Visualizzazione post con etichetta 8. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta 8. Mostra tutti i post

domenica 9 agosto 2015

8 incredibili souvenirs di serial killer ritrovati dalla polizia





Di psicopatici e criminali incalliti abbiamo parlato varie volte in questo blog, perché la paura ha un fascino irresistibile verso l'essere umano. Oggi dopo molto tempo riprendiamo il discorso lasciato a metà, ma cerchiamo di affrontarlo da un altro punto di vista: andremo alla scoperta  grazie al sito Ranker di alcuni oggetti segreti che tenevano nascosti dei pericolosi serial killer, in particolare 8 souvenirs ritrovati dalla polizia. Oggetti da fuori di testa, ma allo stesso tempo in contrapposizione con l'identità del suo padrone e criminale. Quindi è lecito chiedersi come mai uno spietato assassino abbia voluto rubare proprio quel determinato oggetto e un paio di scarpe da donna?

Cosa ha scatenato la voglia di impadronirsene? Forse perché rappresentava il suo trofeo di caccia? Ma la strada diventa sempre più tortuosa e di difficile comprendonio, poiché si passa da uno semplice slip rubato a una testa o un organo conservato. Siamo senza una risposta, e attendiamo che qualcuno possa darci una spiegazione plausibile. D'altronde il solo fatto di alzare le mani a un altro individuo è immorale, figuriamoci uccidere e tenere un piede nel congelatore.

8 Souveniers di Serial Killer ritrovati dalla polizia

1) Ed Gein  - Famoso perché realizzava maschere con le facce delle sue vittime. La polizia nella sua casa degli orrori trovò.

2) Ivan Milat - Reo di aver ucciso almeno 7 persone nel New South Wales, Milat amava i campeggi. Non per altro rubò sacchi a pelo, vestiti, attrezzature e tende tutte prese dalle persone brutalmente uccise.

3) Ted Bundy - Che lista da serial killer sarebbe senza Ted Bundy. Nel suo appartamento teneva in bella mostra le teste delle sue vittime.

4) Charles Albright - Tra le sue specialità, conservare i bulbi degli occhi delle sue vittime.

5) Jeffrey Dahmer - Il cannibale di Milwaukee amava preservare teste e genitali in acetone.

6) Joel Rifkin - Nella sua camera da letto venne ritrovato un enorme bottino di biancheria intima, patenti di guida, gioielli e una tessera della biblioteca. Dimenticavo .. un corpo in decomposizione ne bagagliaio.

7) Elizabeth Bathory - Soprannominata la contessa Dracula, in base a un diario dell'epoca si calcola che la donna assieme ad altri quattro collaboratori uccise 650 persone tutte giovani donne. La famosa assassina drenava il sangue della vittime per mantenere la sua bellezza giovanile.

8) Jerry Brudos - Assassino necrofilo Jerome Brudos aveva diversi soprannomi. Uno era "The Lust Killer" e un altro è stato "The Shoe Fetish Slayer." In quanto l'uomo era ossessionato dalle scarpe di donna, fin da piccolo iniziò a commettere crimini per collezionarle.





domenica 21 settembre 2014

8 stranezze sugli Amish: il loro PC e Reality TV

Quando ho letto per la prima volta qualcosa sugli Amish mi venne in mente il film con Bud Spencer e Terence Hill '' Porgi l'altra guancia'', dove c'era fratello Tobia, ma a quanto pare lui apparteneva a un  altro gruppo religioso quello dei mormoni. Gli amish a differenza dei mormoni rifiutano la tecnologia, forse con qualche eccezione. In pratica negli anni 90' avete visto il telefilm ''La casa nella prateria''? Vestono ancora così e le loro macchine sono dei carretti tirati da cavalli o buoi. Ad ogni modo il post elencherà 8 stranezze sugli Amish, qualcuna è davvero incredibile.

giovedì 24 luglio 2014

8 cose assurde che non avresti mai pensato del mondo del calcio

Dieci giorni fa la Germania di Muller e Gothe alzava la sua quarta Coppa del Mondo a Brasile 2014. Ma siete sicuri di conoscere proprio tutto sulla storia del calcio? Io credo di no, neppure io immaginavo di trovare delle curiosità che tra poco ti elencherò ... tipo che una squadra andò a segno contro l'avversario ogni 125 secondi in 90 minuti. Fatti il conto di quanto è finita quella partita - oppure aspetta di leggerlo a breve.

