Visualizzazione post con etichetta social network. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta social network. Mostra tutti i post

mercoledì 21 ottobre 2020

MIGLIOR ORARIO PER PUBBLICARE SU FACEBOOK E GLI ALTRI SOCIAL



È noto come Facebook e altri social network possono aiutare il nostro blog a generare traffico, qualora l'articolo venga condiviso in gruppi attinenti alla nostra nicchia. Ma qual è l'orario migliore per pubblicare su questi portali? Una domanda lecita che cercherò di rispondere dopo alcune ricerche e personali esperienze di blogging sulle piattaforme social.

Giorno per pubblicare i nostri post

Per generare del traffico su Facebook e i suoi competitor è importante agire e ottimizzare un propria strategia, in grado di farci fare quel salto di qualità con l'aumento delle visite e condivisioni dei nostri articoli. In primis, crea una tua pagina su Facebook con il nome del tuo Blog, dove andrai sempre a condividere il tuo articolo appena pubblicato sul tuo sito. Come secondo step cerca di condividere l'articolo anche in gruppi inerenti a quell'argomento. Quando pubblichi il tuo post è importante generare una call action, nel senso di porre una domanda sopra il tuo post o un'affermazione. Il fine come dice proprio la parola call action è quella di suscitare una reazione da parte dei membri del gruppo e follower della tua pagina personale. Ma questo non è sufficiente, c'è bisogno di una strategia che ci indichi la fascia oraria migliore per pubblicare all'interno dei social network. In base ai dati di Facebook e LinkedIn, il giorno in cui gli utenti sono più attivi è il mercoledì. Mentre dal mercoledì al venerdì su Twitter e Instagram l'affluenza è al top.

Miglior orario 

Su Facebook esistono diversi orari da non sottovalutare per pubblicare. Tuttavia la fascia oraria tra le 9 e le 15 sembra essere quella ideale, con picchi di engagement tra le 11 e le 13. È meglio evitare di pubblicare alle 7 del mattino e dopo le 17. Su LinkedIn, invece, gli orari da prendere in considerazione sono dalle 9 alle 11. Su Twitter l'orario si prolunga sino alle 16. Ora che ti ho indicato alcuni orari non ti resta che testarli e capire se può portare dei benefici per il tuo progetto di business online con il tuo blog.

domenica 17 aprile 2016

I migliori social network indiani



L'India e i social network un connubio davvero forte, al punto che per ogni etnia e cultura c'è né uno specifico. Quindi, per chi credeva di trovare un India come un paese prettamente spirituale dovrà ricredersi, infatti sono tanti gli indiani (i giovani) bravi e all'avanguardia in campo informatico. Per questo ho deciso di elencarvi alcuni dei migliori social network indiani.

1 - Bharat Student: Il più grande Sito di networking della comunità indiana dove è possibile trovare ogni genere di cose (quasi tutte);

2 -  The Hindu Forum: Una comunità online per discutere di religione indù, cultura indù, indù Scrittura, Shastra, Veda, Upanishad, indù Santi, Saggi, Storie, Scienza e Induismo;

3 - Topadindia: Comunity indiana di annunci gratuiti online;

4 - India's Forum - Indian Online Discussion Forum: Sito per vero patrioti;

5 - Bharat Matrimony: Portale numero 1 per matrimoni e dating online;

6 - Indus Ladies: La più grande comunità online per le donne indiane in tutto il mondo;

7 - Indiabook.com:  Web directory di siti specifici per l'India e strumenti per utenti di votare il valore di ogni link;

8  -Sulekha: Social Newtork per servizi alle imprese locali, i dati della struttura;

9 -  Jeevansathi.com:  Sito web per matrimoni indiani;

10 - Indyarocks.com: Al suo interno  profili, giochi, musica, fotografie e messaggi SMS

lunedì 11 aprile 2016

Gli 8 migliori social network


Ci sto prendendo gusto a fare liste che trattano siti leader su Internet, ricordate l'ultimo la top ten dei siti dove trascorriamo più tempo, oggi invece andiamo a vedere quali sono gli 8 migliori social network. A parte Facebook, noterete come in altre parti del mondo non esiste solamente il network di Zuckerberg, anzi nomi sconosciuti per la gran maggior parte degli italiani. Prima però, diamo una piccola definizione di social networking: Un social network, in italiano rete sociale è un servizio on-line, basato su una piattaforma o sito web che ha come peculiarità quella di unire una cerchia di individui accomunati dagli stessi interessi e, consentendo di comunicare e interagire tra di loro. Facebook è attualmente la piattaforma di social networking più grande e popolare al mondo riuscendo a seppellire colossi come MySpace e Friendster. Sull'onda del successo di Facebook né sono nati altri, si calcola che negli Usa il 23% di americani trascorre tutto il tempo online in qualche social.

Buzznet è sicuramente uno dei social che distingue dalla massa, tra gli iscritti collezionisti a appassionati di musica e notizie pop, oppure Causecast, un portale per attivisti e organizzazioni senza scopo di lucro. Esistono anche social networking nati per persone della stessa comunità come BlackPlanet, afro-americani, o Grono.net di nazionalità polacca.

