Visualizzazione post con etichetta germania. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta germania. Mostra tutti i post

sabato 13 dicembre 2014

Come si celebra il Natale in Germania: mercatini natalizi, buon cibo e tanto altro

Hai deciso di trascorrere le vacanze di Natale in Germania? Allora ti invito a continuare a leggere il post su come si celebra il Natale in Germania, alla scoperta di meravigliosi mercatini di Natale, festival invernali che fanno parte delle tradizioni più importanti di questa bellissima terra.

1 - Mercatini di Natale tradizionali: Da Berlino alla Sassonia alla regione di Brema, in quasi tutte le città tedesche potrai visitare un mercatino di Natale. All'inizio nel 15° secolo erano delle vere e proprie fiere invernali. La città di Dresda ha il più antico mercatino di Natale della Germania, che risale al 1434. Ma ben presto i mercati sono diventati una tradizione natalizia, e un ottimo modo per celebrare la festa più bella dell'anno. Nelle bancarelle dislocate nelle piazze della città potrai trovare: decorazioni natalizie fatte a mano, gustare dell'ottima gastronomia locale, il tutto arricchito da canti di Natale e  bere vino caldo speziato. Tra i piatti migliori devi assaggiare:

  • Lebkuchen - biscotti di pan di zenzero
  • Glühwein – vin brulè
  • Nürnberger Rostbratwürste - piccole salsicce
  • Stollen - Pane tradizionale tedesco di Natale con frutta secca, noci, spezie e zucchero a velo
  • Bratäpfel - mele cotte
  • Gebrannte Mandeln - mandorle tostate
  • Maronen - caldarroste
  • Marzipanbrot -  marzapane

2 - Albero di Natale: L'usanza in Germania di addobbare un albero a Natale  risale al  16 ° secolo.  Inizialmente il 24 dicembre i piccoli abeti venivano decorati con mele, noci, e fiori di carta. Si narra che fu la chiesa riformista di Martin Lutero a mettere per primo le candele sul suo albero di Natale.

3 - Ghirlande: Un altro simbolo tradizionale del Natale tedesco è la ghirlanda o corona d'avvento. Per le 4 settimane che precedono il 25 dicembre, le famiglie inseriscono una candela. La corona di Avvento è stato inventata da Johann Hinrich Wichern, un pastore tedesco, fondatore di un orfanotrofio ad Amburgo nel 1833.

4 - Vigilia di Natale: Il 24 dicembre per molti è la notte più magica dell'anno. In Germania i bambini  i solito aspettano proprio la vigilia di Natale per vedere illuminato il loro albero. La notte vengono scambiati i regali, e molte persone vanno alla messa di Natale. La cena tradizionale è chiamata Weihnachtsgans, a base di oca, servita di solito con gnocchi e cavolo rosso.

5 - Natale Santo Stefano: Il 25 dicembre e il 26: negozi e uffici sono chiusi. Le persone vanno  a visitare gli amici e parenti, oppure guardano film di Natale. Immancabile le mangiate abbondanti.

giovedì 17 aprile 2014

Tradizioni di Pasqua in Germania

Tradizioni Pasqua in GermaniaIn Germania Pasqua viene indicata con il termine Eostre, che già abbiamo trovato per quella irlandese e britannica, culture sopratutto quella inglese influenzata dai tedeschi ( anglosassoni) alla fine dell'Impero Romano. La Pasqua in Germania continua ad avere sfaccettature pagane. Eostre simboleggia l'inizio della primavera.





Tradizioni di Pasqua in Germania

Qualche settimana prima della Pasqua i tedeschi abbelliscono le proprie abitazioni con fiori, alberi di Pasqua con decorazioni di uova colorate. In Germania; i colori vivaci e lucenti rappresentano la luce del sole e una nuova vita o meglio, una stagione dove torna a splendere il sole.