8 cose assurde che non avresti mai pensato del mondo del calcio

1 - Brasile 2014 -  Otto delle 12 città brasiliane che hanno ospitato le gare dei Mondiali 2014, sono considerate tra le 50 città più violente e pericolose al mondo. Senza considerare la violenza stessa della polizia che ha cacciato i più poveri dalle proprie dimore per rendere il paese ospitante pulito agli occhi del mondo.

2 - Qatar 2022 - Nel 2022 i Mondiali saranno ospitati in Qatar, si è calcolato che ci saranno morti di operai  nella costruzione di stati e infrastrutture che nessun giornale riporterà neanche in un trafiletto.   

3 - Finale Qatar 2002 - La finale dei Mondiali a Qatar 2022 sarà giocata a Lusail, ma non esiste ancora  ... è in fase di progettazione.

4 - Record di gol segnati - Sembra  fantascienza eppure nella finale in Madagascar disputata il 31 ottobre 2002 tra l'AS Adema e SO de Emyrne, la partita terminò con il risultato di 149 - 0. I giocatori avversari per segno di protesta contro un torto arbitrale calciarono la palla ripetutamente nella loro porta.

5 - Museo - Cristiano Ronaldo oltre a essere uno dei giocatori più forti al mondo, forse è anche il più vanitoso. L'asso del Real Madrid nel 2013 ha aperto un museo dedicato a se stesso.

6 - Infortuni - In base a una statistica si è calcolato che un giocatore su 20 si infortuna dopo aver segnato un gol

7 -  20 mesi - A soli 20 mesi di età, un bambino è diventato il più giovane giocatore professionista di calcio, dopo che i genitori avevano firmato per lui in una squadra belga.

8 - TV - La prima partita di calcio trasmessa da una televisione fu nel 1937 tra l'Arsenal  e la seconda squadra




@lukescintu

venerdì 20 giugno 2014

8 consigli per scrivere un titolo accattivante

come scrivere un titolo perfetto
Uno dei temi più ricorrenti per un blogger è quello di indicizzare al meglio il proprio blog e contenuti. Per fare questo vorrei indicarti  8 consigli per scrivere un titolo accattivante.
 Uno dei blogger più famosi David Ogilvy redattore di Goins Writer ha scritto '' Quando una persona focalizza l'attenzione in un titolo su Google, e come avere già guadagnato 80 centesimi di un dollaro'' In pratica l'80% di visite a un nostro articolo arrivano grazie al titolo.

1 - Iniziare e terminare ogni articolo con la domanda -  Una domanda nel titolo, meglio se di sfida, capterà l'attenzione del lettore che sarà curioso di trovare la risposta stessa all'interno dell'articolo. '' Vuoi guadagnare online?

2 - Usa i numeri -  Fate una prova andate in una edicola e sfogliate alcune riviste,  troverete spesso all'inizio dell'articolo un numero. Non esiste una vera regola, anzi numeri non caratteristici come per esempio 16, 37, catturano più l'attenzione di quelli standard tipo 5, 10. '' I 17 poeti maledetti''

3 -  Inserisci aggettivi interessanti nell'articolo -  Facilità , Accurato,  felice, divertente, libero, incredibile, essenziale, assoluto strano.

4- Dedica il tempo giusto al titolo - Da un titolo accattivante è chiaro possono arrivare tante visite. Il lettore in poco tempo su Google sceglie il titolo che meglio s'addice alle sue esigenze.

5 - Usa come fare, perché, cosa,  quando -  Molte persone utilizzano il web per fare delle ricerche e trovare delle soluzioni alle proprie necessità. Quando cade la Pasqua? Come fare una torta vegana.

6 -  12 parole o 70 caratteri - È risaputo che un titolo breve che va dritto al tema principale, è più accattivante di uno pieno di articoli e parole. Tra l'altro Google indicizza meglio un titolo che non supera le 12 parole o 70 caratteri. 