8 migliori social networking

1 - Facebook;

2 - Papaly: È un semplice strumento di social bookmarking per gestire tutti i collegamenti. Creazione di schede personalizzate e categorie;

3 - Twitter: Twitter è un servizio di social networking on-line che consente agli utenti di inviare e leggere brevi messaggi di 140 caratteri chiamati 'tweets';

4 - Tumblr: Tumblr è una piattaforma di microblogging e di social networking. Il servizio consente agli utenti di inviare contenuti multimediali e post brevi;

5 - Reddit: All'interno della comunità i membri possono inviare contenuti;

6 -  DeviantArt: Comunità online di aspiranti artisti;

7 - Yelp. Inc: Le persone lo utilizzano per la ricerca di ogni genere di cosa: dall'hamburger più buono della tua città fino a dove trovare il massaggiatore più bravo.

8 -  Instagram: Social network che si basa sugli scatti e foto.

domenica 10 gennaio 2016

10 tipi di amici e contatti da cancellare su Facebook

Con l'inizio dell'anno nuovo una buona idea potrebbe essere quella di iniziare a cancellare alcuni contatti che abbiamo su Facebook; mi riferisco a quei pseudo amici che ogni qualvolta pubblicano un post hanno la facoltà di farci girare le scatole. Quindi nessuna pietà, è tempo di potare i rami secchi in ogni senso. Quindi siete pronti a fare piazza pulita? Bene, per prima cosa selezionate coloro che volete cancellare dalle amicizie di Facebook.

Dieci amicizie da eliminare immediatamente su Facebook


1- Perfetti sconosciuti -  È assurdo eppure ognuno di noi su Facebook ha amicizie per le quali ignora il volto e il loro nome. Ma che ci stanno a fare?

2 -  Amici dell'ex partner- Perché venire a conoscenza di chi ronza intorno al vostro/a ex, basta è imbarazzante e non deve interessarvi.

3 - Persone che in passato vi hanno trattato male - Il solo pensiero di vedere un contatto che in passato ci ha trattato male è qualcosa che può alimentare dolore e malumore, una ferita che stenta a cicatrizzarsi. Pensate a un ex compagno di scuola che per tutti gli anni delle medie o superiori ha goduto nel prenderci in giro e metterci le mani addosso, secondo voi merita di rimanere nelle nostre amicizie. Anzi cercate di non accettare neanche la sua richiesta. 

Leggi anche le 33 attività da non fare su Facebook

4  -  Razzisti e gente che bestemmia - A prescindere dal vostro credo, reputo una cosa odiosa leggere bestemmie su Facebook, altrettanto commenti a sfondo razzista.

5 -  I sapientoni  - Sanno tutto loro, ci sono sempre in ogni trend. Li trovo abbastanza pedanti come contatti.

6 -  I maledetti da tag - Alcuni amici godono nel taggarci quando in alcune foto sembriamo dei mostri, invece loro, dei divi di Hollywood. Forse lo fanno per pura invidia e metterci in cattiva luce con qualcuno in particolare. Cancellateli!

7 -  I food maniaci e puritani  - Altra categoria da evitare: quelli che fotografano ogni tipo di cibo che mangiano perché secondo loro rispetta l'ambiente. Dal rovescio della medaglia diventano delle bestie se qualcuno osa essere fotografato con una lattina di coca cola.

8 - Conoscenti che non vi salutano per strada  -  Su Facebook fanno gli splendidi, per strada se ti vedono girano la faccia. Ditemi quale affinità potremo avere con queste persone. Via la gente falsa!

9 - Quelli che fotografano il loro taglio di capelli e macchina - Altra categoria da evitare, gli spacconi e chi si credono superiori per avere il macchinone.

10  - Coloro che postano ogni genere di articoli falsi - Basta con i fake, notizie infondate e morti finte di celebrità. All'inizio Internet era un posto dove regnava la verità, ora per colpa di qualcuno sta diventando peggio delle finte trasmissioni e Tg telecomandati. 

Puoi anche leggere i 10 comandamenti di Facebook per vivere meglio

mercoledì 9 ottobre 2013

In ogni smartphone c'è un pericolo nascosto per la tua salute

In un articolo uscito sull'Huffington post nella versione francese, ci informa che in ogni smartphone c'è un pericolo nascosto per la tua salute. I dati sono stati resi noti grazie a una ricerca fatta su un campione di intervistati dove si è constatato che il 26% non riesce a fare a meno del suo telefono intelligente in ogni momento della sua giornata.

La tecnologia moderna - Tale tecnologia moderna ormai sta cambiando in modo preoccupante le abitudini degli esseri umani. Un esempio lampante è quello degli smartphone - dipendenti americani chiamati sleep - texting, cioè di persone che hanno scritto e inviato un messaggio addormentate. Oltre a un fattore psicologico l'uso protratto degli smartphone può causare problemi all'udito ( se ascoltati la musica a volume alto) e dolorose tendiniti se frequentemente scrivi messaggi , ma non solo dolori di cervicale dovuti alla postura chinata che una persona assume per leggere dai social network.



Vibrazione Fantasma - Si definisce '' vibrazione fantasma'' l'impressione di un segnale irreale da parte del tuo smartphone. L'ennesimo problema che può portare una persona alla vera dipendenza da smartphone e che molti ragazzi portano il loro melafonino anche in bagno o a dormire. Senza si sentono come persi, inoltre è appurato che l'illuminazione Led può causare insonnia.


Batteri Fecali - Per una volta il smartphone non ha colpa dei pericoli nascosti della tua salute, eppure da una recente ricerca fatta da Wall Street Journal ha affermato, che sono  stati trovati batteri fecali su alcuni campioni di smartphone.

domenica 6 ottobre 2013

Il futuro? E' sempre Android

La crescita mondiale del settore “mobile” di Android, iOS e Windows Phone  offrono statistiche interessanti e l’opportunità di considerazioni e scenari. Ad oggi, Audiweb trends riferisce che 18 milioni di italiani sono in grado di accedere ad internet ovunque, attraverso smartphone e cellulari, 4 milioni direttamente dai tablet. Oltre ad aumentare la connettività e la diffusione di internet in ogni rango della popolazione, il mobile soppianta in molti casi l’uso di internet casalingo e dei pc fissi, che registrano l’ennesima flessione in termini di vendita.


