Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: canada
Visualizzazione post con etichetta canada. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta canada. Mostra tutti i post

venerdì 4 aprile 2014

Come si festeggia la Pasqua in Canada

Continuiamo con i post correlati alla Pasqua, e come viene vissuta nel mondo. Oggi vediamo come si festeggia la Pasqua in Canada.










Come vivono la Pasqua i canadesi


Anche nello stato del nord America alcune persone di fede cristiana per la domenica di resurrezione si recano in chiesa,  mentre altri preferiscono trascorrere  il tempo con le loro famiglie e amici nel tradizionale spoglio delle uova di Pasqua. Tra i grandi pranzi in famiglia i canadesi amano mangiare l'agnello in crosta di senape e una torta al cioccolato all'interno di un cestino decorato. Prima di sedersi a tavola le persone organizzano la caccia all'uovo per poi essere aperto e mangiato insieme.


Decorazione delle uova di Pasqua

In Canada, decorare le uova di Pasqua è di solito un hobby  dei bambini . La tradizionale caccia all'uovo viene organizzata dalle comunità. Sapevi che l'uovo più grande del mondo di Pasqua è  prodotto in Canada?








Winter Carnival

Uno dei principali eventi collaterali della Pasqua in Canada è il carnevale invernale, organizzato in Quebec. Carnevale a tema con gli ultimi giorni invernali dove molti artisti si sfidano realizzando numerose sculture di ghiaccio.






Tradizioni e simboli pasquali

Molte persone organizzano feste di primavera associate alle divinità pagane. Festival in onore della rinascita della natura e alla fertilità della terra.
Le candele pasquali vengono accese nelle chiese la vigilia della Domenica di Pasqua. Alcuni credono che loro luce è direttamente collegata alle usanze pagane dei falò per accogliere la rinascita o resurrezione del Dio del sole.

lunedì 30 settembre 2013

Non insegno libri scritti da donne o autori cinesi, solo quelli creati da ragazzi eterosessuali

Un professore canadese candidato al premio  Giller Awards all'università di Toronto ha dichiarato che mai insegnerà libri scritti da donne o autori cinesi, lui predilige quelli elaborati da veri ragazzi eterosessuali.

''Non insegno libri scritti da donne o autori cinesi, solo quelli creati da ragazzi eterosessuali'', un' affermazione  che sta portando non poco imbarazzo alla cultura e letteratura.  L'infelice uscita è di un professore e scrittore David Gilmour, premio longlist e scrittore della letteratura canadese.

Guardando i suoi numerosi libri nel suo ufficio, Gilmour ha detto: "Non sono interessato a libri didattici da parte delle donne''. Solo la scrittrice Virgina Wolf in via eccezionale è ancora nelle grazie omofobe del letterato di Toronto. Secondo lui nessuna donna scrittrice o cinese è degno di essere recensito e argomento delle sue lezioni.

Ciò che insegno ha continuato - sono autori seri e eterosessuali come F Scott Fitzgerald, Cechov, Tolstoj. Se qualcuno dei suoi studenti gli chiede di voler assistere a una lezione che parla di autori cinesi o donne, Giller gli indica altri tutor in fondo al corridoio.

L'autrice  di bestseller Jodi Picoult ha scritto: "Come vorrei che questo fosse solo uno scherzo, invece esiste per davvero una discriminazione per gli autori di sesso femminile.».


Ma chi è in definitiva David Gilmour? Gilmour insegna  narrativa moderna e racconti brevi, per lo più russi e americani, presso l'Università di Toronto, ha vinto la longlisted per il premio Giller, premio conseguito per i più grandi della letteratura  canadese  in seguito al suo romanzo straordinario, che racconta la storia di un uomo mentre si prepara alla sua morte assistita.

mercoledì 11 settembre 2013

I love anni 80: McMillan una famiglia anti tech tornata indietro di 27 anni

A qualcuno gli anni '80 sono rimasti nel cuore tanto che una famiglia canadese i McMillan hanno deciso di vivere come nel 1986, tornando indietro di 27 anni. Una decisione alquanto bizzarra. Nel 1986 il capo famiglia aveva 26 anni e ora vuole che anche i suoi figli  Trey, 5, e Denton, 2 crescano senza le nuove tecnologie del secondo millennio: internet, iPhone, Pad.