7 -  Consigliare un'offerta  o vantaggio -  Le persone sono sempre a caccia online di sconti e offerte, quale miglior modo se non quello di consigliarlo attraverso il proprio blog! ''Viaggio a Parigi a partire da 80€! Le migliori offerte online per il Galaxy S4.

8 -  Convincere una persona -  Un titolo che promette una cosa difficile da fare, incentiva il lettore a cliccare sull'articolo. Ovviamente non promettere cose tipo '' Come tornare indietro nel medioevo'', ma essere audaci nel titolo. Perciò nel tuo articolo, il lettore si spetterà di trovare davvero la soluzione.



martedì 10 giugno 2014

Le 8 statue più brutte al mondo

In genere una statua rappresenta un evento storico della nostra città, o un personaggio che nella storia si è distinto per il suo coraggio o  l'importanza che  ha ricoperto in quel lasso di tempo. A volte non tutte le statue vogliono simboleggiare qualcosa di preciso ... ma nascono dalla fantasia dello scultore. Oggi vederemo: Le 8 statue più brutte al mondo

1 - Verity - Devon, Gran Bretagna - Se avete voglia di  urlare per un'obbrobrio di arte moderna, prendetela con  le opere di Damien Hirst. Una piccola cittadina pittoresca inglese ha pensato bene di chiedere a Hirst di abbellire il loro molo. Il risultato è stato disarmante: una statua di bronzo di una donna incinta alta 66 metri che scruta il mare, con la pancia scorticata. In una mano alza una spada!

2 - La Lampada Gigante - Malmo, Svezia - Nella città svedese di Malmo, c'è una luce che non si spegne mai. La  luce è data una lampada da tavolo gigante di 19 metri inspiegabilmente popolare specialmente nel periodo natalizio.




3 - La Statua Enema - Zheleznovodsk, Russia - Anche i russi come gusto di arte moderna non scherzano. La città di Zheleznovodsk è ricca di sorgenti e minerali di ferro con numerosi stabilimenti termali. Perciò qualcuno ha voluto ringraziare la fonte della ricchezza della città, con una statua dedicata a Enema con un bel clistere gigante!



4 - Uomo appeso - Praga - Repubblica Ceca  - Se cammini per le vie storiche di Praga ad un certo punto il tuo sguardo fisserà un uomo appeso in una trave che esce da un tetto. Le  motivazioni principali della strana collocazione della statua possono essere:  che stai assistendo ad una scena di un film di James Bond, o di un episodio  tragico di un uomo che aveva deciso  di finire gli ultimi minuti della sua vita spiacciacato su un  marciapiede. La vera spiegazione è un'altra: L'uomo appeso è una rappresentazione della lotta di Freud con le sue fobie e la paura della mortalità.



5 - La grande aragosta - Kingston, South Australia -  Uno delle statue più imponenti dell'Oceania e più orribili  raffigura una grande aragosta. Il colossale crostaceo è stato eretto per l'incredibile abbondanza nel mare di Kingston.





6 - La lepre - Norimberga - Germania - Più che una lepre a me sembra un topo gigante. Se andate a Norimberga dovete visitare la piazza Tirgertnertorplats, dove troverete la più insolita scultura della città, Norimberga Hare. La scultura è terrificante, il suo creatore Juergen Hertz ha voluto mostrare che cosa accadrà alle persone se continuano ad essere un nemici della  natura. 




7 - Floralis Generica - Buenos Aires, Argentina - Cosa c'è di peggio di una statua in acciaio di 22 metri che sembra l'arma di un nemico di Goldrake? Floralis Generica è un gigantesca statua di 23 metri che simboleggia un fiore progettata dall'architetto Eduardo Catalano. I suoi petali  giganti d'acciaio si aprono e chiudono, a seconda del momento della giornata. Durante le ore buie, la scultura emette una luce rossa inquietante.



8 - Il ragno gigante - Maman - Canada -  Una scultura terribile che mi porta in mente un unica domanda ... Perché?









Queste erano le 8 statue più brutte al mondo! Almeno un primato l'hanno ottenuto!


foto: via [cracked.com]