 Nel dettaglio, la maggiore penetrazione di Android rispetto ai diretti concorrenti è dovuta alla diffusione. Tale Os Mobile viene utilizzato su un numero di smarphone e tablet davvero considerevole, in grado di coprire diverse fasce di prezzo e di mercato, nonché – come mostrano le notizie di cronaca più recenti – di integrarsi anche con altri oggetti di uso comune, come frigoriferi, orologi ed occhiali.

Il vero problema dello sviluppo di Android è senza dubbio costituito dalla mancanza di un concorrente diretto. Mentre le strategie di mercato Apple tendono, col tempo, a diversificarsi, mantenendo un prodotto costoso, convincente ma comunque difficilmente relegato ad una diffusione di massa, Microsoft corona il 2013 con una serie di fallimenti (il Ceo Steve Ballmer lascerà presto il posto) e, anche dopo l’acquisizione di Nokia, senza dare segnali importanti per il futuro di Windows Phone 8, il cui destino sembra comunque legato all’eventuale successo di Windows 8.1. 

In attesa di Firefox OS ed Ubuntu Mobile, nel prossimo futuro, Android potrebbe diventare un OS sempre più monopolista, destinato a diffondersi ancor più prepotentemente di oggi nella nostra vita quotidiana.

martedì 1 ottobre 2013

Facebook lancia la Graph Search che ti fa trovare i messaggi postati anni fa

Ma proprio Mark Zuckeberg e colleghi non si vogliono fermare. 

Il social network ha ideato uno nuovo strumento Graph Search dove sarà possibile trovare messaggi scritti anni fa. Questo nuovo servizio all'interno di Facebook sarà per primo introdotto in inglese e consentirà agli utenti di individuare argomenti quali conversazione, aggiornamenti di stato e foto con didascalie.

Come funziona? Il procedimento è semplice non dovrai far altro che digitare sulla barra di ricerca la parola chiave ad esempio:  London 2010 oppure post su London 2010. Praticamente tutto a portata di un click, ma dall'altra faccia della medaglia con la nuova applicazione Facebook dice ancor più addio alla privacy, infatti alcune persone, diciamo quasi tutte non amano che tornino a galla certe conversazioni argomenti dimenticati o accantonati dentro l'armadio. Perciò quegli utenti con le fidanzate gelose potrebbe essere opportuno cancellare tutto  ciò che potrebbe attaccare la serenità di una coppia.

Opzioni - Graph Search ovviamente è uno strumento integrato all'interno del social network più famoso al mondo per cui la ricerca potrà essere effettuata unicamente a chi è iscritto su Facebook, quindi sarà inutile provare con il tradizionale motore di ricerca Google. Tra le varie opzioni l'utente ha la possibilità di effettuare una ricerca mirata ( modalità avanzata), indicando luoghi, persone. In pratica si può venire a conoscenza degli interessi di amici dei nostri amici. In poche parole nessuno potrà rimanere immune all'occhio indiscreto di Facebook. Come si dice le persone amano farsi i fatti egli altri ... per questo ci siamo iscritti a Facebook.


foto: via[tafter]

sabato 24 agosto 2013

Cancellare le tue tracce dal web per sempre? Ci pensa Justdelete. Me

Si chiama Justdelete e un sito che cancella  le tue tracce dal web. Ma come funziona? Il portale unisce e rende utilizzabili i link dei più importanti siti (ben 30) che un utente frequentemente visita su internet. Tra i più famosi Facebook, Skype,  iTunes, eBay.
Il suo inventore è uno studente inglese di Portsmouth Rob Lewis, in poche ore dal lancio ha già fatto migliaia di accessi e condivisioni su Twitter.



Aggregatore di link-
Un successo annunciato che dimostra quanto le persone  hanno il bisogno di lasciare poche tracce di se sul web. Praticamente in pochi click tramite una singola pagina l'utente ha la possibilità di accedere ai moduli di cancellazione dei siti dove ci siamo iscritti.

A seconda della procedura più complicata e annullamento della registrazione ci sono 4 colori distinti ( semaforo) a indicare la difficoltà. Verde, giallo, rosso e nero. Per esempio la richiesta di cancellazione da Facebook è  indicata con il semaforo verde, quindi facile, mentre giallo per Klout ( che ci vogliono 180 giorni) per essere definitivamente cancellato dal servizio, più  complicato appare Skype e Spotifity ( semaforo rosso). Colore nero per Wordpress e Netflix dove l'unica possibilità è quello di cancellare il blog manualmente.

Infine i link saranno sempre aggiornamento in quanto Lewis ha caricato il codice sorgente su Github, permettendo a chiunque di implementare e modificare del sito

giovedì 9 maggio 2013

FACEBOOK: ARRIVA LA NUOVA BACHECA LAVORO

Ci sono delle importanti novità per Facebook: la nuovissima bacheca per cercare lavoro e video pubblicitari che porteranno nuovi ricavi alle casse del social network.