Perciò nella loro casa non troverete mai una connessione a internet veloce, anzi non ci sarà alcuna connessione al web, ma solo un telefono fisso  In base al loro credo vogliono insegnare ai propri figli che la vita non è fatta solo di smartphone e tv con schermo ultrapiatto, ma di una sana partita in cortile calciando un pallone.

Per loro molte persone sono diventate dei tech - dipendenti per questo non vogliono che anche i loro figli lo diventino. i McMallin preferiscono fare file chilometriche in banca invece che online e stare seduti comodamente a casa, hanno ancora la loro macchina fotografica a rullini, invece di inviare gli scatti su Twitter o Instagram. 

Recentemente hanno fatto un tour negli States preferendo le mappe cartacee al navigatore. Niente cellulare che vibra nelle tasche. La sera Tv via cavo è una birra ghiacciata, senza dimenticare lui Blair McMillan aspetto con baffi allo sparviero e capelli corti ai lati ma lunghi dietro. De gustibus...



lunedì 1 luglio 2013

Happy Canada day 2013 - 10 cose da sapere sul Canada

Il  1 luglio del 1867 fu fissato il giorno di festività nazionale del Canada. In onore dell'l'Happy Canada day, ecco una lista di 10 cose da sapere sulla nazione del Nord America

Prima di iniziare è doveroso ricordare che il Canada è uno dei luoghi più scarsamente popolati del globo,  spesso  visto come un deserto ghiacciato dove gli unici abitanti sono le alci . Ma al di là del loro accento buffo, ci sono pochi posti migliori sulla terra per vivere.

Inoltre i  canadesi sono tra le persone più istruite al mondo, godono di un'ottima assistenza sanitaria, ed è una delle nazioni top con la migliore qualità di vita. A differenza di altri paesi il Canada è molto accogliente per gli immigrati, e molti cercano di trasferirsi in questa sterminata regione del nord d'America.


10- Capitale del mondo per l'orso polare

Churchill, Manitoba è un piccolo paese di meno di mille anime sulle rive della Baia di Hudson. Grazie al suo freddo pungente in autunno gli orsi polari si riuniscono nei pressi della città in attesa che la baia di congeli.


9-  Gravità mancate

Nel 1960, quando i campi gravitazionali globali della Terra venivano tracciati, gli scienziati hanno scoperto un'anomalia  incredibile nella Baia di Hudson, una delle regioni  più remote del Canada. Benché la differenza non è rilevabile dagli esseri umani, manca circa un decimo di oncia di pressione gravitazionale su  68 chilogrammi a persona.


8- Prostituzione

In Canda la prostituzione non è illegale purché le ragazze non appartengono a un bordello o sono sotto protezione di un magnaccia. Ma è davvero una materia incomprensibile perché non si comprende il confine di legalità con quello legale.


7- Istruzione

I canadesi  di età compresa tra i 25 - 64 anni, sono i primi al mondo come livello d'istruzione, a seguire Israele e il Giappone, gli Usa solo quarti. La differenza sostanziale con le università americane, che quelle in Canada sono pubbliche è accessibili a ogni cittadino.


6 -Petrolio

Il Canada può vantare vaste risorse naturali, soprattutto è uno dei  più grandi fornitori di petrolio degli Stati Uniti. Quasi un milione di barili al giorno sono esportati verso il sud degli Stati Uniti.


5-  Cascate del Niagara

Le cascate del Niagara sono divise  di tre cascate distinte, la più grande (Horseshoe Falls) si trova in Canada. Le cascate sono una splendida attrazione naturale, portando centinaia di turisti ogni giorno.

4-  Poca presenza di ratti nello stato di Alberta

I ratti da sempre sono stati i peggiori nemici dell'uomo. portando malattie, peste, e carestia. Tuttavia nello stato di Alberta grazie alla poca presenza di case,i topi non hanno un posto dove rifugiarsi e muoiono congelati, o al destino certo di soccombere a predatori più forti di loro.

3- Aragosta

Un piatto facilmente reperibile nella stagione estiva in Canada è l'aragosta. Ottimo quando servito con sedano tagliato a dadini e un condimento leggero


2- Royal Canadian Mint

Il Royal Canadian Mint non è altro che la zecca di stato canadese, produttrice non solo delle monete locali ma anche della  Nuova Zelanda e Papua Nuova Guinea. La zecca canadese è nota per la produzione di una vasta gamma di monete da collezione.

