2014

11 canzoni horror da mettere a un party a Halloween

halloween: 11 canzoni spaventose
Finalmente per i tanti appassionati domani è Halloween  In tutta Italia per la notte delle streghe compreso Roma e Milano sono previsti degli eventi mondani a tema horror. Ma che Halloween sarebbe senza una zucca alla Jack o Lanter e musica di atmosfera tenebrosa magari a un party per il 31 ottobre. Nel caso avete organizzato una festa privata e siete protagonisti alla console per il vostro raduno di amici - zombie vorrei consigliare 11 canzoni spaventose da mettere a un party a Halloween

11 - The Raven - The Alan Parsons Project: Devo essere onesto e ammettere che avevo sentito questa canzone una sola volta prima di iniziare la ricerca per questo elenco di canzoni horror- ma è sicuramente degna di essere inserita. Un omaggio a Edgar Allan Poe, una piacevole alternativa a musiche più pesanti in questa lista.

10 - I’m Your Boogie Man - White Zombie: Non mettere Rob Zombie in questo elenco mi sembrava un po dissacrante. Poi la canzone è horror sino all'ultima nota ; per non parlare del video.

9Ghostbusters Theme: Devo dire che questa canzone mi sta un po sulle ball ma è una melodia spensierata - più adatta per i primi minuti della vostra festa di Halloween. Abbastanza perfetta quando gli ospiti stanno arrivando e iniziano a bere i primi drink ( va bene anche una birra). 

8 The Addams Family Theme: Un successo degli anni 60' che non poteva mancare anche nel 2014.

7Welcome to my Nightmare Alice Cooper - Lui assieme a Ozzy è stato il simbolo del rock horror music. Questo brano è tratto dall'album omonimo di Alice Cooper. Si tratta di un concept album in cui ogni canzone descrive il passaggio di un incubo. È il brano di apertura del cd, ottimo per un party  di Halloween.

6 -  This Is Halloween - Marilyn Manson:  Ho scelto di utilizzare la versione di Marilyn Manson perché mi piace molto è, ovviamente, la title track  tratta del brillante film di Tim Burton "The Nightmare Before Christmas"

5 - O Fortuna Carl Orff - Carmina Burana - È il momento di spegnere le luci sta per entrare uno spaventoso manichino creato dalle vostre mani - dovete terrorizzare i vostri ospiti. Questa musica è perfetta.

4 - Tubular Bells - Profondo rosso, Scream, in quale film la suonavano. Bo ma è bestiale .. vuoi vedere che era nel movie più spaventoso di sempre l'Esorcista. Credo che fosse proprio in quello: quando Regan passeggiava per la casa prima di scatenare l'inferno.

3 - Werewolves of London Warren Zevon - Come fa il verso di un lincatropo? Ascolta questa canzone e lo capirai.

2 - Toccata and Fugue in D Minor J S Bach - Vorrei essere in Transilvania  - lasciamo perdere.: Toccata e fuga in re minore, BWV 565 di Bach, è uno dei pezzi di musica classica più famosi. Composto per organo è stata utilizzata in molti movie horror cinema, videogiochi, musica rock, e suonerie per cellulare, ovviamente da utilizzare per la festa di Halloween . Bach era troppo avanti già 300 anni fa. A cosa pensava?

1 -  Thriller - Micheal Jackson-  Questo brano è un cult dannatamente spaventoso nel suo complesso filmato e musica. Sono sicuro che nessuno potrà contestare di avere inserito thriller al primo posto. Poi Micheal Jackson dormiva veramente in una bara per diventare bianco ... battuta infelice!

venerdì 24 ottobre 2014

Perché si regalano i dolcetti a Halloween?

Halloween è alle porte, perciò siete pronti a fare rifornimento di caramelle e dolcetti da regalare per chi busserà alla vostra porta la sera del 31 ottobre? Vi siete mai chiesti perché si regalano i dolcetti a Halloween. Qualcuno asserisce questa tradizione vecchia di 2000 anni! Ai tempi che 'Inghilterra, Francia, Irlanda e Italia settentrionale appartenevano alla cultura celtica.

Trick or treat '' scherzetto'' in realtà nei secoli passati significava lanciare una maledizione ai danni del padrone terriero e di casa, qualora egli non offriva un dono ai sui contadini in occasione della festa celtica Samhain  - fine dell'estate e quindi del raccolto, ma anche conosciuta come Capodanno Celtico. Mentre invece l'usanza di mascherarsi per Halloween è di origine medievale, che ha ripreso in vita quella del tardomedievale quando i mendicanti il giorno di Ognissanti ( 1° novembre) bussavano di porta in porta per chiedere l'elemosina. I poveri in cambio della questua, intercedevano con le loro preghiere a favore dei defunti per il 2 novembre. Queste pratiche le ritroviamo ancora oggi nel sud Italia e isole

Dopo 2000 anni per la festa di Halloween in tutti continenti  i bambini  hanno continuato la tradizione di bussare in porta in porta -  pronunciando la mitica frase '' Dolcetto o scherzetto'' Purtroppo i più fanatici fanno ben altro sacrificando animali e festeggiando con atti unicamente vandalici.






mercoledì 22 ottobre 2014

4 persone morte accidentalmente per le decorazioni di Halloween

 Halloween a qualcuno ha giocato un brutto scherzo, tanto da essere diventato lui stesso il manichino spaventoso che volteggiava legato in una corda. I passanti lo guardavano e pensavano a un meraviglioso souvenir messo apposta dal padrone di casa per la notte delle streghe. 4 storie reali di persone morte accidentalmente per le decorazioni di Halloween

1 -  Adolescente impiccato accidentalmente -  Nel 1990 nel mese di ottobre Jewell, stava lavorando alla realizzazione di una forca presso l'Haunted Hayride a Lakewood, NJ. Il ragazzo aveva deciso di stare sulla forca recitando un discorso agghiacciante. Durante la notte, il cappio che avrebbe dovuto appendere mollemente intorno al suo collo si è indurito soffocando il giorno dopo il giovane mentre recitava.