Molto presto, esattamente a luglio Facebook presenterà  due news entry sul diario:  in primis una bacheca lavoro dove saranno presenti offerte e annunci di lavoro che avrà lo scopo non solo quella di trovare un  incontro tra domanda e offerta nel mercato lavorativo, ma fare una sana ( o forse), scorretta concorrenza a Linkedin , che del lavoro ha creato il suo successo.


Video Pubblicitari sulla home page di Facebook

L'altra novità, ma sinceramente era inevitabile, sarà  quella di inserire video pubblicitari  su Facebook per aumentare i ricavi. Una mossa non di certo azzardata se si pensa che sopratutto i brand  più famosi hanno una dichiarata preferenza nello sfruttare ormai internet che la televisione per fare pubblicità,  un esempio palese è su You Tube o negli stessi blog dove possiamo trovare ogni tipo di campagna pubblicitaria.


Come funzionerà la pubblicità

I video partiranno in automatico nella home page di Facebook ( proprio come quelli implementati su You Tube), qualora l'utente voglia ascoltare l'audio (all'inizio la colonna sonora è disattivata), può attivarla in un secondo momento.  Ma potrebbe esserci  anche degli aspetti negativi da non sottovalutare: molti utenti potrebbero annoiarsi di vedere continuamente della pubblicità sulla home, questo aspetto porterebbe a un calo di visite su Facebook.


Ma l'aspetto più importante del nuovo Facebook, è senz'altro quello presentato all'inizio dell'articolo: la bacheca di ricerca per trovare lavoro, pensate a quanti annunci di lavoro e condivisione di offerte potrebbero esserci con un miliardo di utenti iscritti. Linkedin è avvisato.






domenica 5 maggio 2013

Facebook ha momentaneamente bloccato per spam sospetto l'opzione '' Path's Find Friends'' utile per mandare inviti e trovare amici

Facebook ha momentaneamente bloccato l'opzione Paths Find Friends che consente  agli utenti di invitare e trovare amici sul  social network. A riportare la notizia è stato il portale TechCrunch, in seguito lo stesso Facebook ha confermato la suddetta news.


Il servizio è quello chiamato '' Path's Find Friends''  usato per lo più dagli utenti di Facebook tramite il proprio smartphone, nel quale si possono aggiungere ai propri contatti  di Facebook, quelli di  Twitter e Gmail, se ancora non fossero tra le vostre amicizie sul diario.


Ancora non  è chiaro il motivo della decisione di Facebook di sospendere questo servizio, ma a quanto pare la conclusione  è scaturita in merito a molte lamentele di utenti, che hanno denunciato di aver ricevuto messaggi spam non attinenti al servizio. 


Questi messaggi sarebbero arrivato a migliaia di smartphone verso le 6 del mattino della  scorsa settimana.  Dopo una serie di lamentele, Facebook ha deciso nell'interesse di tutti, che il servizio fosse sospeso,  e che non potesse più accedere   ai dati personali degli amici degli utenti che utilizzano queste patch.

In merito Facebook  ha lasciato questo messaggio:  Qualità dei contenuti: l'utente è responsabile di fornire  ai propri  contatti  dei contenuti  di qualità e non deve confondere, frodare, ingannare, o fare  spam agli altri utenti.





foto: via[oddonion]

martedì 30 aprile 2013

SE MI AMI DILLO SU FACEBOOK PRIMA CHE DI PERSONA

Facebook è diventato il cupido dei tempi moderni, addio serenata. Ora chi ama e vuole instaurare una relazione stabile deve pubblicare foto della persona amata sui social network (Facebook compreso), e taggarla regolarmente in foto  celestiali, il tramonto in base ai tempi moderni è più bello vederlo su Facebook che dal vivo.


Secondo lo studio della Wester Illinois University coordinato da  Christopher Carpenter, autore e ricercatore già in passato di altri fenomeni su Facebook quale: il social network un  viatico fatto da persone narcisiste ( come non darli torto), ha stabilito da un campione di 276 persone che utilizzano frequentemente faccia di libro, che chi tagga con regolarità la persona amata, chi scrive nella bacheca dell'altro scambiandosi  messaggi e  fusioni verbali,, queste coppie hanno una relazione più profonda rispetto a chi è riservato sui social network. 


Possibile essere d'accordo con questa teoria? Quindi chi non lascia messaggi d'amore al proprio partner nella sua bacheca non ama così profondamente come gli altri?  Christopher Carpenter su  Computers in Human Behavior (l'ultimo studio che verrà pubblicato a luglio), attesta proprio questo '' Che chi condivide più costantemente su Facebook aiuta la coppia a dare sempre nuova verve agli interessi in comune''.


Eppure sappiamo che proprio con l'avvento dei social network molte coppie hanno dovuto combattere con frequenti infedeltà del partner, che usa Facebook come mezzo principale per fare nuove conquiste, scatenando una vera crisi di coppia. 


Credo che se uno ama una persona  non ha bisogno di dimostralo su un social network, e allo stesso modo di tradire. Quando si ama dillo guardando l'altro negli occhi.


myquoteshome


domenica 28 aprile 2013

CINQUE NUOVI TIPI DI ANSIA DA QUANDO ESISTE INTERNET


La nostra generazione appartiene a quel 1% della razza umana che ha conosciuto il telefono, e che non  avuto il bisogno al contrario del 99% delle persone da quando l'uomo è presente sulla terra, di dover comunicare  di fronte a un altro individuo. 

 Anzi con l'avvento di Internet da 20 anni a questa parte, le persone si conosco  attraverso due schermi anche senza essersi mai incontrate, guardarsi direttamente negli occhi è storia passata.  I nostri avi se potessero resuscitare direbbero ''Che diavoleria è questa?'' E' opera del maligno? Forse in parte si.