1- L'indipendenza del Quebec

Nel 1995  il 50,58%  degli elettori contro il 48,42% votò favorevole al referendum per decretare l'indipendenza del Quebec. Da sempre questa regione vanta una consolidata cultura francese.


foto inizio articolo: fathersday

venerdì 15 febbraio 2013

Un membro del Parlamento canadese Pat Martin ha chiesto al ministro degli esteri di sviluppare una strategia per una possibile invasione di zombie

Pet Martin deputato al Parlamento canadese del New Democratic Party questa settimana nello svolgimento di un dibattito con i suoi colleghi,  si è alzato dal suo posto chiedendo al Ministro degli Affari Esteri John Baird di sviluppare una strategia internazionale con gli amici americani in modo da essere pronti ad una possibile invasione di zombie.

Il Primo Ministro con tono pacato e serio ha risposto alla domanda assicurando che sotto la sua guida: il Canada non sarà un porto sicuro per i morti viventi.  La richiesta di Martin, per quanto possa sembrare da film di fantascienza ha un fondo di verità. Infatti il Parlamentare, ha chiamato in causa il Meeting annuale sulla sicurezza civile che si svolgerà in Quebec, che affronterà su come affrontare un possibile attacco di zombie. 

Ma probabilmente queste creature sono solo una metafora o un esempio,  il tema centrale dovrebbe essere centrato nell'addestrare i partecipanti in un futuro post atomico e avvenimento catastrofico, dove in molti film di horror gli zombie sono stati una delle figure protagoniste.  Magari gli uomini quelli sopravvissuti all'estinzione di massa diventeranno a loro volta degli zombie, mutandosi geneticamente alla ricerca di persone ancora normali per sfamarsi.

Ad alimentare il panico negli Usa e nella vicina Canada  tra le persone di un'apocalisse di non morti, è stato uno scherzo ben riuscito tra due emittenti del Montana (Krtv e Cw), le  quali hanno affermato che in molte contee dello stato, dei cadaveri stavano uscendo dalla loro dimora eterna.


 Canadian zombies dress for success. (An Occupy Vancouver "Zombie Walk" in October 2011.)

foti via [npr.org]

domenica 27 gennaio 2013

Ritratti di signore over 45 con le loro bambole d'infanzia

La bambola è uno di quei giocatoli immortali, che dura nel tempo, lei non invecchia, eppure stranamente ritrovarla dopo tanto tempo all'interno di una scatola regala un brivido alla schiena e un senso di inquietudine. La guardi e la scruti, e ti tornano in mente di  quando era la tua amica fedele. 

Vera Saltzman, una fotografa canadese crede che all'interno del misterioso giocatolo  possa celarsi lo spirito di un vecchio  familiare. Spinti dalla nostalgia di  un'infanzia perduta, molti di noi hanno conservato e mantenuto le nostre bambole:  lasciate a riposare sopra una mensola, nascoste in una scatola o dentro  un armadio, chiuso in una soffitta. 

In questi ritratti, le donne over 45 sono state immortalate  sedute in posa con le loro bambole d'infanzia. Ogni bambola per molte persone è stato un punto importante  nella storia della loro vita.  Nel mio studio fotografico ha detto  Vera Saltzman  ritengo che la riscoperta di queste bambole,  portano le donne a ricordare un passato di comfort e sicurezza. L'amica del cuore, che le ha fatto compagnia nelle notti di tempesta e freddo e che ha ascolatato in silenzio  i segreti di una bambina. Quei giorni sono finiti per sempre, eppure la bambola non aspetta altro che essere ripresa in braccio.


Vera Saltzman
 foto:Vera Saltzman

Vera Saltzman
foto: Vera Saltzman

Vera Saltzman
foto: Vera Saltzman

martedì 8 gennaio 2013

Joel Robinson immagini surreali di libri che diventano essenza - foto


Sono rimasto affascinato dalle immagini surreali prodotte dal fotografo canadese Joel Robinson,  opere davvero uniche e fantasiose. Sembra quasi di essere dentro una  fiaba guardando le sue foto, e probabilmente ad alcune fiabe il fotografo ha trovato ispirazione.

