Visualizzazione post con etichetta cina. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cina. Mostra tutti i post

venerdì 6 marzo 2015

Come vendere un immobile o casa a un cinese: 5 curiosità da sapere


Il mercato degli immobili sembra avere un leggero miglioramento dopo alcuni anni di crollo assoluto. Così un po per curiosità ho digitato su Google questa frase: Come vendere casa a un cinese. Ho trovato degli articoli interessanti che voglio riassumere in questo post. Come sappiamo la popolazione cinese è presente in modo consistente nel nostro paese: negozi di abbigliamento, ristoranti, parrucchieri e chi più ne ha più ne metta. Quindi per chi ha una casa da affittare o meglio da vendere, perché non rivolgere la propria offerta ai cinesi che sono dei grandi investitori. In particolare il sito idealista ci indica 5 strade su come vendere un immobile a un cinese

1) Mai vendere una casa con il numero 4 - I cinesi sono una popolazione di scaramantici, il numero 4 nella loro cultura è associata alla morte. Quindi mai vendere una casa con il numero 4 o un appartamento al 4° piano.

2) Deve esserci il numero 8 - Al contrario del 4, il numero 8 per un cinese è sinonimo di ricchezza, perciò meglio se la vostra casa ha l'8 come numero. Ma ancora meglio se questo numero è presente nel prezzo: € 800000.

3) Appartamento o casa esposta al sud, come il palazzo dell'imperatore - I cinesi hanno una vera predilezione per le case esposte a sud. Tutto ciò nasce dal '' feng shui'' una tradizione che affonda le sue radici nella Cina imperiale. I cancelli del palazzo dell'imperatore venivano costruiti verso sud: direzione che ritenevano fortunata.

4) Niente piani bassi - Qua non sono d'accordo ho visto molte case affittate ai cinesi anche al piano terra. Comunque sembrerebbe che i cinesi amano vivere in palazzi con molti piani come in Cina dove ci sono tantissimi grattacieli.   

5) Niente facciate verdi -  I colori nella Cina dell'imperatore rappresentavano la tua posizione sociale! Il verde era associato agli infedeli, mentre invece il colore rosso è molto amato dagli amici mandarino, che simboleggia: fortuna, felicità e ricchezza.
 

lunedì 21 aprile 2014

4 cose che nessuno ti ha mai detto sulla vita in Cina

Ami il pollo Kung pao e  Jackie Chan. Sei a conoscenza che la sua economia continua a crescere in modo esponenziale? Bene, allora potresti pensare che è   tempo di fare le valigie e andare a vivere in Cina. Una scelta sbagliata o fortunata? Prima che decidi di fare un biglietto aereo devi conoscere: 4 cose che nessuno ti ha mai detto sulla vita in Cina. Per correttezza voglio precisare che il post ha preso spunto da un articolo di Michael Pearce, insegnante e scrittore che vive a Shijiazhuang. Perché io l'unica cosa cinese che ho fatto e aver mangiato il ramen ( tra l'altro giapponese) comprato in un market cinese vicino casa mia.



Carne contraffatta -  Sei pronto ad acquistare Rolex falsi e film pirata? Bene quello di cui non sarai mia pronto e capire quando avrai a che fare con la Cina: la carne vera o contraffatta. I cinesi sono soliti vendere carne di volpe, ratto o visone e spacciarla per una succulente carne di montone. Una situazione talmente paradossale che Pearce si rifiuta oramai di comprare della carne, a meno che non venga costretto per occulte circostanze.  

Disservizi in ogni aspetto della vita quotidiana -  File chilometriche dietro gli sportelli cinesi è un classico. Chi ha dovuto attendere solo un'ora della sua giornata in una banca cinese, può considerarsi un uomo fortunato. Un altro aspetto che fa riflettere della vita quotidiana in Cina, è la velocità di un'azienda edile locale nel costruire un palazzo. Tutti potrebbero dire ''Ma questo non è un disservizio''Peccato dice Michael Pearce  ''il controllo qualità e la manutenzione sono praticamente inesistenti nelle infrastrutture cinesi'' Lo stesso Ministro delle Costruzioni Qiu Baoxing  ha detto: che gli edifici cinesi sono destinati a durare 25-30 anni. E le strade sono anche messe peggio. 