Ma c'è di meglio, o forse peggio a seconda dei punti di vista, da quando internet è presente nelle nostre vite l'uomo deve fare i conti con cinque nuovi tipi di ansia e paure. 

5- Al quinto posto: il panico per aver inviato un file personale alle persona sbagliata o per  non essercene accorti. Addio privacy, un errore che potrebbe costarci caro, anche nell'ambito delle  nostre stesse  relazioni personali. E' dire che la differenza l'ha fatta solo premendo un tasto.

4- In quarta posizione: l'impulso irresistibile di cliccare in link sospetti. Questa è un'altra pecca di noi internauti, più siamo di fronte a collegamenti strani, più una voglia irrefrenabile ci assale nel pigiare e seguire dei collegamenti che potrebbero portare dei virus al nostro PC o mettere allo scoperto le nostre informazioni personali.

3-  Quante volte ci siamo fatti questa domanda forse ''Stanno parlando di me in un forum o su Facebook?'' Questo tipo di paranoia è stata definita come ansia da Social Media. Purtroppo in certi tipi di siti quale proprio Facebook, in genere un utente si registra con il proprio nome. Ecco che  allora  gli altri ci osservano e ci giudicano per cosa postiamo, per il nostro stato e altre sottigliezze.  Ovviamente la critica nei nostri confronti verrà fatta in chat privata con altre persone e sarai sempre l'ultimo a sapere. La cosa paradossale magari che nello stesso momento quel nostro falso amico metterà mi piace a un nostro post. Geniale non credete?

2-  Dimenticare di cancellare la nostra cronologia  lasciando visibile i siti che abbiamo visitato.  Ognuno di noi ha almeno uno scheletro nell'armadio,  internet può essere paragonato a un guardaroba dove è quasi impossibile, non aver visionato e nascosto un sito porno ''pietra miliare nell'universo del  web.''  Tutto questo però, può essere fonte di vero imbarazzo se condividiamo il computer con il nostro partner e si imbatte nei meandri della nostra navigazione cibernetica. Forse potrebbe non dirci nulla, ma state sicuri che il rapporto potrebbe cambiare, specialmente se il sito visitato non è soltanto un portale con video per adulti, ma molto di più, un sito di incontri e web cam erotiche.  In questo caso davvero difficile sarebbe trovare una scusa, è come averla tradita.

1-  Shock di diventare famosi su Internet.  Nel web basta davvero poco  per avere il nostro momento di celebrità, una foto che ci ritrae condivisa da altri nostri amici e amici di amici, il gioco è fatto. Ma per chi è un comune mortale, tutto questo potrebbe essere scioccante, anche perché nel momento che uno inizia ad abituarsi a questo fuoco di paglia, la settima dopo tutti se ne sono già dimenticati. E Internet è già alla ricerca di un altro perfetto sconosciuto da far diventare famoso.



foto: via[terrorbyte]

martedì 23 aprile 2013

TROVARE LAVORO SU FACEBOOK CON BRANCHOUT E CON UN ANNUNCIO SPONSORIZZATO


Devo dire che questa volta a differenza di Twitter ho avuto maggiori difficoltà a trovare delle informazioni utili su ''Come trovare lavoro su Facebook'' Strano a dirsi, eppure con Twitter, se pur meno famoso del diario era tutto più diretto, su come cercare un impiego. Su Facebook la ricerca è stata più tortuosa, ma alla fine come si dice '' chi la dura la vince''

La prima opzione che voglio proporti si chiama Branchout, una nuova applicazione, e un nuovo social che ricorda Linkedin per le sue caratteristiche. In fase di  registrazione, l'utente autorizza al trattamento dei  dati personali e consente l'applicazione di accedere alle proprie informazioni, come qualunque altra apps. 

 Branchout sfrutta le connessioni degli amici dei tuoi amici. In pratica se tu hai 1000 amici potresti connetterti con 20000 profili di professionisti. Una volta registrati tramite motore di ricerca  interno puoi personalizzarla digitando il nome di  un datore di lavoro o azienda a cui vorresti candidarti. A questo punto Branchout effettua a sua volta una ricerca per verificare se tra i tuoi amici o contatti dei tuoi amici esiste un profilo che lavori per quel determinato soggetto, e da dove possa partire la raccomandazione e la tua notifica all'interesse di quel lavoro.

La seconda possibilità è quella di investire sulla propria immagine e profilo ( lo so, ma se uno non ha soldi come può fare?). Purtroppo qua non ho nessun suggerimento da dare, se non quello di provare a fare questo passo con almeno 100€  e creare un annuncio sponsorizzato che apparirà in home di Facebook. Nell'annuncio mettete una vostra foto, un messaggio chiaro di quello che state cercando. evidenziando due parole Hire me (assumimi).

Altra strategia, sbirciate i profili dei vostri amici (in particolare quelli che  avete perso di vista), controllate e se hanno reso pubblico la loro occupazione, non si sa mai che questi abbiano fatto carriera e possano sfoderare cariche manageriali o agganci in aziende di lavori da te ambiti.

Iscriviti a un gruppo e  diventa fan di quell'azienda che vuoi lavorare, interagisci con l'amministratore del gruppo e chiedigli se puoi mandare il tuo curriculum vitae.  Compila il tuo profilo e non usare nomi falsi o nick inventati, un'azienda quando controlla dei profili su Facebook non ama questo tipo di utente, può pensare di essersi imbattuta al cospetto di una persona poco seria.

