Visualizzazione post con etichetta uomo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta uomo. Mostra tutti i post

mercoledì 27 novembre 2013

Il tonno mangia la plastica, e noi ci mangiamo il tonno

In base a una nuova ricerca effettuata alla Hawaii, si è scoperto che i pesci predatori degli oceani, tra cui il tonno mangia anche della plastica, e l'uomo l'ultimo predatore mangia il tonno. Perciò è allarme sulla nostra salute essendo i consumatori finali della catena.

In sei anni i ricercatori hanno analizzato una grossa quantità di pesci, dove si è potuto appurare che su 10 esemplari, sette avevano tracce di  rifiuti quali la plastica nello stomaco.  L'Opath è il pesce con la più altas percentuale a ingerire il solido incriminato.

Sebbene i risultati non possono che preoccupare sulle conseguenze della salute dell'uomo, dall'altra non si conosce ancora per certo quale sia la vera gravità. Ma è chiaro che nel corso della loro vita, e all'interno della catena alimentare i pesci ( in particolare i predatori) ingeriscono  qualche sostanza inquinante proveniente dalla plastica.

Non solo Oceano- Purtroppo il problema non riguarda solo l'Oceano ma anche i nostri mari, come il Mediterraneo, che da come riportato tramite uno studio fatto dall'Agenzia Federale dell'ambiente tedesca insieme alla Commissione Ue, è presente addirittura l'80% dei rifiuti nelle acque. Infine le micro particelle di plastiche con dimensioni inferiori a 5 millimetri ostacolano la riproduttività delle balenottere.


foto: via[wikimedia commons]

giovedì 21 novembre 2013

Il surfer che ha domato l'onda più grande del mondo

Ognuno ha le sue manie e va alla ricerca di una chimera nel desiderio di sconfiggere un record. Nella categoria surfer il record  e il sogno, è quello di domare il mare, e quell'onda più grande del mondo. Carlos Burlbe un surfista brasiliano non si è lasciato sfuggire questa possibilità.

A Praia do Norte un paese in Portogallo non lontano a Nazare, nella costa atlantica a 120 chilometri da Lisbona, Carlos Burlbe è riuscito nell'impresa di cavalcare un'onda alta 25 metri. Questa performance ha superato il record del mondo in precedenza del surfista della Hawaii Garret Mc Manara, che 2 anni prima riuscì a surfare un'onda di 22 metri, sempre a Praia do Norte vera roccaforte per gli amanti del brivido acquatico.

Il surfer brasiliano ha aspettato tutta la notte per il momento propizio, così all'alba è riuscito a stare dritto con la sua tavola sopra quella piramide a forma di onda. Lui da uomo modesto parla di fortuna, noi crediamo invece dal talento, e di saper cogliere l'attimo. Ancora nel 2013 il mare ha raccolto l'ennesimo record ma questa volta tinto di rosa, Sarah  è stata  la prima donna al mondo ad attraversare il Pacifico con i remi. 

 E' sempre una notizia quando l'uomo domina la natura e i suoi giganti. Ma fa più effetto quando la natura domina l'uomo: spettatore inerte che  aspetta  di nuovo il sole, e spera che l'arcano possa terminare in fretta.

martedì 13 agosto 2013

Uomo avvisato salvato: Pacu il pesce più famoso del web mangia testicoli

In questi giorni su Facebook oltre ai soliti post di Berlusca e soci non si fa che parlare e postare foto di Pacu il pesce più famoso del web mangia testicoli. L'allarme arriva dal nord Europa esattamente tra lo stretto che separa la Svezia alla Danimarca.

 Ma chi è Pacu? A parte il nome davvero simpatico Pacu è un pesce lungo 90 cm ma che può arrivare a pesare anche 25 kg. La sua dentatura assomiglia a quella di un uomo, ama cibarsi di altri pesci più piccoli, mordere delle noci e in particolare quelle dell'uomo, sembra che ne sia molto ghiotto.

Il Pacu morde proprio per fame non per indole cattiva, ma da quando la notizia ha fatto il giro del web molti bagnanti di sesso maschile  del nord Europa hanno iniziato a temere di fare il bagno, per preservare i gioielli di famiglia. Ad ogni modo se vi trovate nell'Oresund e volete fare un bagno non seguite la moda dei nordici: indossate il costume. 

Infine in qualche blog si vocifera  che MR Pacu potrebbe venire a fare visita anche i mari italiani in particolare quelli della Sicilia. Il pesce è originario del Rio delle Amazzoni e non si capisce perché qualche deficiente possa averlo introdotto anche in Europa. Intanto dove Pacu è più presente si sono verificati numerosi incidenti di uomini morti dissanguati per mano della terribile dentatura del cugino dei Pirahna.