Essere bianco è di moda -  Alcune grandi aziende cinesi noleggiano ragazzi bianchi per avere maggior prestigio negli uffici in prospettiva di un potenziale cliente. Perché non c'è niente di meglio in Cina che dimostrare di essere in grado di permettersi un tizio bianco nel proprio team. La maggior parte di insegnanti del Caucaso assunti per lavorare nelle città cinesi non sono in Cina grazie alla loro competenza, ma perché hanno un bel faccino bianco.  Così succede che filippini, afro-americani, e altri cittadini asiatici che sono molto più qualificati di loro, non gli viene offerto nessun posto di lavoro, perché le loro facce e colore delle pelle non si avvicinano affatto a un biondo con gli occhi azzurri e carnagione bianca.  La Cina ama così tanto gli occidentali  che stanno costruendo altre città europee e americane proprio sul loro stesso terreno.

Il governo controlla tutto, sul serio: ogni cosa -  Probabilmente hai sentito storie del tipo che il governo cinese ha arrestato giornalisti, e assunto 2 milioni di persone per sorvegliare Internet. Poi c'è anche la questione delle nascite, per esempio: le donne che lavorano nelle amministrazioni sono oggetto di un esame medico invasivo una volta all'anno per assicurarsi che stanno aderendo alla politica di non avere più figli, o se sono già andate in menopausa. La cosa assurda che quando compri un  test di gravidanza in un negozio cinese, assieme troverai una carta sconto  per abortire in una clinica.
Poi c'è stato il tempo che costringevano le persone a fumare sigarette. Io un'idea c'è l'ho del motivo.

Se vuoi conoscere di più, puoi acquistare il libro di Michael Pearce Oh China

sabato 8 marzo 2014

Jiang Pengyi l'artista che mescola cera liquida e polvere fluorescente

Oggi vi presento un'artista davvero particolare che proviene dalla lontana Cina. Si chiama Jiang Pengyi in grado di mescolare cera liquida e polvere fluorescente su degli oggetti. Il risultato finale è arte surreale, qualsiasi cosa splende nell'oscurità e rimane impressa nella tua mente.

Le prime opere di Jiang illuminano il rapido sviluppo di urbanistica e architettura nella Cina contemporanea come un campionamento alternativo di capitalizzazione e della globalizzazione, e come se venissero esclusi tutti gli elementi di una cultura antica. Nel primo lavoro ha voluto evidenziare la natura illusoria della città e del mondo, mentre la serie Luminant manifesta il distacco dalla realtà nelle città cinesi del continente di oggi.

Pengyi lascia che la  fluorescenza tracci le forme degli oggetti per poi illuminare lo spazio dove questi si trovano. Ma i colori che splendono nell'oscurità di una stanza, cambiano proprio a seconda dell'oggetto, quindi per un candelabro il colore predominante sarà blu scuro, per una sedia verdone. Qualcuno ha definito tutto ciò come una luce intrinseca, che circonda la  forma e modifica in quell'istante la visione delle cose e il  tempo. Allo stesso tempo riflettono il suo attuale stato d'animo.

Nato nella provincia di Hunan, in Cina nel 1977, Pengyi ha fatto parte  recentemente di un gruppo di artisti emergenti sempre cinesi che come lui creano giochi di luce, nati tra il 1977 e il 1987.  Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo tra cui in città come Mosca, Pechino, New York e Londra.

Vi invito a vedere la sua arte su blindspotgallery

sabato 13 luglio 2013

Foto rare e suggestive di donne cinesi del 1800

Avete una passione per le foto d'epoca? Non siete i soli, anch'io adoro tutto ciò che è color seppia o in bianco e nero. Ma in questo articolo sarò ancora più specifico, in quanto grazie a questo blog ho trovate delle immagini davvero suggestive che riguardano:  Foto rare di donne cinesi  del 1800

"A casa o all'estero, in vesti di vacanza o in abbigliamento normale, il cuore di una donna cinese sembra essere in ogni momento pronto a traboccare di allegria e buon umore''.