Altro consiglio, nel tuo status non far mai riferimenti politici, oppure  se vuoi condividere un tuo pensiero fai in modo che questo sia leggibile solo ai tuoi amici più stretti. Metti mi piace a questa pagina: facebook.trovalavoro  per rimanere aggiornato alle inserzioni e posti vacanti.

Infine anche Facebook come altre aziende quali Google è alla costante ricerca di nuovi profili. Se hai delle capacità e vorresti fare un'esperienza all'estero controllo la pagina ufficiale Careers at Facebook, ci sono tantissimi ruoli vacanti in tutto il mondo. Buona fortuna.





foto: via[info.whatisbluesky]



lunedì 22 aprile 2013

TROVARE LAVORO SU TWITTER E POSTARE IL TUO CURRICULUM IN SOLI 140 CARATTERI

 Ormai da diversi anni la ricerca del lavoro ha avuto un forte mutamento con l'avvento di internet. Sono un lontano ricordo i tempi di quando una persona cercava lavoro bussando di vetrina in vetrina nei negozi della città. Lo stesso ruolo vacante di un lavapiatti, ha il suo annuncio in una bacheca nel  web.

Per non parlare poi dei social network, che oltre essere nati como scopo principale quello di accomunare stessi interessi tra gli utenti (almeno nel caso di Twitter), ora gioca il ruolo importante di consentire agli internauti di poter cercare o mettere annunci lavorativi.

Su Twitter è possibile trovare lavoro e postare il tuo curriculum vitae in soli 140 caratteri.  L'idea è partita da alcuni utenti registrati che in soli 140 caratteri con link ipertestuale hanno richiamato l'attenzione alle risorse umane di varie società.


Il trucco o meglio la tecnica di questi signori è stato quello di inserire gli hashtag al posto giusto, per es #lavoro #stage  ecc. Inoltre un'altra regola è quella di seguire l'azienda che ti interessa per rimanere sempre aggiornato.  Se ancora non l'hai fatto registrati a Linkedln  e twitta il tuo profilo.

In 140 caratteri devi essere bravo a concentrarti in un riassunto delle tue credenziali e interessi,  crea un Video  Vine dove presenterai in soli 6 secondi le tue abilità.  All'interno del tuo profilo su Twitter aggiungi le tue competenze e studi fatti.

Ma Twitter non finisce qua', infatti sono nati dei portali per cercare lavoro. Uno di questi è TwitJobSearch oppure diventa follower di @offertelavoro. Un altro sito che sembra fatto abbastanza bene è Tweetmyjobs Volendo potresti fare anche una ricerca avanzata seguendo questo link.



foto: via[blog.techfetch]

mercoledì 17 aprile 2013

GUIDA SU COME CANCELLARSI DA FACEBOOK IN MODO PERMANENTE

Sei stanco che altri utenti e amici curiosi sbircino  nei tuoi affari all'interno del profilo del tuo Facebook? Sei stanco di leggere frasi sensazionali ornate da aforismi di vecchi saggi nate (magari), io direi copiate di sana pianta da qualche blog nei meandri  del web di un solitario poeta.  Se tutto questo ti inizia a infastidire puoi apportare delle modifiche inerenti alla tua privacy,  oppure disattivare Facebook in modo temporaneo nell'attesa  di raffreddare i bollenti spiriti. o dare un taglio definitivo cancellandoti dal famoso social network.


Devo dire che da quando il team di Mark Zuckerberg ha introdotto il nuovo diario è stato molto più facile trovare opzioni che prime erano nascoste, una di queste era proprio l'eliminazione del proprio profilo che molti disattivavano pensando erroneamente di essersi cancellati.

Bene ora vediamo tramite questa semplice guida: se ancora non ci sei riuscito: COME CANCELLARSI DA FACEBOOK IN MODO PERMANENTE.

Prima di fare il grande passo, ricordati di eliminare tutti i tuoi: dati personali, foto e  album compresi, in modo che non ci sia più nessuna traccia di te sul social network, a limite salva sul tuo PC le foto dei tuoi amici e ragazza se ancora non l'hai fatto, perché dopo  che avrai eliminato il tuo profilo potrebbero risultare private. Questo passaggio verrà fatto sempre allo stesso modo: cliccando  sulla voce Modifica il mio profilo collocato a sinistra in alto sotto il tuo avatar, e cliccando su Foto a destra del tuo profilo e in seguito Modifica album>Elimina album.



foto: via[freevector]
Quando sarai certo di aver eliminato ogni caso che parla di te su faccia libro puoi Cancellarti da Facebook per sempre.



Primo passo recati in alto a destra e clicca sull'ultima icona come da foto sottostante e clicca nell'ultima voce centro assistenza.









Dopo che avrai selezionato centro assistenza clicca ancora sull'ultima voce '' Visita il centro assistenza''









A questo punto vedrai aprirsi una schermata suddivisa in 2 parti a sinistra le voci con sopra quella principale Centro assistenza, a destra 6 voci con altrettante figure, e un messaggio che ti chiede come possono aiutarti










Ora clicca nella seconda voce a sinistra '' Gestisci il tuo account>Disattivazione, eliminazione e account commemorativi  che apparirà come quarta opzione.








Una volta che avrai cliccato su: Disattivazione, eliminazione e account commemorativi, vedrai apparire nel lato destro una serie di domande, quella che interessa a te è l'argomento  Eliminazione degli account è la prima domanda ''Come faccio a cancellare il mio account in modo permanente''? dove andrai a cliccare.





