Cookie Consent by Official Cookie Consent Luke Scintu: PAUL AMADEUS DIENACH: L'UOMO CHE VISSE NEL 3906

domenica 29 maggio 2022

PAUL AMADEUS DIENACH: L'UOMO CHE VISSE NEL 3906

 


Cosa c'è di vero nelle storie dei Viaggi Interdimensionali? Di persone che affermano di essere stati catapultati in una realtà parallela, o aver viaggiato nel tempo? La storia che vado a raccontare ha dell'incredibile, il protagonista è Paul Amadeus Dienach, il quale scrisse in quattro diari di aver vissuto nel 3906.

Siamo negli anni 20' del 1900, l'Europa cerca di risorgere dalle rovine della Prima Guerra Mondiale. I protagonisti sono due uomini: Paul Amadeus Dienach, l'autore dell'incredibile diario autobiografico, e George Papahatzis, studente greco in lingua tedesca, al quale Dienach lascerà i suoi appunti.

Chi era Paul Amadeus Dienach?

Paul Amadeus Dienach era un insegnante svizzero-austriaco, Paul è affetto da una malattia rara, l’encefalite letargica. Già nel 1917, il professore averte i primi sintomi della malattia che lo porta a uno stato di coma di 15 minuti, alcuni asseriscono 14 giorni, ad ogni modo un lasso di tempo abbastanza corto per il susseguirsi della sua malattia.

La seconda esperienza, a fine del 1920, la malattia porterà Dienach a un sonno comatoso di un anno intero. Si sveglierà come un'altra persona. Nell'autunno del 1922 decide di trasferirsi in Grecia, nella speranza di beneficiare di un clima mite che avrebbe migliorato le sue condizioni, poiché avverte i primi sintoni di un’altra pericolosa malattia che si stava diffondendo in quel tempo, la tubercolosi.

In Grecia, Dienach è professore universitario, è proprio in una di queste aule conosce l’allievo e amico George Papachatzis. Prima di morire, il professore scrive quattro diari, raccontando la sua esperienza della sua presunta vita nel 3900. Solo dopo la morte di Dienach, toccherà a George a rivelare al mondo dell'incredibile racconto lasciatogli dal suo amico professore.

Come raccontato dalla stesso Papahatzis: Dienach nacque in un sobborgo di Zurigo. All'università eseguì gli studi umanitari con una forte inclinazione alla storia delle culture e alla filologia classica. Si ritiene che è morto nel 1924 proprio di tubercolosi ad Atene o durante il viaggio di ritorno in patria attraverso l'Italia.

Ma di cosa parlavano i suoi diari?

 Inizialmente George pensava di dover tradurre un romanzo scritto da Dienach, per migliorare il suo tedesco . Ma più si cimentava a tradurre quel presunto romanzo, più il ragazzo si rese presto conto che quegli appunti erano autobiografici, si trattava di un diario personale, di un'esperienza fuori da ogni logica.

Durante il suo secondo coma, Dienach fu ricoverato in un ospedale di Ginevra, l'uomo affermò di essere entrato nel corpo di un'altra persona, un certo Andreas Northamche visse nell'anno 3906 d.C. Dopo essersi svegliato dal coma, Dienach decise di non parlare con nessuno della sua straordinaria esperienza: il suo timore era quello che sarebbe stato considerato pazzo.

Tuttavia annotò la sua esperienza in 4 diari, in relazione a ciò che aveva visto nel futuro. Negli ultimi mesi della sua vita decise di prendersi un anno sabatico dal lavoro di professore, per dedicare tutto il tempo nello scrivere ciò che ricordava del suo viaggio nel 3906.

Parlò di quella nuova realtà targata 3900 d.c e dei suoi abitanti, in base alla mentalità e le conoscenze limitate di un uomo del 20° secolo. C'erano molte cose, termini e tecnologie che Dienach non aveva mai visto.

In una nota nel diario annottò che le persone del 3906 capirono perfettamente quale fosse la sua malattia, e non erano sorpresi di vedere un uomo del 1900 parlare con loro. Per questo decisero di raccontargli quante più cose sapevano del loro vicino e lontano passato, in relazione agli eventi storici avvenuti tra il 21 e il 39° secolo

L'unica segmento di storia che a Dienach non gli fu svelato fu proprio quello del XX° secolo, precisamente degli anni 40, poiché fosse tornato nel suo corpo, per lui sarebbe stato decisamente traumatico venire a conoscenza che solo 15 anni più tardi, il mondo avrebbe vissuto un'altra Guerra Mondiale.

Tutto inizia al risveglio in un letto d'ospedale in un citta chiamata Molsen, in Italia: la struttura, quelle luci, e come veste il personale medico è un qualcosa di mai visto. non comprende la loro lingua, l'associa a una forma di anglosassone e lingue nordiche. Un medico vedendo le difficoltà di comprendonio utilizza un tedesco arcaico, comunicando con  Dienach la sua nuova identità.