 Questa volta non si tratta del solito fake che gira su Facebook, la notizia è vera. Perciò uomo avvisato testicolo salvato!














giovedì 1 agosto 2013

Nel 2013 l'uomo con la barba è più trendy

 Nel 2013 l'uomo con la barba è più trendy, un connubio che c'è sempre stato da quando l'essere umano ha preso parte alla  vita in questo pianeta. Cosa rappresenta un uomo con la barba per gli altri individui? Cultura, trascuratezza, mascolinità, serietà, tristezza, apatia, appartenenza a una comunità, etnia, religione, o solamente essere se stesso.

Come per un taglio di capelli anche la barba è unica, anzi ancora più personale.  Il fotografo Joseph D.R. OLeary ha fotografato 130 ritratti di uomini barbuti, ciascuna delle sue immagini cattura  lo spirito delle barbe e ciò che rappresenta per  gli uomini che la possiedono. Si passa dalla barba incolta di un boscaiolo a quella di un uomo scarno e tatuato, alla barba bionda di un musicista, alla barba bianca di un lord scozzese con il suo kilt, ma ognuna di loro ha la sua storia.

 Avere la barba è un modo di essere per differenziarsi dalla massa, per far crescere una bella barba ci vuole costanza, molte volte ella è sinonimo di un desiderio ancora non realizzato. Un uomo è più di tendenza in base alla sua barba e alla cura della sua bellezza, che all'abbigliamento che andrà a indossare. Pensate solo a 2 secoli fa praticamente tutti gli uomini portavano almeno i baffi, poi c'è stato un momento che il maschio ha voluto radersi e avere il viso liscio.

Ma ora la barba è trendy, persino nelle sfilate fashion di Milano e Firenze abbiamo visto i modelli esibirla, chi incolta, chi accompagnata da capelli lunghi. Ora è arrivato il tuo momento quando inizi a fartela crescere?


foto: via [sxc.hu]

giovedì 4 luglio 2013

4 cose che l'uomo moderno deve essere capace di fare

Essere un uomo ai giorni d'oggi non è facile, è ancora più difficile, riuscire a differenziarsi dalla massa e da quella cultura stereotipa che cataloga le persone come dei numeri. Successivamente elencherò 4 cose che l'uomo moderno deve essere capace di fare. Per dovere di cronaca, questo post è stato ispirato dall'articolo originale intitolato: 4 Things Every Modern Man Should Be Able to Do dal blog Cracked.


4 - Accendere il fuoco

Dalla serie iniziamo subito con l'arte di arrangiarsi con una delle attività e prime cose che l'uomo ha imparato  '' Accendere il fuoco.'' Grazie al fuoco l'uomo già nella preistoria ha potuto sopravvivere ai  freddi inverni, ha imparato a scaldare la carne, e proteggersi dalle bestie feroci. Non importa dove ti trovi che sia un bosco, un cortile o un'altra location, se non riesci ad accendere un fuoco senza preavviso, per molti sei considerato uno senza speranza.


3 - Correre senza fermarsi per un chilometro

Il titolo originale riporta ''Running mile'', quindi qualcosa in più del nostro chilometro.  Nella scuola elementare e medie, la maggior parte di noi ha dovuto sopportare a noiosissimi esercizi attitudinali e giri di campo per tutta l'ora di ginnastica. Sinceramente non capisco cosa centra ''Correre senza fermarsi per un chilometro '' nelle 4 cose che l'uomo moderno deve essere capace di fare.



2-  Cambiare la ruota della macchina

Per qualche persona cambiare un pneumatico, o meglio la ruota della propria macchina è fantascienza. Non si sa da dove incominciare. Ma un uomo moderno deve essere in grado di fare questo. Quello che conta è non farsi prendere dal panico: prendere il manuale dal cruscotto è seguire  la procedura -   allentare i dadi, mettere il cric sotto il telaio, girare la manovella fino a quando la ruota si alza. Tutto qui?


1-  Dividere il conto al ristorante

Non c'è niente di sbagliato se chiedi alla tua partner di dividere il conto al ristorante o da qualunque altra parte, purché non sei stato tu a invitarla. E' una questione di rispetto e di parità. Lo stesso quando si esce con gli amici, non è giusto che uno paga la stessa quota degli altri senza aver bevuto nulla.  Quindi sono finiti i tempi di far finta di prendere il portafoglio e non cacciare un euro.


foto: inizio articolo [leonardo]

martedì 21 maggio 2013

Mistero a Pechino : un uomo nudo che corre con un crocefisso gigante - Qual'è il messaggio?

La foto di un uomo nudo che corre con un crocefisso gigante nelle strade di Pechino sta facendo il giro del web. E' solo un video fatto per ridere su You Tube, oppure l'uomo voleva dare qualche messaggio subliminale ... tipo fine del mondo?