Uova colorate e coniglietti di cioccolato 

A parte l'uovo di Pasqua il coniglio di cioccolato è il simbolo principale della Pasqua in Germania. Il coniglietto in uno scritto del XVI° secolo si apprende che rappresentava la fertilità!  Due secoli più tardi il bunny fu i importato in America dai coloni olandesi in Pennsylvania, che lo chiamarono "Oschter Haws" ("lepre pasquale").  Il primo coniglietto di cioccolato fu prodotto sempre in Germania nel 1800.

Vacanze di Pasqua in Germania

Se ti trovi per le vacanze pasquali in Germania devi sapere, che i tedeschi amano fare un lungo weekend che inizia dal venerdì santo sino alla Pasquetta. Molti esercizi rimangono chiusi: banche, uffici, negozi. Il trasporto urbano è limitato. Le scuole per le vacanze di Pasqua  rimangono chiuse di solito due settimane. Molti tedeschi si mettono in viaggio in questi giorni in direzione isola di Sylt. Alberghi, musei, e treni potrebbero essere affollati, Meglio prenotare  in anticipo.

Pasqua in Germania


Hai deciso di trascorrere la Pasqua in Germania? Ricordati di imparare una frase 'Frohe Ostern Buona Pasqua.'







Venerdì santo 

Il weekend pasquale inizia in Germania, con una tranquillo Venerdì Santo (Karfreitag). Per il tradizionale pranzo del Venerdì Santo molte famiglie tedesche mangiano pesci.

Sabato Santo
In questo giorno visita obbligata per i turisti  al mercatino pasquale tedesco della città o paese. In qualche bancarella potrai acquistare delle uova di cioccolato artigianali simbolo della grande tradizione tedesca. Oppure una torta dolce a forma di agnello creata dai maestri del pane. La sera specialmente al nord le persone accendono dei falò per scacciare gli spiriti oscuri dell'inverno, e accogliere la mite stagione.

Domenica di Pasqua
La domenica di Pasqua è il momento clou del fine settimana di vacanza. La mattina presto, i genitori nascondono i cestini pieni, di colorate uova sode, coniglietti di cioccolato, dolci e piccoli doni per i bambini. Molte famiglie si recano in chiesa per assistere al concerto pasquale. In seguito, il pranzo tradizionale di Pasqua, agnello, patate e verdure fresche

martedì 5 novembre 2013

1500 opere fregate dai Nazisti

Ogni dittatore che si rispetti ha sempre trafugato opere da ogni parte del mondo. Qualche giorno fa a Monaco di Baviera ecco una scoperta sensazionale 1500 opere di valore inestimabile. Un tesoro che si credeva scomparso dopo i bombardamenti  dei russi e anglo - americani fatti ai danni della Germania. Ma le meraviglie dell'arte sono riuscite  a rimanere indenni alla cattiveria dell'uomo.

Le opere sono state trovate in una cantina di un vecchia casa lasciati in balia del tempo per oltre 60 anni. Tra i vari dipinti i maestri dell'Impressionismo di fine ottocento e inizio novecento. I nazisti confiscarono queste opere perché secondo loro '' arte degenerata''  Il Terzo Reich ha voluto intenzionalmente nascondere quadri di pittori come: Picasso, Matisse, Klee, Chagall. Hitler preferiva opere che rappresentavano il Super Uomo come dell'artista Alfred Bocklin.

La storia di queste opere è unica. All'inizio furono acquistate tutte e 1500 da un collezionista Hildebrand Gurlitt durante la seconda guerra mondiale. In seguito nascoste per mezzo secolo dal figlio. Nel 2010 quando ormai 80 enne Cornelius Gurlitt durante un controllo in treno per la Svizzera fu trovato con 9.000 euro in contanti, e una fila di cartelle vuote. Successivamente partì un indagine fino alla casa dell'uomo, e la scoperta delle opere accantonate in cantina.


foto: via[sxc.hu]

venerdì 6 settembre 2013

Il primo brindisi dell'Oktoberfest 2013 inizierà alle 12 del 21 settembre

Quest'anno la famosa manifestazione di Monaco di Baviera compie 180 anni. Buona birra a tutti: ecco  Il programma dell'Oktoberfest 2013 dove  il primo brindisi inizierà alle 12 del 21 settembre.