Non è più Paul Dienach ma bensì uno scienziato italiano sottoposto ad ibernazione, Andreas Northam, dopo essere stato vittima di un incidente con la sua macchina volante Linsen. Non riconoscendo il suo nuovo volto allo specchio, Paul viene aiutato da un vecchio amico di Andreas Northam.

Dopo essere stato dimesso Paul, ora Andreas continua la sua guarigione presso dei resort vicino Como, poi Salerno, Gallarate e Bolzano, che hanno mantenuto gli stessi nomi di città originali. In particolare viene portato ina camera denominata ''Riegen Swan''. Un luogo incredibilmente futuristico, una stanza olografica in 3D, creata per l'apprendimento dei bambini.

Le olografie si muovano assieme a Paul, in questo modo Dienach viene a conoscenza del futuro fino al 3906. Tutti sono pacati, Paul pensa che quelle persone non durerebbero neanche mezz'ora nel 1920. Ogni cosa è differente dal suo passato: ogni persona lavora solo due anni della propria vita. Le fabbriche che producono energia elettrica, sfruttano energia naturale. Anche il concetto di proprietà è superato da secoli, come le guerre di religione.

Vi è una nuova divinità Samith, che tutto comprende oltre il concetto del nostro Dio. La primigenia religione cristiana, come agli albori è la più praticata al mondo. La vecchia Roma è 5 volte più grande di quella attuale, ma vi sono riferimenti del passato come la statua di Giordano Bruno.

Ma quali furono le previsioni di Paul per il futuro dell'umanità

Tra il 2000 e 2300, l'umanità dovrà cercare di risolvere i problemi della sovrappopolazione, delle diseguaglianze economiche, della distruzione della terra. Inoltre, le persone dovranno fare fronte a un sistema monetario obsoleto e mancanza di cibo nei confronti di quelle persone facente parte del terzo mondo e guerre locali. La maggior parte della popolazione vive la propria vita in maniera frenetica, senza pensare alla cura della propria anima e sviluppo spirituale.

Nel 2204 avverrà una grande colonizzazione di 20 milioni di persone nei confronti del pianeta Marte. Ma solo 60 anni più tardi un disastro climatico li ucciderà tutti. Da quel momento l'uomo non proverà più a colonizzare Marte.

Cento anni più tardi, nel 2309 la terra dovrà ancora far fronte a tanti problemi non risolti, con un epilogo tragico di una guerra nucleare, che coinvolgerà maggiormente l'Europa Centrale e quella Meridionale. Avverrà una ecatombe: miliardi di persone periranno, e altri migreranno in massa, specialmente dall'America latina all'Africa, portando alla scomparsa degli autoctoni e stupidità tra gli uomini. Dal vicino Medio Oriente ci si sposterà verso Oriente

 Anche i popoli della Scandinavia andranno a vivere verso il Sud Europa. Finalmente nel XXIV° secolo, il mondo conoscerà un tempo di pace. Nell'anno 2394, chiamato Eldere, nascerà un governo unico, la Prima Assemblea Europea. Due anni più tardi, detto l'anno zero, grazie anche a John Terring, una delle personalità chiave di del futuro, verrà creato un Parlamento Globale sulla Terra

 Questo Parlamento, sebbene sia eletto attraverso il voto delle nazioni, è apolitico, gestito da scienziati, tecnologi e figure umanitarie. La definizione di soldi come li conosciamo noi, non esiste. Le risorse planetarie vengono ridistribuite equamente, sono sufficienti per ogni persona. La sovrappopolazione, il clima, l'alimentazione ei problemi ecologici sono risolti.

Nonostante le persone del 3906 vedevano quel millennio come un'epoca di barbarie e materialismo, la fine fu fondamentale per un nuovo Risorgimento. Non ci saranno più le settimane e la domenica. La spiritualità avrà il sopravvento su ogni forma di materialismo. Nel 2894 nasce il Movimento del 200, con sede a Roserners Dal (Valle delle Rose).

Gli Anni 3000: l’Oversynans

Fino al 3382 l'uomo assisterà al periodo detto dorato, indicato come nuova Era. L'umanità conoscerà un uomo dalle grande doti spirituali, Alexis Volky, che scoprirà l’Oversynans: molto simile al Nirvana, ossia la liberazione dal dolore e dal dubbio.

Ma l'uomo dovrà anche essere preparato a conoscere l'immensa gioia, infatti ella in alcuni casi potrebbe essere anche mortale. Per dovere di cronaca i diari di Paul conosceranno varie vicissitudini, infatti furono confiscati durante la Seconda Guerra Mondiale.

La stessa Massoneria prese sul serio quei diari, e non volevano che le informazioni si diffondessero a tutti quanti. Infine, una riflessione se leggiamo bene l'inizio, ossia il 2000, le previsioni di Paul non si discostano più di tanto dalla realtà Viviamo in un epoca grigia, dove per davvero il materialismo e l'egoismo regnano sovrani!