Certo che è un  mistero da decifrare questa immagine: una figura di un uomo nudo che corre come se fosse spaventato in preda al panico, per giunta portando in spalla una croce gigante.
Alcuni pensano che il motivo di questa fuga sia dovuto alla persecuzione dei cristiani in Cina, non fosse che l'uomo era prigioniero di fanatici ed è riuscito a scappare in una cerimonia, una sorta caccia alle streghe.


Il gruppo dei diritti umani  con sede in Texas ha dichiarato che gli episodi di persecuzione ai cristiani nel mondo è aumentata del 42% tra il 2011 e il 2012. In Cina ci sono almeno 70 milioni di cristiani, collocandosi al 7° posto come più grande popolazione cristiana nel mondo.

In aprile sempre in Cina, era apparsa la foto di una donna nuda che in seguiva  un uomo anch'egli nudo con una bambola gonfiabile ... un immagine di 2 persone senza vestiti all'interno di una metropoli che non dorme mai.

Ma tornando all'uomo nudo che corre con un  crocefisso gigante, voi cosa ne pensate? E' tornata l'inquisizione, dove questa volta saranno i cristiani a essere bruciati, e non più  a giudicare se ci sono eretici che hanno fatto il patto con il demonio.














foto: via[huffingtonpost]

mercoledì 27 febbraio 2013

In 150 anni 6 miliardi di persone saranno morte

E' da qualche tempo che nei miei pensieri notturni prima di addormentarmi una domanda alquanto particolare  naviga nella mia mente:  Se in meno di 150 anni gli abitanti attuali della terra saranno tutti morti. La risposta potrebbe essere affermativa per quanto ormai le aspettative di vita sono  vicine intorno agli 80 anni. 

Quindi se nei prossimi 150 anni non ci fossero più nascite l'uomo si estinguerebbe. Lo so sembra un discorso fatto da uno che si è appena bevuto alcool allo stato puro, ma sarei curioso se qualcun'altro si è mai posto questa domanda.

Tra l'altro, non sono riuscito a trovare nulla su google a questo mio quesito. Se andiamo a ritroso nel tempo è logico che nel giro di un secolo o poco più, tutti nati di quel periodo storico moriranno lasciando il posto a un'altra generazione eppure, non si è mai specificato ho scritto, quanto ci voglia perché tutti gli abitanti di adesso nell'arco di un determinato periodo muoiano a prescindere se sarà in modo  naturale o di  altro.

Forse si potrebbe affermare che tutti i nati dell'800 si sono estinti, e che a breve seguiranno quelli dei primi del '900, poiché una persona della classe del 1905 oggi  avrebbe la bellezza di 108 anni, di conseguenza forse in tutto il mondo non saranno più di 10 di quella stessa annata.

Qui concludo, potrei sembrare ripetitivo, ai prossimi quesiti.



foto: via [meteoweb.eu]

mercoledì 21 novembre 2012

Un uomo austriaco si è amputato il piede per non andare più a lavoro

Un racconto quando ho letto la notizia in un blog che mi ha lasciato allibito e senza parole. Un uomo austriaco di 56 anni, disoccupato e dopo un periodo di ferie forzate, ma che lui voleva prolungare, perché non era intenzionato a terminare, ha messo in atto qualcosa di macabro da film splatter.

L'uomo era riuscito  a trovare un nuovo lavoro grazie  all'ufficio di collocamento della sua città ( già la funzionano), e doveva presentarsi dal medico del lavoro per ottenere il benestare per l 'idoneità alla sua nuova assunzione, ma ha pensato bene di fingersi malato e dimostrarlo coni fatti, perché non voleva perdere l'assegno di disoccupazione. 

Trovato il coraggio e la pazzia ha preso una sega elettrica e si è amputato il piede sinistro, non contento del suo piano diabolico ha messo il piede nel forno per la paura che gli sarebbe stato riattaccato. Infine quasi moribondo, dovuta  dall'emorragia, ha chiamato i soccorsi che di fronte alla scena splatter sono rimasti scioccati.  Ora il folle sarà sicuramente ricoverato in qualche ospedale psichiatrico.

venerdì 28 settembre 2012

Minneapolis: un uomo viene licenziato e uccide 5 persone compreso il suo ex capo


Minneapolis -  Un  uomo armato subito dopo essere stato licenziato, lo scrive il giornale locale ha aperto il fuoco uccidendo il suo stesso ex capo e  altre 4 persone (presumibilmente dei suoi colleghi). Il killer ha compiuto  il suo massacro  nella sede della Accent signage systems, ditta che produce cartelli. Per ora non sono stati resi noti i nomi delle vittime e il numero potrebbe aumentare perché tra i feriti 3 sono in gravi condizioni. L'uomo alla fine si è sparato alla testa, aveva 36 anni.