Tra 15 giorni ci sarà  uno degli eventi più importanti nella tradizione e  folklore germanica l'Oktoberfest, la festa della birra nacque nel lontano 1810 per celebrare le nozze del principe Ludovico I di Baviera e sua moglie la principessa Therese von Sachsen Hildburghausen. Dal quell'anno la festa della birra bavarese è diventata una delle ricorrenze più importanti al mondo dove può vantare ben 6 milioni di turisti ogni anno.

Sarà il sindaco di Monaco che spillerà il primo barilotto della pregiata birra formulando la famosa frase di fronte ai migliaia di bevitori  "O' Zapft is!" ("Si stappa!"). Il giorno seguente sarà la volta di una processione di cavalli, buoi e mucche con persone che indossano il costume tradizionale del posto e in bella vista i loro fucili. 

Notevole il motore organizzativo che vedrà numerosi stand con una capienza di 7000 posti a sedere e le cameriere rigorosamente vestite in bavarese serviranno alle persone festanti le sei tradizionali birra made in Germany: la Paulaner, la Spauten, Lowenbrau, la Augustiner, la Hofbrau, e infine la Hacker-Pschorr. Gli stand avranno un orario continuato dalle 10 sino alle 22:30 dal lunedì al venerdì, invece i giorni festivi resteranno aperti dalle 9 sino alle 23.


Se volete non solo prendervi una bella sbornia, ma cercate anche di  vedere ciò che concerne la tradizione e folklore potete entrare a  pagamento  lo storico stand (Oide Wiesn), dove potrete ammirare degli scenari tipicamente ottocenteschi.


giovedì 3 maggio 2012

Lufthansa decide di tagliare 3500 posti di lavoro

La compagnia tedesca Lufthansa ha reso noto che entro il 2014 dovrà ridurre il personale sopprimendolo di  ben 3500 posti di lavoro. Una manovra per ridurre i costi di amministrazione della Lufthansa. Il drastico ridimensionamento porterebbe la necessità di risparmiare 1,5 miliardi di euro, per i costi del cherosene e  concorrenza con i colossi low cost. Il bilancio nei primi mesi per la compagnia è in rosso con una perdita di 381 milioni di euro.
Lufthansa

martedì 24 aprile 2012

L’economia tedesca in forte crescita ha bisogno di ulteriore immigrazione


(Express-news.it) La Germania ha bisogno di circa 200.000 immigrati in più all’anno per compensare il deficit demografico e sostenere l’economia.
E’ quanto riporta il rapporto mensile della Bundesbank.
Questo afflusso deve essere accompagnato dal prolungamento della vita lavorativa e per facilitare la conciliazione tra lavoro e famiglia, soprattutto per le persone con bambini piccoli. L’anno passato ci sono stati 177.300 immigrati già inseriti nel mercato del lavoro tedesco. Provengono principalmente dall’Europa centrale e orientale. Il numero di migranti è stato del 2,6 per cento in più rispetto al 2010: l’incremento maggiore negli ultimi quindici anni.
Complessivamente ci sono più di dieci milioni di immigrati in Germania, su una popolazione totale di 81,7 milioni. Tuttavia, la Germania ha un problema demografico, perché ha l’età media più alta del mondo e la più bassa fertilità. Entro il 2060, più di un terzo della popolazione avrà un’età superiore a 65 anni. Questo rischia di minare la crescita economica.
I primi mesi di quest’anno l’economia tedesca non è riuscita ancora riprendersi, secondo il bollettino mensile della Bundesbank. Le temperature siberiane di febbraio hanno depresso l’attività dei cantieri edilizi. Per contro, la ripresa globale nei mesi successivi, e le esportazioni tedesche hanno dato una forte spinta all’economia del paese.
manovalanza 800x555 Leconomia tedesca in forte crescita ha bisogno di ulteriore immigrazione