Opere, che ci presentano il fotografo stesso giocando nel suo mondo onirico, in cui le nozioni preconcette di rapporti dimensionali volano fuori dagli schemi. Il mondo creativo di Robinson, è fatto da  un viaggio in una terra in cui  i libri non sono solo degli oggetti dediti alla lettura, ma animati da una loro essenza.

La Sensibilità e il surreale del fotografo fanno eco in tutta la sua opera.  Lo stile di Robinson è  caratterizzato spesso su immagini all'aria aperta: come la foto di un uomo, e la sua tazza gigante di caffè intento a catturare i chicchi di caffè, oppure di un libro gigante a forma di tenda dove un uomo è seduto al suo interno. Ancora una volta internet ci ha fatto conoscere di artisti geniali e davvero unici.




Joel Robinson su Flickr

lunedì 7 gennaio 2013

Mathew Arthur un ragazzo canadese ha deciso di vivere tutto il 2013 dentro a un furgone

Voglia di libertà, sfida, o cos'altro, quello che conta che Mathew Arthur, un designer canadese precisamente di Vancouveur, ha deciso di vivere per quest'anno in un furgone. Il giovane  ambizioso ragazzo annotterà questa sua particolare esperienza in un diario di bordo, non altro che il suo blog personale chiamato Van x year. Perciò, per chi vuole seguire l'avventura del freelance Mathew Arthur ( che si guadagna da vivere come 3D designer), non deve far altro che cliccare sul collegamento ipertestuale.

Il giovane prima di intraprendere questa avventura solitaria ha monitorato ogni spazio possibile del veicolo che diverrà a sua volta, un letto, una scrivania, e un piccolo spazio per il lavabo. Che dire un furgone che diventa per necessità un micro appartamento.

Per certi versi mi ricorda il film Into the Wild dello sfortunato Christopher McCandless, ma questa volta è tutto diverso, è vero che anche Mathew vivrà da solo, ma potrà contare sul'esistenza dell'elettricità e un Computer con connessione a internet  da dove  condividerà le sue giornate con i suoi followers. Non possiamo che augurargli questo Good Luck man!


foto Van Year

martedì 16 ottobre 2012

Alex Kisilevich l'uomo che fotografa il passato

Le foto non sono tutte uguali, anche se a primo impatto l'occhio non percepisce la sua vera immagine e il messaggio. Eppure, nella nostra mente tutto è già stato immagazzinato in pochi secondi, è la seconda volta che poseremo il nostro sguardo su quella figura,  ci apparirà più delineata  ai nostri occhi; non più solo a quello delle mente.

C'è un'artista ancora poco conosciuto in Italia che ha la capacità di fotografare, a mio modesto parere  il passato, e l'inquietudine. Egli vuole ricamare un disegno terribile e riprodurla in modo meticoloso come foto. Improvvisare, ma dentro la sua mente, è tutto programmato. Nelle sue fotografie includere quasi sempre: una località o un oggetto, o qualcosa che connota una certa sensazione o idea .  Nei negozietti del suo paese compra oggetti di seconda mano per poi reinventarli nelle sue foto.

Ma chi è il creatore e artefice di questi collage e surrealismo? Il suo nome è Alex Kisilevich, fotografo canadese che da qualche anno lavora con diverse gallerie, l'artista ha già vinto dei premi come il BMO (un premio per giovani artisti indetto dalla banca di Montreal). Il suo talento ora  inizia a sconfinare anche in altre terre,non più solo del nord America, infatti ha esposto in ambiti e prestigiose gallerie in Asia precisamente al Lianzhou International Photo Festival, in Cina. 

Cresciuto vicino al bellissimo parco di Trinity Bellwoods a Toronto  in Canada,  in  una zona meravigliosa, un mix di natura e alberi e nelle sue stradette  si possono visitare dei particolari negozi in un raggio 1km,  questo ambiente così unico ha contribuito nella sua vena artistica. Le sue opere sono dei soggetti isolati come lo sconfinato territorio canadese, racconti umani denominati borderline.

Per chi fosse curioso di vedere le sue foto questo è il link del suo blog



foto : Alex Kisilevich