Questa immagine descrive una donna nel corso del 1800, che vede la figura femminile inerme agli uomini cinesi  e il Confucianesimo in generale. Ovviamente è difficile sapere esattamente ciò che la vita nel 1800 era nei confronti della donna in Cina. Ma la fotografia è lo specchio d'epoca, e grazie a lei possiamo ottenere delle informazioni molto utili. 





foto: via[library of congress]



La foto è del 1868, vede come protagonista ancora una donna e i suoi piedi fasciati giustapposti con un piede non legato. La differenza è evidente. Da notare la piccola scarpa appoggiata contro il muro, sembra essere quella di un bambino, invece è di una donna adulta.







foto: [John Tompson]



Qua sono presenti due signore sedute per una solita chiacchierata.  I bordi a contrasto e maniche larghe della tunica indossata dalla donna sulla sinistra facevano parte della moda Manchu del tempo. La fotografia è stata scattata nel 1871.







foto: [John Tompson]



La mamma e il suo bambino sulla schiena. Non avendo i piedi legati  e capelli dimessi, si presuppone che questa donna era di ceto povero e la figlia più giovane. Ma qualcuno nel 19 ° secolo, ha trovato la sua immagine abbastanza interessante da immortalarla su una cartolina.










Foto risalente al 1868 che raffigura  tre donne cinesi  riunite per una chiacchierata in quello che sembra un cortile. L'immagine vuole rappresentare la modestia,  una delle principali virtù delle donne cinesi. La donna  davanti  indossa un Tangzhuang, un modello di giacca che si chiude sul davanti con i loop e che è ancora popolare in Cina e all'estero





foto: [John Tompson]


Per vedere tutte le altre foto in tutto sono 18 basta seguire questo link

martedì 21 maggio 2013

Mistero a Pechino : un uomo nudo che corre con un crocefisso gigante - Qual'è il messaggio?

La foto di un uomo nudo che corre con un crocefisso gigante nelle strade di Pechino sta facendo il giro del web. E' solo un video fatto per ridere su You Tube, oppure l'uomo voleva dare qualche messaggio subliminale ... tipo fine del mondo?

Certo che è un  mistero da decifrare questa immagine: una figura di un uomo nudo che corre come se fosse spaventato in preda al panico, per giunta portando in spalla una croce gigante.
Alcuni pensano che il motivo di questa fuga sia dovuto alla persecuzione dei cristiani in Cina, non fosse che l'uomo era prigioniero di fanatici ed è riuscito a scappare in una cerimonia, una sorta caccia alle streghe.


Il gruppo dei diritti umani  con sede in Texas ha dichiarato che gli episodi di persecuzione ai cristiani nel mondo è aumentata del 42% tra il 2011 e il 2012. In Cina ci sono almeno 70 milioni di cristiani, collocandosi al 7° posto come più grande popolazione cristiana nel mondo.

In aprile sempre in Cina, era apparsa la foto di una donna nuda che in seguiva  un uomo anch'egli nudo con una bambola gonfiabile ... un immagine di 2 persone senza vestiti all'interno di una metropoli che non dorme mai.

Ma tornando all'uomo nudo che corre con un  crocefisso gigante, voi cosa ne pensate? E' tornata l'inquisizione, dove questa volta saranno i cristiani a essere bruciati, e non più  a giudicare se ci sono eretici che hanno fatto il patto con il demonio.














foto: via[huffingtonpost]

domenica 14 aprile 2013

Cina: foto mozzafiato del fiume Li - tra poesia e dipinti naturali

Nel magico paese del Sol Levante ... no quella era il testo di una canzone dei cartoni animati del samurai Sasuke, in questo post vorrei descrivere delle '' Foto mozzafiato del fiume  Li in Cina - tra poesia e dipinti naturali.''

Il nostro pianeta è una fonte inesauribile di paesaggi fantastici descritti come un sogno, per alcuni fotografici questo sogno è il paesaggio che si sviluppa presso il fiume Li in Cina situato nella provincia di Guangxi. Il corso d'acqua è stato ribattezzato per la sua bellezza come  '' Il fiume di poesie e dipinti,'' perché circondato  da paesaggi incredibili quali: colline verdi, cime calcaree coniche e risaie.

Cinquantuno chilometri tra le città di Guilin e Yangshu di paesaggio mozzafiato, famoso per le sue viste panoramiche.  Il turista in questa valle e nel suo fiume Lin potrà prendere visione di una antica pesca con il cormorano, un uccello  di grandi dimensioni, cui i pescatori utilizzano per essere aiutati nel loro lavoro.

Questi uccelli si tuffano in acqua per catturare il pesce,  poi  con la  preda tornano  sulla barca. A questo punto il pescatore rimuove il pesce dalla gola degli uccelli e lo inserisce in un cestino. Per non far deglutire il pesce,  il pescatore mette una corda intorno al collo del volatile.