2 -  Finto pupazzo: All'inizio tutti pensavano a un pupazzo impiccato su un albero come decorazione di Halloween. Quel corpo sembrava finto, rigido per essere vero. Alcuni passanti  la mattina dopo tornarono sul posto e constatarono che quel pupazzo era invece una donna ( moglie del sindaco del posto) che era scomparsa dal giorno prima.  La donna aveva deciso di impiccarsi il 26 ottobre a ben 15 metri d'altezza.

3 -  Tutto la notte di Halloween: Nel corso degli anni, la maledizione dei film Poltergeist è stata più che una leggenda, mentre per la notte di Halloween  si pensava che la gente potesse violentemente solo nel film. Ma andiamo per gradi:

  • Il 31 ottobre 1982  Dominique Dunne mentre guardava con il fidanzato il primo poltergeist fu strangolata a morte da quest'ultimo
  • Nel 1988, Heather O'Rourke, che è apparsa in tutti e tre i film, è morta per colpa di una infezione settica, causandole una grave ostruzione intestinale all'età di 12 anni. 
4 - Sepolto vivo: Joe Burress aveva invitato i suoi amici per testimoniare della sua ultima bravata, sfidando la morte. La gara consisteva di stare dentro una bara di plastica coperta di calcestruzzo. Burress fu ammanettato nella bara (che era di sua progettazione) e calata sotto terra lasciando uno spazio per garantire la sua uscita dalla cripta. Purtroppo il peso del calcestruzzo ha fatto cadere ancora più in basso la bara, lasciano il mago a una morte certa. Il suo corpo fu prelevato solo dopo il giorno dei morti - diventando un'attrazione inquietante per i visitatori.


lunedì 20 ottobre 2014

16 orribili costumi giapponesi per Halloween

Da oggi sino al 31 ottobre scriverò unicamente articoli che riguardano Halloween e la sue curiosità intorno al globo. Gli argomenti varieranno dai costumi tipici e stravaganti per la notte più spaventosa dell'anno, a quali dolcetti regalare alle mascherine che bussano alla vostra porta, ma anche quali  sono i cibi da non distribuire per la notte delle streghe. Chi avrà la voglia di leggere questi post (perché come me ama questa festività) non mancherà di trovare liste sulle migliori canzoni da ascoltare a Halloween. Film da vedere con i bambini o in famiglia il 31 ottobre, e i cult movie horror migliori da guardare l'ultimo giorno di ottobre. Ora basta! Iniziamo con i 16 più orribili costumi giapponesi per Halloween


I giapponesi sono portatori del nuova tecnologia how know ma in qualcosa sono rimasti abbastanza indietro: la moda e il look, Ve ne renderete conto guardando queste foto 16 foto

1 -  Party Costume - Sembra un ninja con un pigiama da carcere












2 -  Magic Eye -  Difficile non concentrare lo sguardo su un unico particolare. Tra l'altro non si capisce bene se si tratta di uno scoiattolo o una specie in estinzione in Giappone.



3 - Scarafaggio a mandorla - Come ha detto il sito Craked dove sono andato a scovare le immagini, anch'io sento il bisogno di sottolineare che nessuna di queste foto è stata photoshoppata. Non c'è ne stato bisogno grazie all'insanità mentali degli stilisti fuori dal comune . Per la cronaca questo costume è chiamato gokiburi ai lati la traduzione vuole dire '' Mangio e vivo nelle tue feci''








4 -  Zensintaitu, Io amo l'America - Non avevamo dubbi.












5 - Mobius Giraffe - Avete visto la testa dove è collegata?  In effetti il tipo sembra proprio un testa di rapa












6 -  Giraffa con colletto (kaburimono) - Non è che la giraffa è uno dei simboli in Giappone, tipo lo scoiattolo rosso in Inghilterra? Io la maschera l'avrei unita all'altro costume









7 - Un po razzista - Questa è una delle cose più razzista che ho visto! Va bo però sto ridendo. 





8 - Homer Simpson? Una versione di Homer giapponese travestito da samurai con l'espressione da Pierot.




9 -  Uomo cervo - Mi ricorda la maschera di un lottatore della Tana delle Tigri, ma anche un film vacanza di Quentin Tarantino.











10 - Superball (kigurumi) - C'è scritto '' Abbiamo vinto il superball, ora celebreremo la vittoria godendo tutta la notte'' In verità c'è scritto altro tromb.... tutta la notte.












11 -  Uno scimmia senza sfere: Sembra uno dei costumi meno psicopatici, peccato per quel pezzo filante che scende. 











12 - Strofino contro le donne - L'uomo banana giapponese










13 - Melanzana (kumo-otoko) - Un costume dal sapore vampiresco? Macché  non riesco neanche a catalogarlo
14 - Il ballo del cigno (mask-hakucho) - Sarei felice di incontrare chi è  lo stilista










                                                   

  15 -  Il ballo del cigno 2 - Non poteva mancare l'altra testa dove attaccare il collo del cigno











16 - Il principe astruso - Va be è troppo anche per la mia fantasia










Dei 16 costumi non c'è ne stato uno che rispecchiava lo spirito di Halloween. Siamo sicuri che per loro non rappresenti questa ricorrenza il carnevale?