Facebook ti elencherà e ti spiegherà la differenza tra disattivazione e l'eliminazione permanente, dove prenderai visione di queste norme Se pensi che non userai più Facebook, puoi richiedere l'eliminazione permanente del tuo account. Tieni presente che non potrai riattivare il tuo account né recuperare le informazioni aggiunte " Alla fine del testo Facebook ti chiederà di compilare un modulo con link attivo



Ormai ci sei quasi, ricordati che hai 14 giorni di tempo prima che il tuo account venga rimosso definitivamente qualora cambiassi idea.






Nell'ultimo prospetto che si apre  dovrai inserire la tua password e compilare il captcha per il codice sicurezza, ormai l'hai fatto non puoi più tornare indietro! Ma  se sei determinato nella tua decisione .. . allora questa volta sei riuscito a cancellarti davvero da Facebook in modo permanete.

domenica 24 marzo 2013

Crunchbase il database di connessioni nascoste, di aziende e persone - Ottimo strumento per trovare lavoro

Se hai  in cantiere un  nuovo progetto,  oppure sei un investitore, o  un giornalista in cerca di informazioni su qualsiasi cosa del  Web 2.0, ti vorrei presentare un  sito che ha dell'incredibile e che ho  trovato  casualmente. Imparando ad usare  questo magnifico strumento potrai    ben presto venire a conoscenza a una  fonte inesauribile  di informazioni,  dove sarà  possibile esplorare  connessioni  nascoste di  persone e investimenti  e   ricerche correlate. In poche parole tutto questo è Crunchbase

Che cosa è Crunchbase? Nella loro pagina principale gli ideatori definiscono  Crunchbase come una banca dati gratuita di aziende, e  di persone, dove ogni utente può modificare a seconda delle nuove informazioni raccolte. Qui, si può imparare e modificare tutto ciò che riguarda le aziende come: Facebook, YouTube, Twitter, MySpace e Tagged, prodotti come Droid e Google Wave,  gente come Mark Zuckerberg e Steve Jobs.

Grazie a Wikisway il  potente motore di ricerca  di Crunchbase,  avrete la possibilità di visualizzare persone, luoghi e cose collegate. Il tutorial prende come esempio   il profilo  di  una certa Marissa Mayer. Nelle bolle di colore blu potrete notare  le organizzazioni finanziarie, gli investimenti, e società dove Marissa ha lavorato quali  Google e Yahoo. A sinistra tutte le sue connessioni correlate. 


Cliccando  in una delle bolle del profilo di nostro interesse:  informazioni, relazioni tra più persone e società, saranno a portata di un solo click. A sinistra apparirà il website della persona o società, il suo profilo di Twitter, in seguito  selezionando  la voce: view on crunchbase update apparirà una dettagliata biografia della persona o società.

Ogni società o nome è sempre collegato dalla vostra ultima ricerca che vederete questa volta di colore verde. Anche se non siamo dei Mark Zuckerberg, Crunchbase ci da la possibilità di esplorare il nostro profilo di Facebook o Linkendin. Per potere accedere  a questa funzione, basta cliccare sotto questa  voce: Visualize your Facebook Network.

 Ovviamente l'ho provato e grazie a questo straordinario strumento ho potuto visualizzare profili di amici  dei miei amici che sul social network risultavano privati. Da qui poi ho  perfezionato la mia ricerca e sono venuto a conoscenza di società dove inviare il mio curriculum.  Se avessi continuato probabilmente sarei arrivato al fondatore di Google senza doverlo digitare sul motore di ricerca interno di Crunchbase.

In definitiva con Wikisway di Crunchbase ogni ricerca e voce e collegata da un filo logico, con un po di pratica si possono fare e ottenere grandi cose.


wikisway_1

foto via: [visualnews]

venerdì 1 marzo 2013

Oggi si festeggia il World Compliment - regala un complimento a chi vuoi bene

World Compliment è la giornata del complimento, un 'iniziativa nata nei Paesi Bassi  arrivata  quest'anno alla sua decima  edizione. Personalmente    fino a qualche giorno fa non ne avevo mai sentito parlare. La giornata del complimento  ha riscontrato un buon successo anche  in Belgio e Norvegia.  Ora finalmente, anche in altri paesi le persone sembrano interessarsi attraverso i famosi social network.

Un'iniziativa simpatica che si rivolge a tutte quelle persone che vogliono regalare un complimento a una persona importante nella loro vita. Non ci sono premi per la frase più bella, ma c'è la soddisfazione di aver condiviso un sentimento e  un pensiero speciale per rendere questa giornata più  positiva.

Le parole sincere  sono i migliori regali per chi ci apprezza veramente. Twitter e Facebook si sono rivelati ancora due strumenti straordinari per diffondere questa bella trovata. Dopo tutto: Che cosa è più social,  se non quello di  condividere al mondo attraverso la rete il nostro  apprezzamento sincero per un altra persona.


Quindi armatevi di fantasia e iniziate a condividere il vostro complimento per qualcuno che naviga nei vostri pensieri. Se siete accorto di idee basta farsi un giro sul web dove si possono trovare tante belle frasi. Ma perché  il vostro complimento abbia senso sarebbe opportuno che nascesse da voi stessi.

