Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: computer
Visualizzazione post con etichetta computer. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta computer. Mostra tutti i post

domenica 24 febbraio 2013

Proposta: Seggio virtuale, dove sarà possibile votare da casa su internet senza più aspettare a quelle noiosissime code

Grazie a Internet le persone ormai  possono  fare ogni tipo di cosa  stando comodamente seduti  a casa, come  quella di  pagare i bollettini dell'energia elettrica o di qualunque altro servizio,  ma non solo, da quest'anno gli stessi studenti delle scuole elementari, secondarie e superiori dovranno inviare la domanda di iscrizione online. In una sola parola tutto questo a  portata di un solo click.

Ci pensate niente più file alle poste o in banca per ritirare lo stipendio, o negli uffici catastali, niente più scontri verbali con maleducati e frustrati dipendenti al ricevimento del pubblico. Eppure, qualcosa non è cambiato o non se ne mai parlato da quando internet è entrato a fare parte della vita di ognuno di noi, mi riferisco a creare un Seggio Virtuale:  cioè perché non far votare  gli elettori direttamente da casa.  

Secondo il mio modesto punto di vista l'affluenza alle urne sarebbe maggiore con questo sistema, a parte i cittadini demotivati a votare,  molti altri,  prendiamo il caso di queste elezioni probabilmente saranno stati impossibilitati a recarsi al proprio seggio magari per le condizioni avverse meteo, o forse  perché costretti a casa da una stupida influenza stagionale. 

Affinché questo possa avvenire magari già dalle prossime elezioni  anche a livello  regionale, il Seggio Virtuale, dovrebbe trovarsi all'interno del sito ufficiale  del proprio comune di appartenenza, dove ogni elettore anche per chi si trova in quelle particolari  giornate: in  un'altra città per lavoro  o per motivi personali, possa avere l'opportunità di dare la propria preferenza di voto.

Non credo di essere un visionario proponendo ( o se c'è stato qualcuno prima di me), un'idea abbastanza lineare, per facilitare la vita delle persone e salvare il sistema nervoso di molti elettori:  che non devono più aspettare a quelle noiosissime code alle urne elettorali. Qualcuno potrebbe chiedersi: Ma allora  con questo metodo anche i minorenni avrebbero la possibilità di voto? Certo che no, ogni singolo elettore dovrebbe dimostrare le sue credenziali all'interno del Seggio Virtuale: in pratica digitando il suo Codice Fiscale  presente  ora sulla Tessera Sanitaria oppure ricopiando i dati della propria Carta D'Identità. Nessuno inoltre avrebbe la possibilità di dare la propria preferenza più di una volta grazie all'uso del Codice Fiscale.

Con questo nuovo sistema: addio di vedere le solite facce come Presidente di Seggio che già ha un lavoro statale, e troppi   scrutatori che stranamente per ogni referendum o elezioni amministrative sono sempre gli stessi.



foto: via [williampaid.com]

giovedì 3 gennaio 2013

Addio caro netbook


Con la fine del 2012 anche i piccoli computer chiamati netbook hanno abdicato. Secondo il DigiTimes, già da gennaio l'Asus uno dei maggiori produttori di netbook  terminerà la produzione dei medesimi della linea Eee PC iniziata 5 anni fa nel 2007. A quanto sembra dopo l'uscita del tablet, il netbook ha trovato il suo declino.

L'Asus e Acer erano le uniche 2 società che ancora producevano netbook. Il netbook nacque in concomitanza alla crisi economica dei nuovi dispositivi.  Il cliente era alla ricerca di computer leggeri e facili da portare in giro e che potevano collegarsi a internet. Anche  Microsoft,  come altri produttori a loro modo hanno seguito la strategia iniziata da Apple, creando una  loro versione di portatili ultraleggeri, “ultrabook”

 Ottimi tablet con un sistema operativo nuovo"Android", nato apposta per il colosso di Montain View, Google.  Perciò era chiaro che il netbook doveva lasciare il posto a questi nuovi dispositivi  da forme ibride e ultraleggeri. Ma per chi ha un netbook. io farei un pensierino, a venderlo su ebay, magari con il pretesto che sarà fuori produzione si potrebbe ricavare qualche euro.


dell2100verded.jpg
foto imageshack

domenica 14 ottobre 2012

EeeBox PC EB1501P : Recensione


Un computer fisso che offre una vasta gamma di porte nonché uno slot-load ossia un’unità a disco ottico, e la possibilità di riprodurre i contenuti nella vostra libreria multimediale in FullHD. Grazie alla porta USB 3.0 l’utente avrà la possibilità di  trasferire in modo  veloce i contenuti ad alta definizione come file di grandi dimensioni dalla memoria esterna.

Il processore un Intel Atom  utilizza fino al 70 per cento in meno di energia di un PC desktop tradizionale. Al fine di garantire un risparmio energetico. 

Guardare un film in  HD   sarà un’esperienza fantastica grazie a lottimo  surround a 5.1 canale audio, inoltre è possibile collegare il  tramite porte di uscita HDMI e S / PDIF. Il design sottile  lo rende ideale per appartamenti, camere da letto. L'EeeBox è abbastanza sottile da essere perfetto  con la configurazione home theatre e attaccare sul retro  un monitor per risparmiare spazio. L'EeeBox  è disponibile sia di colore  nero o bianco.

Grazie al processore Intel Atom D525 Dual Core questa macchina è sicuramente  attrezzata per la multimedialità che altri computer desktop. Il sistema è un po ' limitato con soli  2GB  di memoria, ma si ha la possibilità di aumentare la capacità di memoria a 4GB.

Con uno spazio . da 320 GB è  sufficiente per salvare i propri file personali inclusi mp3 e Dvix  naturalmente, è sempre possibile collegare dispositivi di memoria aggiuntiva tramite  porte USB 3.0. Sulla parte anteriore del PC si  trovano due porte USB 3.0, un’uscita cuffia jack,  un jack per  microfono,e il classico  pulsante di accensione, e lettore DVD. La parte posteriore del dispositivo ospita l'antenna Wi-Fi, quattro porte USB 2.0, uscita HDMI, un connettore VGA, e SATA, e il connettore dell’ alimentazione.

La tastiera  include un compatto mouse wireless semplice da usare. L’EeeBox PC EB1501P utilizza il sistema operativo  Windows 7 Home Premium 64-bit preinstallato. Tra gli altri  software installati ci sono:  Microsoft Office Starter 2010, Trend Micro Internet Security.