Casualmente si noti che le  foto più belle sono proprio quelle che immortalano la pesca con il cormorano. Luci, colori fanno il resto, è come guardare un dipinto.


Photo credit: Michael Sheridan



Photo credit: Helminadia Ranford



Photo credit: Conor MacNeill



Photo credit: Gloria & Richard Maschmeyer

martedì 12 febbraio 2013

Cina: ha aperto il primo ristorante al mondo dove i camerieri sono dei veri robot

Vi ricordate il film "Io e Caterina" con Alberto Sordi, dove un insolito robot tuttofare sbrigava le  faccende del suo padrone. Bene, in Cina nella città  di Harbin situata al nord del paese, un ristorante  ha pensato bene di assumere del personale altamente specializzato, dei veri  robot.


Dunque un altro nuovo capitolo di intelligenze artificiali , le macchine o i cosiddetti  uomini latta forse  in breve tempo  sostituiranno gli uomini in carne e ossa.  Robot  cordiali che accolgono i clienti con un benvenuto e un arrivederci quando questi vanno via. I robot   amano cucinare, servire e intrattenere  gli ospiti mentre questi incuriositi  cenano.   A quanto pare  lo chef robot è in grado di cucinare dei  primi piatti come: la pasta, e gnocchi di patate, menu di riso, per secondo, patatine fritte.


Si calcola che in meno di dieci anni  l'uomo potrà vedere  dei veri  androidi  camminare nelle strade. Essi permetteranno  agli anziani di rimanere nelle loro case, offrendo compagnia e assistenza.  Robot che saranno in grado di sostituire la manodopera  o lavorare affianco agli esseri umani nelle fabbriche.

Tornando all'argomento principale, il ristorante può  contare su un totale di 20 robot.  I cyber camerieri e cuoco, sono stati progettati e costruiti da una ditta locale, la Harbin Haohai Società Robot. Ogni robot  è costato circa 47.000 dollari.  

Ovviamente il ristorante, grazie all'impiego di questo particolare personale ha  ottenuto grande attenzione in tutto il mondo, definendo questo progetto  come un grande   piano di marketing per l'esercizio commerciale. I prezzi sono davvero abbordabili per un pasto completo si spende circa 10 dollari. I clienti, fino ad ora, hanno detto di essersi ritenuti soddisfati del servizio.


robot-restaurant-3[2]


A 'waiter' robot holds an empty tray after serving meals to the customers

robot-restaurant-0[6]

foto via [visualnews.com]

giovedì 30 agosto 2012

Dentro un pacco per fare una sorpresa alla fidanzata, ma stava per morire soffocato

Una sorpresa e un gesto  d'amore che poteva diventare una tragedia. Un ragazzo in Cina ha pensato bene di essere lui stesso il regalo per la sua ragazza tanto da entrare dentro un pacco e farsi spedire a destinazione. Il corriere ignaro di tutto, e di cosa poteva contenere quel pacco l'ha posizionato in modo tale che non passasse l'aria. A destinazione effettuata grazie alla puntualità della ditta di consegne, il ragazzo per fortuna era solo svenuto, a soccorrerlo la stessa fidanzata.

giovedì 16 agosto 2012

Il bunga bunga contagia anche i politici cinesi foto scandalosa

Pechino - Anche in Cina le serata e base di ragazze e politici diventa una routine. Wang Minsheng,segretario del partito della provincia dell'Anhui è stato fotografato assieme a 2 ragazze mezzo nude, una riunione non politica ma sicuramente postumi di un'orgia e festino hard. Il segretario smentisce tutto affermando che sono foto ritoccate con un programma di editing fotografico. Sul Twitter cinese non si parla d'altro con in mostra le sue foto.  In seguito a questo presunto scandalo il politico è stato rimosso dal suo incarico.

giovedì 14 giugno 2012

Cina -Costretta all'aborto al 7° mese di gravidanza dai suoi aguzzini- Foto sconvolgente

SHANXI -  Una donna era la suo 7° mese di gravidanza ma il 3 giugno la nuova vita che teneva nel ventre si è tramutata in una foglia morta. La donna quando era sola in casa sarebbe stata picchiata da aguzzini perché non aveva i soldi per pagare un debito contratto con loro. 

Gli uomini l'hanno picchiata e costretta ad abortire un essere ormai già formato al 7° mese di vita. La foto è sconvolgente, orribile. Credo che difficilmente la donna potrà dimenticare un dolore così grande.