Per più informazioni:

Facebook: www.facebook.com/WorldComplimentDay
Twitter: @Complimentday
Sito Web: www.worldcomplimentday.info


 foto via twitter

martedì 12 febbraio 2013

Spotify: il servizio in streaming sbarca in Italia

Oggi 12 febbraio Spotify, il noto programma in streaming per ascoltare musica è sbarcato anche in Italia . L'applicazione può essere usata nei dispositivi  quali: PC,  Mac, Android, e iPhone e Android. Il programma permette ascoltare in streaming 20 milioni di brani on demand, praticamente tutto quello che si vuole.

Come funziona: Spotify è stato realizzato in Svezia nel 2006, ma tutt'ora la sua sede operativa è a Londra. Ciò che differenzia  questo programma con il classico store di itunes, o i programmi di file sharing quali: Emule, Bittorrent, che i brani su Spotify non vengono salvati su un hardisk come nei programmi precedentemente elencati, le canzoni vengono ascoltate in una sorta di  radio in streaming , ma questa volta  è l'utente a scegliere quale  canzone voglia ascoltare.

Abbonamenti e tariffe:  Spotify propone a tutti gli internauti 3 modalità di abbonamento. Quella free,  dove l'utente può ascoltare la musica gratis, installando l'applicazione direttamente sul suo desktop. L'unico inconveniente  che nel proprio account  l'utente vedrà dei banner e ascolterà degli  annunci pubblicitari della durata di 3 minuti per ogni ora di musica ascoltata. 

 Spotify Unlimited: tipico abbonamento mensile che costa 4,99£ che consentirà di eliminare tutta la pubblicità presente. L'applicazione è sempre funzionante su Windows o Mac.  

Spotifity Premium: applicazione funzionante anche per tutti i dispositivi quali iPhone, Android, La versione premium permette all'utente di poter gestire tutta la musica che si vuole scaricando sino a 3330 canzoni che rimangono nell'app, utilizzabili se si rinnova l'abbonamento.  

Funzioni principali: tra le sue funzioni principali, il famoso demand propone - la radio, dove puoi cercare una canzone a te particolarmente cara, e puoi decidere su Spotify radio te ne  suggerisca altri lo stesso belli. Condividi: puoi condividere la musica che ti piace e ascolti su Spotify sui social network come: Facebook e Twitter. Seguire altri utenti che hanno i tuoi stessi gusti musicali.  Crea la tua playlist: puoi aggiungere alla tua libreria i brani da te preferiti.  

Cerca e trova: Sei tu stesso a poter trovare e cercare la musica che ti piace e poter visualizzare quella dei tuoi amici, sfogliando la loro personale libreria.



foto via [urbanpost.it]

martedì 29 gennaio 2013

Il web in difesa del Hashtag: In Francia lo sostituisce con ”Mot-diese”.


La Francia continua la sua personale battaglia di  difensore della propria lingua, non volendo americanizzare quelle parole che in tutto il mondo hanno un unico significato. Vent'anni fa decisero che il computer doveva essere chiamato "ordinateur,” lo stesso mouse, souris”. Ora il termine Hashtag: una delle funzioni più usate nel celebre microbloggin di Twitter, sarà sostituito per legge dalla parola  ”Mot-diese”.

A renderlo presente  è stata la stessa Gazzetta ufficiale francese, che incaricata dalla Commissione generale di terminologia e neologia: (Primo ministro francese),  consentirà ad arricchire il patrimonio linguistico della patria di Robespierre. Perciò se vi trovate a Parigi in vacanza e volete inviare un vostro  tweet descrivendo la torre Eiffel, il vostro Hashtag #  sarà un Mot-diese.


L'idea di introdurre  hashtag, , è  nata nell'intento di raggruppare più messaggi dello stesso  argomento. E per i tradizionalisti blogging, specialmente i membri dei media, è estremamente utile per le discussioni di monitoraggio o di eventi in tempo reale. Il termine è derivato proprio dall'inglese: hash (# cancelletto), e tag (etichetta).

Questo chiudersi in se stessi almeno verso il social networks, è stata accolta con incredulità da quasi tutto il web e Twitter compreso. Tra l'altro non sono mancate le battute ironiche, magari a breve anche Facebook verrà chiamato dai galletti: face livre.


foto via metrofrance.com

giovedì 17 gennaio 2013

Come funziona Graph Search? il nuovo motore di facebook

Ieri  il  CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha annunciato il "terzo tassello" del suo social network - un motore  di ricerca interno  denominato Graph Search, che aiuterà gli utenti  di Facebook (circa un miliardo ), di poter cercare interessi e attività  in comune, foto, luoghi e quant'altro un utente registrato sul social network ha bisogno di trovare.

Zuckerberg alla conferenza tenuta ieri 15 gennaio ha detto   "Le persone usano i motori di ricerca per trovare una riposta ",  Noi saremo in grado di rispondere a una serie di domande che nessun altro motore di ricerca è riuscito a fare.. La novità è che la ricerca si estende a tutto il social network e non solo agli “amici” con cui si sa già cosa si ha in comune.  

Come funzionerà Graph Search? Il motore interno è suddiviso da 2 parti: la prima dedita a comprendere le domande degli utenti, la seconda risponderà ai quesiti con l'ausilio di Unicorn, un software in grado di restituire le risposte. In pratica, ogni qual volta che  un utente effettuerà una ricerca nel motore Graph Search   per es: "castelli scozzesi che piacciono ai miei amici" la ricerca sarà approfondita non solo ai propri amici ma in modo generale.

Come si cerca?  Digita la tua ricerca nella barra di  nella barra di colore blu che si trova in alto alla pagina, a questo link:  https://www.facebook.com/about/graphsearch - dove potrai inoltrare la registrazione alla lista d'attesa.






foto: graph search facebook